Arte romanica e gotica

 


Arte romanica e gotica

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di più leggi la nostra Cookie Policy. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.I testi seguenti sono di proprietà dei rispettivi autori che ringraziamo per l'opportunità che ci danno di far conoscere gratuitamente a studenti , docenti e agli utenti del web i loro testi per sole finalità illustrative didattiche e scientifiche.

Le informazioni di medicina e salute contenute nel sito sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo e per questo motivo non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione).

 

Arte romanica e gotica

 

IL GOTICO

 

INTRODUZIONE

• E' una forma artistica legata alle arti figurative (pittura e scultura)
• Viene a definirsi tra il 1100 e il 1200
• Non è completamente successiva all'arte romanica. Spesso la si può definire anche contemporanea
• E' un movimento artistico internazionale (si sviluppa in tutta Europa), anche se con forme locali specifiche
• Il suo centro originario è la Francia

DIFFERENZA TRA CULTURA ROMANICA E GOTICA:
• L'arte romanica è la testimonianza di una chiesa militante, cioè che si sta affermando
• L'arte gotica è la testimonianza di una chiesa trionfante, cioè che vuole sottolineare la grandezza e la potenza della chiesa stessa

QUADRO GENERALE

QUADRO STORICO
Ci sono 3 avvenimenti importanti:
1) Il defluire dei musulmani dall'Europa. Ritornano in Oriente, cacciati dalla Sicilia e dalla Spagna
2) L'organizzazione delle prime nazioni europee (Francia, Spagna, Inghilterra e Olanda) con delle caratteristiche proprie:
• la loro monarchia
• la loro capitale
• la loro lingua
• il loro esercito
• la loro struttura giuridica
3) L'affermazione dei commerci con l'Estremo Oriente. Di conseguenza ci sono contatti e scambi di ricchezze

QUADRO SOCIALE

Il borgo è il centro della vita sociale. Nei comuni avvengono alcuni cambiamenti:
1) affermazione del ceto borghese-mercantile  motore economico del comune
2) affermazione delle classi artigianali  si formano le Arti
3) compaiono le prime grandi opere pubbliche laiche (ospedali, palazzi comunali, palazzi privati con connotazioni a torre)
4) la circolazione di idee, attraverso i mercati:
• è a fondamento dell'attività culturale di questo periodo  come le polis greche
• è favorita da 3 classi di persone:
1. i giullari  intellettuali di corte che favoriscono il divulgare del volgare
2. i monaci  che vanno pellegrinando di posto in posto
3. il clero  organizzato secondo la struttura della chiesa romana

Il periodo gotico è condizionato da 3 figure mitologiche contemporanee (tra il 1100 e il 1200) e che vivono tutte e tre in Italia:
1) Federico II di Svevia

• la sua corte è a Palermo
• è un imperatore illuminato, perché è una persona colta, sensibile all'arte:
• fonda l'università
• anticipa i signori del Rinascimento (1400)
• fonda la scuola Siciliana  nascita del volgare
• fa costruire (pag 264)

prima questo atteggiamento era tipico del clero
• è portatore di una novità: il sapere laico

il suo spirito è stato ripreso da vari signori  ha dato un nuovo impulso al sapere laico
2) San Francesco

• ha una grande influenza sui suoi contemporanei
• è stato santificato ancora in vita (come Padre Pio)
• ha condizionato l'arte tramite due concetti:
1) l'esaltazione dei miseri e degli ultimi  carità

• significa far fare alla Chiesa di Roma una riflessione teologica. In quel periodo essa si interessava maggiormente al potere temporale; San Francesco l'invita a ritornare alla sua natura primaria
• condiziona gli artisti, che cominciano a inserire i miseri e gli ultimi nei loro temi
2) il recupero della confidenza nei confronti della natura

San Francesco riconcilia l'uomo con tutto il creato
3) San Tommaso d'Aquino

• ha posto le basi della filosofia occidentale
• ha posto la base del pensiero occidentale contro l'islamismo
• ha tentato di ricucire e coniugare la cultura precristiana (Platone, Aristotele, Socrate) con la cultura cristiana

• trova dei concetti cristiani anche in scritti precristiani  Scolastica
• sottolinea in particolare alcuni valori greci:
• il discorso del divenire diventa il cammino dell'uomo
• il discorso dell'armonia e dell'equilibrio si ricollega a S. Francesco

colui che vive con rettitudine vive con armonia e va in Paradiso

Questi tre personaggi sono la sintesi del periodo:
1. Federico II di Svevia rappresenta il potere laico
2. San Francesco è il punto di riferimento della cultura monastica e del popolo
3. San Tommaso d'Aquino rappresenta la chiesa teologica, quella ufficiale e i ceti borghesi

LA CATTEDRALE

• E' il simbolo principale della cultura gotica, come per la cultura greca era il tempio e la cultura romanica la cattedrale

la scultura e la pittura sono le sue ancelle
• Di chiese gotiche pure ce ne sono pochissime e sono solo in Francia (pag 244)
• In Europa ci sono tante chiese gotiche con connotati regionali

il gotico ha delle connotazioni differenti in base al posto molto più evidenti che il romanico (pag 259)

AFFINITA' CON IL ROMANICO

• È il simbolo del paese
• È il luogo dove si concentrano gli sforzi di tutta la comunità

• è il simbolo di una coralità
• prevale l'anonimato
• è una specie di lavoro volontariato

DIFFERENZE CON IL ROMANICO

NELLA PIANTA
• Il transetto è a metà della navata

l'abside si ingrandisce e ospita il coro
• Le navate continuano a semicerchio anche nell'abside e nel coro

• l'immagine di Dio è più lontana
• lo spazio è più articolato

NELL'ASPETTO STRUTTURALE
PRIMA
L'arco a tutto tondo (con la volta a botte e la campata) era a fondamento dell'intera costruzione

il peso si scaricava tutto sui muri e sui pilastri  muri e pilastri portanti

c'erano poche aperture

Inoltre l'altezza dell'arco non può essere molto elevata

si resta molto vincolati per quanto riguarda la luce

ORA
La caratteristica principale è l'arco a sesto acuto, che non scarica le forze in verticale, ma verso l'esterno

c'è il bisogno di puntelli (archi rampanti) per far si che il peso si distribuisca meglio a terra

sostengono la struttura

Non c'è più la volta a botte, ma la volta a vela, retta, non dalla parete, ma dalla struttura dell'arco

è sufficiente uno scheletro di chiesa, che posso poi tamponare con muri autoportanti e grandi vetrate

Al pilastro si sostituisce un fascio di colonne (pag 245) che salgono verso l'alto e formano le nervature che costituiscono lo scheletro della chiesa

NELL'ESTERNO

La chiesa è percepita come scultura, non più come un edificio possente e massiccio

• anche dal di fuori si intuisce come è l'interno
• non c'è differenza tra il fuori e il dentro

• La cattedrale romanica:
• si ergeva sul borgo simile ad una scatola
• in essa contava solamente la facciata
• era simbolo di una chiesa paurosa e militante
• La cattedrale gotica:
• è come una scultura nel paese
• è importante nella sua interezza
• è simbolo di una chiesa trionfante

IL GOTICO IN ITALIA

• Ci sono poche chiese gotiche e comunque nessuna in gotico puro per quanto riguarda la struttura, perché già precedentemente impostate in modo romanico
• Quelle più significative si trovano nell'Italia centrale e sono state costruite grazie ai monaci, legati al pellegrinaggio
• Le più importanti sono:
• le chiese francescane
• la chiesa dei Frari a Venezia
• la chiesa di S. Croce a Firenze
• la basilica di S. Francesco ad Assisi
• la chiesa di S. Francesco a Brescia

LE CHIESE FRANCESCANE
Sono costruite in città, mediando la cultura gotica con la regola di S. Francesco

1) sono costruite con ampie superfici lisce, a disegni geometrici molto semplici

sono chiese semplici, in grado di essere comprese da tutti
2) S. Francesco ricuce il cristianesimo al naturalismo (l'uomo è inserito nella natura) e perciò le chiese sono fatte con pietre locali e legno

la chiesa è uguale alle case del paese
3) sono accoglienti, povere e non imbarazzanti, senza statue e decorazioni che distolgono dal senso della Chiesa, intesa come luogo di incontro e adorazione

IL DUOMO DI SIENA
• Al tempo della sua costruzione, Siena era una città molto importante.
• Il duomo era un progetto molto ambizioso, ma alla fine non fu completato perché mancarono i fondi
• E' di base romanica, perché i portali sono romanici
• La parte superiore è gotica, perché la facciata è intesa come scultura, non come superficie

pinnacoli, triangoli smerlati, statue abbondanti

INTERNO
• Si vedono bene le volte a vela
• Si vedono bene i fasci di colonne che salgono e poi si dividono
• È di tipico gusto toscano, perché il marmo usato è sia verde che bianco

I PALAZZI COMUNALI
• I comuni:
• hanno un peso politico ed economico sempre maggiore
• si svincolano dalla chiesa temporale

si distinguono i due compiti: alla chiesa il dominio sulle anime, al comune il dominio sulla terra
• In piazza, a fianco della chiesa, compaiono i primi palazzi comunali

• Si trova nel centro della città, lontano dal centro religioso e commerciale
• Si riconosce in esso la forma del castello, perché è una parallelepipedo molto rigoroso, una costruzione massiccia

• si capisce il passaggio dal vecchio castello feudale in collina
• i merli difensivi diventano qui un elemento di decorazione; questi vengono poi sostituiti dal cornicione dei palazzi
• All'interno c'è un cortile molto alto

al centro di questo cortile si erge la torre campanaria, in alternativa al campanile (le campane danno i tempi sociali)
• Le finestre sono a senso acuto
• La pietra usata è quella bianca serena, anche se viene utilizzato pure del cotto, perché è più leggero

IL PALAZZO COMUNALE DI SIENA (PAG 265 FIG 30)
Siena si sviluppa su dei colli che sviluppano la città così:
Colli
Strada
piazza

• E' stato edificato da Federico II
• Si trova su uno dei colli più alti della Puglia in un posto isolato
• È un edificio dalla duplice funzione:
• per la caccia
• come centro di osservazione astronomica
• È una costruzione semplice e rigorosa, a pianta ottagonale e sembra una corona
• L'interno, dove c'è un cortile, è semplice
• È interamente in pietra bianca pugliese
• Uno dei lati è caratterizzato da un piccolo portale in cotto
• Le stanze sono comunicanti a due a due
• L'ingresso delle scale è solo dalla scala

LA SCULTURA GOTICA IN ITALIA

Cominciano a diventare frequenti alcune costruzioni, come il pulpito e il ciborio.
• Il pulpito:
• è un baldacchino dove il prete saliva al momento della predica
• è costruito da colonne che sostengono una piattaforma a sua volta chiusa con delle balaustre decorate con sculture, che fanno riferimento alle letture
• Il ciborio:
• baldacchino che veniva innalzato sull'altare con 4 colonne. Il "tetto" decorato chiudeva il tutto
• era già presente in età paleocristiana. Poi in età barbarica e romanica è scomparso. E' stato ripreso in età gotica
• ha la funzione di catturare l'attenzione del fedele, di fagli capire dove è il luogo più importante della chiesa, cioè l'altare

ARNOLFO DI CAMBIO (pag 272)
Ha lasciato poche sculture. Le più belle erano intorno alla fontana di Perugia, ma sono andate perse. Rimangono alcuni cibori

FIG 15 PAG 272
Nonostante la presenza di alcuni elementi gotici (arco a sesto acuto etc.), l'intera figura si può ricondurre a due cubi

LE STATUE (FIG 17)
Sono sintetiche ed efficaci nel gesto, come Wiligelmo e Antelami

• C'è un uomo seduto su un trono
• L'atteggiamento e il volto danno l'elevatezza della sua statura morale
• La figura si può racchiudere in due cubi (1° il trono, 2° figura)

la figura si impossessa dello spazio

presenza forte
• E' una posizione nuova per il medioevo, ma di gusto antico (Faraoni)
• Il re tiene in mano i segni del potere

NICOLA PISANO (pag 270)
• I Pisano vengono dal Sud e si sistemano a Pisa
• Ha visitato Roma e di questa gli rimangono colpiti soprattutto l'Arae Pacis e gli Archi di Trionfo

recupera un certo rigore classico nei suo bassorilievi, ricongiungendosi con i valori della classicità romana

usa i bassorilievi come delle metope del tempio gotico (sorprendente coralità della narrazione)

IL PULPITO DI PISA (FIG 8)
• Si trova nel battistero
• Questo pulpito è estremamente rigoroso nelle forme ( quadrato + rettangolo)
• Le colonne sono ornate con decorazioni floreali
• Viene usato l'arco trilobato, cioè l'arco gotico a tutto sesto
• La balaustra è composta da 5 bassorilievi + la porta (il pulpito è a pianta esagonale)

descrivono le 5 immagini più significative della vita di Gesù
• Le colonne sono sostenute dai leoni  forza

FIG 10
Grande senso di coralità della scena  bisogna occupare tutti gli spazi
C'è il rimando alla scultura romana
Nella stessa scena ci sono momenti diversi

c'è unità di spazio, ma diversità temporale

In primo piano c'è la Madonna stesa su un letto romano
La Madonna è più grande rispetto agli altri personaggi (ricorda gli egiziani e i paleocristiani)

 

Fonte: http://www.controcampus.it/wp-content/uploads/2011/12/gotico.doc
Sito web da visitare: http://www.controcampus.it

Autore del testo: non indicato nel documento di origine

Parola chiave google : Arte romanica e gotica tipo file : doc

 

Arte Romanica

 

Giovanni Scoto:
Dall’astrattismo alla concretezza.
L’esperienza sensibile per raggiungere Dio; non si nasconde la materia ma la si evidenzia. (creazioni dell’uomo per l’uomo).


Cattedrale Romanica (lombarda)

  • sviluppo in verticale
  • rapporto perfetto tra interno ed esterno
  • rapporto delle navate 2 a 1, regolare
  • spazio, regolare, misurato, perfezionato, fisso, perfetto, immutevole
  • luce: attraversa orizzontalmente la cattedrale, esprime sicurezza e conforto al fedele
  • massa accentuata
  • poche le vetrate (la cattedrale è paragonabile ad una roccaforte)
  • archi abbastanza robusti, a differenza di quelli gotici per sostenere il peso della struttura
  • imponenza artistica

Arte Gotica

 

Abbate Sager: attraverso l’attività mondana si raggiunge Dio, sviluppo di in concetto già romanico.
Alla nudità romanica si contrappone la ricchezza delle decorazioni, delle sculture, delle vetrate.
Cattedrale Francese (gotica)

 

sviluppo in verticale

  • cambiamento del rapporto tra altezza e larghezza, si accentua l’elevazione ed il distacco da terra.
  • diverso concetto di massa, il vuoto prevale sul pieno
  • utilizzazione dell’arco semplice a crocera
  • differenza di misura tra navate laterali e centrali
  • spazio, illimitato, indefinito, irregolare non a misura d’uomo ma a misura del potere
  • luce, per numerosi effetti di luce il fedele si trova smarrito, confuso, fuori dall’ordine cosmico
  • equilibrio nelle strutture portanti
  • vetrate, numerose che accrescono una luminosità fantasiosa

 

E’ evidente che il cambiamento della mentalità umana condiziona la creazione artistica, che in meno di un secolo (XII XIII) si rivoluziona completamente, risaltando certe caratteristiche e tralasciandone altre.
Possiamo riscontrare tale rivoluzione analizzando le cattedrali simbolo, quelle di Sant’Ambrogio (romanica), e quella di Notre Dame (gotica).
Le differenze che subito si riscontrano sul piano culturale sono:

  • maggiore senso dell’elevazione della cattedrale gotica, che tende ad eliminare la massa per dare spazio ad una struttura leggera e slanciata, grazie soprattutto all’equilibrio perfetto causato dall’uso di arche a sesto acuto ed a tutto sesto
  • varietà della grandezza proporzionale della struttura gotica, sostituiscono la canonica rigidità romanica

l’utilizzo di ampie vetrate di abbellimenti artistici, come decorazioni pittoresche o sculture rendono la cattedrale gotica un’opera più adatta alla manifestazione del potere che alla sicurezza della fede umana.

 

 

Fonte: http://www.tserve.it/documenti/cultura/Arte%20Romanica%20gotica%20storia%20dell'arte.doc

Sito da visitare: http://www.tserve.it/

Autore del testo: non indicato nel documento di origine

Parola chiave google : Arte romanica e gotica tipo file : doc

IL ROMANICO

Il termine Romanico è nato per sottolinearne il carattere neolatino (= fa riferimento ai romani), in contrapposizione al Gotico che indicava un’arte di origine germanica (da Goti = popolazione nordica).

È uno stile che si è imposto nell’arte europea dei secoli XI e XII.

La parte più importante è data dall’architettura, specialmente chiese, la scultura è pensata in stretto rapporto con l’architettura e invade tutti gli elementi architettonici: timpani, capitelli, architravi…

La cattedrale romanica è massiccia e imponente, in genera a croce latina con 3 - 5 navate, le pareti in muratura crebbero in spessore per sopportare il peso della parte superiore della chiesa.

Gli elementi più caratteristici sono:

  • l’arco a tutto sesto = di forma circolare
  • la volta a crociera con costoloni
  • la campata = lo spazio individuato da 4 pilastri che sostengono una volta a crociera

Nell’abside spesso si aprono delle cappelle,

All’incontro tra il transetto e le navate talvolta c’è una cupola che rappresenta la volta celeste.

Altro elemento ricorrente è il matroneo, corridoi collocati sulle navate laterali, riservati alle donne.

Le pareti spesso sono ricoperte di affreschi.

L’arte romanica si sviluppò presto in Lombardia, la basilica di Sant’Ambrogio a Milano è un edificio romanico modello. La chiesa è preceduta da un ampio cortile porticato, la facciata è a capanna (= a V rovesciata) affiancata da due campanili. (vedi pag.170)

Un altro monumento italiano molto importante e il Campo dei Miracoli a Pisa (vedi pag. 176). È costituito da 4 edifici:

  • il Duomo, rivestito di lastre marmoree alternate bianche e nere, decorato sulla facciata da archi ciechi (= un leggero colonnato che non comunica con la chiesa)
  • il Battistero a pianta circolare,
  • la Torre a base circolare, che già pochi anni dopo la costruzione risultava pendente per un cedimento del terreno,
  • il Camposanto, pensato su modello del chiostro.

Nel secolo XII nacque in Italia centrale la tradizione delle croci dipinte, esse raffigurano Cristo crocefisso spesso attorniato da episodi della passione o da santi. La più antica e il Crocifisso di Maestro Guglielmo, la figura di Gesù, ancora in vita, è rigida, simboleggia Cristo trionfatore sulla morte. Agli inizi del XIII secolo compare un nuovo tipo di croce con il Cristo sofferente.

 

IL GOTICO

Il termine Gotico deriva dai Goti, popolazione del Nord Europa, considerata barbara dai romani. Lo stile gotico ha inizio nell’Ile de France, la zona intorno a Parigi.

La volta si basa sull’arco a sesto acuto (a punta), il peso della chiesa viene distribuito sui massicci pilastri, aiutati da grandi archi rampanti posti sul tetto delle navate laterali, che scaricano il peso della copertura della chiesa su alti contrafforti, posti all’esterno dei muri.

Aumentano gli elementi decorativi: pinnacoli, guglie, favoriscono lo slancio verso l’alto della chiesa. Immense finestre e un grande rosone creano una luminosità diffusa, con numerosi giochi di colori derivati dalle vetrate.

Il Italia il Gotico viene integrato con la tradizione romanica.

La Basilica di San Francesco ad Assisi (pag. 206) è formata da 2 chiese sovrapposte a “croce commissa”  (cioè a T), sotto c’è ancora un’ampia cripta che contiene la tomba del santo.

La chiesa inferiore, la più antica, fu progettata da frate Elia, è un’unica navata con volte basse e larghe che poggiano su pilastri massicci.

La chiesa superiore è più luminosa, con grandi finestre. È anch’essa a navata unica e contiene i celebri affreschi di Giotto sulla vita di San Francesco.

Il Duomo di Siena (pag. 207) ha una pianta a croce latina e un’ampia cupola. È rivestito da marmi a fasce orizzontali bianche e nere e gli archi sono a tutto sesto come nella tradizione romanica toscana.

La decorazione della facciata richiama lo stile nordico anche se le statue di Giovanni Pisano sono “indipendenti” dalla struttura architettonica.

 

 

CONFRONTO TRA CHIESE ROMANICHE E GOTICHE

 

 

ROMANICO

GOTICO

Struttura

Chiesa massiccia

Muri portanti

Chiesa slanciata in alto

Il peso poggia su pilastri

Archi

Tutto sesto

 

 


Sesto acuto

Decorazioni

Capitelli scolpiti

Pareti affrescate

Guglie e pinnacoli

Vetrate

 

Fonte: http://www.portaleboselli.it/christophernolan/Archivio%20schede/TURISTICO/3.%20BIENNIO%20POST%20QUALIFICA/area%20indirizzo/ARTE/Arte%20ROMANICO-GOTICO_4H%20valut-conf.doc

 

Sito da visitare: http://www.portaleboselli.it

Autore del testo: non indicato nel documento di origine

Parola chiave google : Arte romanica e gotica tipo file : doc

 

 

 

Visita la nostra pagina principale

 

Arte romanica e gotica

 

Termini d' uso e privacy

 

 

 

 

Arte romanica e gotica