IVA significato

 


IVA significato

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di più leggi la nostra Cookie Policy. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.I testi seguenti sono di proprietà dei rispettivi autori che ringraziamo per l'opportunità che ci danno di far conoscere gratuitamente a studenti , docenti e agli utenti del web i loro testi per sole finalità illustrative didattiche e scientifiche.

Le informazioni di medicina e salute contenute nel sito sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo e per questo motivo non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione).

 

IVA significato

 

IVA

Aspetti generali, struttura, obblighi del contribuente

 

Nel nostro sistema tributario, l'Imposta sul valore aggiunto – IVA – svolge, nell'ambito delle imposte indirette, un ruolo di fondamentale importanza. Fornisce da sola più di un quarto di tutte le entrate tributarie dello Stato, attua un'imposizione di carattere generale sugli scambi, presenta una grande elasticità perchè il suo gettito si adegua di continuo alla dinamica della vita economica e del commercio e ne rispecchia l'andamento; determina notevoli effetti sulla domanda complessiva e sull'equilibrio generale del mercato; può essere utilizzata mediante la differenziazione delle aliquote, per agevolare determinati settori economici o per indirizzare i consumi.

 

L'IVA è un'imposta plurifase, tendenzialmente trasparente e neutra, applicata sul valore aggiunto.

Imposta plurifase – è destinata a colpire tutto il valore finale che il bene (o il servizio) presenta quando viene acquistato dal consumatore, ma si riscuote frazionatamente nelle varie fasi del processo di produzione e di distribuzione, applicandosi ogni volta soltanto all'incremento di valore che il prodotto consegue nel passaggio da un operatore all'altro. L'imposta non incide sul soggetto passivo il quale, mediante un meccanismo di di detrazioni e rivalse, recupera l'imposta sugli acquisti pagati ai suoi fornitori e addebita ai suoi clienti l'imposta sulle cessioni dovuta al fisco.

Trasparenza – gli operatori economici che inervengono nei vari passaggi, obbligati a pagare il tributo, si rendono conto della sua incidenza, in quanto l'imposta non si incorpora nel prezzo del prodotto, ma rimane distinta da esso e in evidenza.

Ne deriva una certa complessità nell'applicazione dell'IVA che rende necessaria la tenuta di un'apposita contabilità che rappresenta un utile mezzo di riscontro in sede di accertamento delle imposte sui redditi.

Neutralità – gli effetti distorsivi sono ridotti al minimo poiché l'imposta, a ogni passaggio, non colpisce tutto il valore del bene ma soltanto il valore aggiunto dovuto all'attività produttiva svolta in quella fase; si evitano così gli effetti cumulativi propri delle imposte sul valore pieno e l'incidenza sul prezzo finale è sempre la stessa, qualunque sia il numero di scambi che la merce subisce prima di arrivare al consumatore.

 

Secondo la normativa vigente, i soggetti che intraprendono l'esercizio di impresa, arte o professione devono, entro trenta giorni, presentare all'ufficio locale dell'Agenzia delle entrate la dichiarazione di inizio attività. Nella dichiarazione devono essere indicati la ditta, il domicilio e la residenza, l'oggetto dell'attività esercitata, il luogo in cui sono tenuti i registri e i documenti, il codice fiscale oltre ad altri elementi previsti dalla legge.

Al contribuente viene attribuito un numero di partita che ha la funzione di identificarlo in tutti gli atti e i documenti che possono riguardare i rapporti con l'erario. Gli uffici fiscali possono effettuare riscontri e controlli per verificare se ricorrano i requisiti sostanziali che giustificano l'attribuzione della partita IVA, in particolare l'effettivo esercizio dell'attività dichiarata.

All'ufficio locale dell'Agenzia delle Entrate vanno poi dichiarate le variazioni degli elementi indicati nella denuncia, nonché la cessazione dell'attività.

Nello svolgimento dell'attività il contribuente deve osservare numerosi adempimenti che hanno loscopo di assicurare l'esatta applicazione dell'imposta: la documentazione delle operazioni effettuate, la tenuta di apposite scritture contabili per la registrazione delle operazioni, le liquidazioni e i versamenti periodici e annuali, gli obblighi dichiarativi.

 

La fattura relativa alle operazioni effettuate ha un'importanza fondamentale nel meccanismo applicativo dell'IVA non solo perchè documenta l'imposta dovuta dal soggetto passivo e permette di accertare l'esercizio della rivalsa, ma soprattutto perchè consente all'acquirente di detrarre l'IVA a credito relativa alla singola operazione: la detrazione è ammessa, infatti, solo per le operazioni documentate. L'amminostrazione fiscale, a sua volta, può effettuare, sulla base delle fatture, controlli incrociati fra clienti e fornitori per trarne elementi indicativi non solo ai fini dell'IVA ma anche ai fini delle imposte dirette.

La fattura deve essere datata e numerata progressivamente e indicare:

  • il nome o la ditta dei contraenti, la loro residenza o domicilio, la partita IVA e il codice fiscale;
  • la natura, qualità e quantità del bene ceduto o del servizio prestato, il corrispettivo e gli altri elementi necessari per determinare l'imponibile;
  • l'aliquota applicata e l'ammontare dell'imposta.

I dati relativi alle singole operazioni devono essere registrati su appositi libri obbligatori che, nel loro insieme, costituiscono la contabilità IVA e consentono l'esatta quantificazione dell'ammontare complessivo dell'Iva a debito e di quello a credito.

L'IVA si applica su base annuale: la normativa fa sempre riferimento a un periodo di tempo che coincide con l'anno solare; la liqidazione definitiva dell'imposta è perciò quella che avviene in sede di dichiarazione annuale. Comunque, per far sì che le somme a debito non rimangano nella disponibilità del contribuente ma vengano incassate dallo Stato nel più breve tempo possibile, la legge dispone che la liquidazione e il versamento dell'imposta debbano avvenire, in via provvisoria, a scadenze mensili.

 

 

Fonte: http://share.itismajo.it/polotecnicobraidese/Classe5D/Materiali/IVA.doc

Autore del testo: non indicato nel documento di origine

Parola chiave google : IVA significato tipo file : doc

 

IVA significato

 

 

Visita la nostra pagina principale

 

IVA significato

 

Termini d' uso e privacy

 

 

 

 

IVA significato