Economia quiz domande e risposte parte 2

 


Economia quiz domande e risposte

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di più leggi la nostra Cookie Policy. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.I testi seguenti sono di proprietà dei rispettivi autori che ringraziamo per l'opportunità che ci danno di far conoscere gratuitamente a studenti , docenti e agli utenti del web i loro testi per sole finalità illustrative didattiche e scientifiche.

 

Le informazioni di medicina e salute contenute nel sito sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo e per questo motivo non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione).

 

Economia quiz domande e risposte

 

Numero progressivo domanda Domanda Risposta A (esatta) Risposta B Risposta C
551 Dove "entrano" i prezzi nel modello IS-LM? Nel mercato monetario, tramite l'offerta di moneta in termini reali Nel mercato reale, tramite la funzione degli investimenti Non vi "entrano" affatto
552 Il valore aggiunto Per un'impresa, è dato dal valore della sua produzione meno il valore dei prodotti intermedi acquistati e delle materie prime È un’imposta che colpisce i beni finali È il mark-up fissato dall’impresa sul prezzo del bene venduto sul mercato
553 La regola aurea Si ottiene nel contesto del modello neoclassico della crescita quando la produttività marginale del capitale è uguale alla somma del tasso di deprezzamento del capitale e del tasso di crescita della popolazione e del tasso di progresso tecnico Nel contesto dell’economia classica, sintetizza la nozione di “Stato minimo” Secondo Milton Friedman, è la regola che stabilisce l’entità della crescita annua dell’offerta di moneta rispetto alla crescita annua del Prodotto
554 Un aumento del prezzo delle materie prime importate comporta immediate conseguenze  Sull'indice dei prezzi al consumo Sul deflatore del PIL Sul deflatore dei consumi privati
555 La disoccupazione frizionale è La disoccupazione dovuta al tempo necessario per agevolare l'incontro tra lavoratori e posti di lavoro disponibili nel sistema economico La disoccupazione derivante da aumenti temporanei del salario rispetto a quello di equilibrio La disoccupazione che nasce da mancati accordi (frizioni) al tavolo delle trattative tra i rappresentanti dei lavoratori e quelli degli imprenditori
556 L’inflazione da imposta È l'inflazione derivante dal tentativo da parte delle categorie colpite da un aumento delle imposte di trasferirne l’onere su altri È l’inflazione derivante dalla monetizzazione del disavanzo pubblico, e che si traduce in un’imposta sui saldi monetari È l’aumento dei prezzi finali conseguente ad una traslazione in avanti di un’imposta di fabbricazione
557 Un incremento del tasso atteso di inflazione induce uno spostamento della curva di Phillips aumentata per le aspettative In alto verso destra In basso verso sinistra Nullo della curva
558 La curva dei rendimenti è data dalla relazione Tra i rendimenti delle obbligazioni  e le loro relative scadenze  Tra i rendimenti sui titoli di Stato e quelli sulle obbligazioni private di pari scadenza Tra i rendimenti sui titoli di Stato a breve termine e quelli sui titoli di Stato a lungo termine
559 Un caso in cui la curva di Phillips aumentata per le aspettative si sposta in alto verso destra si ha quando Il tasso naturale di disoccupazione aumenta Il tasso atteso di inflazione diminuisce Il tasso naturale di disoccupazione diminuisce
560 La disoccupazione d’attesa è Un tipo di disoccupazione frizionale che origina dalla vischiosità dei salari Il tempo necessario per trovare un posto di lavoro in assenza di perfetta informazione sul mercato del lavoro Una forma di disoccupazione strutturale, derivante sia dalla mancanza di manodopera con le specifiche qualifiche richieste dalle imprese, sia dal tempo richiesto (attesa) per l’aggiornamento professionale
561 Per "spread" dei tassi di interesse si intende Il differenziale tra due tassi d'interesse L'allargamento del differenziale tra due tassi d'interesse L'aumento dei tassi d'interesse di un paese a causa di un attacco speculativo sui titoli di Stato
562 Una delle condizioni perché il produttore possa effettuare una discriminazione dei prezzi è che L’elasticità al prezzo fra i diversi mercati in cui opera sia differente I consumatori abbiano scarse informazioni sui prezzi praticati nei mercati in cui l’impresa opera I prezzi di mercato siano vischiosi, cioè l’elasticità della domanda sia bassa
563 Il modello IS-LM può essere utile per spiegare Il ciclo economico Le scelte del consumatore Lo sviluppo economico
564 Qual è l'effetto di una diminuzione temporanea delle tasse sui consumi privati? Un aumento, ma solo se i consumatori non sono pienamente coscienti della possibilità che in futuro le tasse crescano Un aumento dei consumi stabile nel tempo Una invarianza dei consumi
565 Una politica monetaria restrittiva comporta Un incremento dei tassi di interesse a breve termine  Uno spostamento verso il basso della curva dei rendimenti Una flessione del PIL nel lungo periodo
566 Un aumento delle esportazioni europee può indurre Un aumento della domanda internazionale di euro Una diminuzione della domanda internazionale di euro Un aumento della disoccupazione nell'area euro
567 Affinché il PIL pro-capite di un paese cresca è sufficiente che  aumenti il valore del PIL. Tale affermazione è Vera, ma solo in caso di popolazione costante o in diminuzione Falsa Vera
568 Una possibile definizione del tasso di inflazione è la seguente Tasso di crescita del deflatore del PIL = Tasso di crescita del PIL nominale – tasso di crescita del PIL reale Tasso di crescita dell'offerta di moneta Tasso di crescita dei prezzi delle materie prime 
569 Distinguendo le variabili tra procicliche, anticicliche, acicliche, si può dire che  Il tasso di inflazione da domanda è generalmente prociclico L’andamento dell’occupazione è generalmente anticiclico Il saldo della bilancia commerciale è sempre prociclico
570 Con riferimento alla dinamica del debito pubblico, l'aumento dei tassi di interesse di mercato comporta nel breve periodo L'invarianza del valore nominale dello stock di debito pubblico se l'aumento della spesa per interessi passivi viene compensato per un pari ammontare dall'aumento del saldo primario L'aumento del saldo primario nel conto economico consolidato delle Amministrazioni Pubbliche L'aumento del saldo corrente nel conto economico consolidato delle Amministrazioni Pubbliche
571 Il fallimento di coordinamento ("coordination failure") È un’idea formulata da Keynes riguardo al comportamento degli agenti economici (famiglie e imprese) in mercati decentralizzati Allude al fallimento delle economie pianificate Sta alla base della “critica di Lucas”, secondo cui gli agenti economici commettono errori nella formulazione delle proprie aspettative se non sono sufficientemente informati sulle politiche economiche 
572 I residui passivi sono costituiti Dalle spese impegnate ma non ancora pagate Dalle spese stanziate ma non ancora impegnate Dagli interessi passivi
573 Cosa è un rumore bianco (white noise)? È un errore casuale di previsione È una variabile di comodo, che assume valore tra 0 e 1, a seconda che sia soddisfatta o meno una determinata condizione ipotizzata in un modello economico In una equazione di un modello economico, è una variabile esplicativa ritardata che può determinare più di un valore della variabile dipendente, creando conseguenti difficoltà nell’interpretazione del fenomeno economico studiato
574 Nel breve periodo, in un sistema di cambi flessibili, un disavanzo della bilancia dei pagamenti comporta Un deprezzamento della moneta nazionale Un apprezzamento della moneta nazionale Un aumento delle esportazioni nette
575 Un aumento della domanda mondiale per i beni e servizi dei Paesi dell'area euro comporta Un apprezzamento dell'euro Un deprezzamento dell'euro Nessuna conseguenza sul tasso di cambio
576 Le aspettative statiche Possono essere interpretate come un caso di aspettative adattive, quando il coefficiente α (che misura il grado di aggiustamento delle aspettative sulla base degli errori passati) è nullo Aspettative formulate dagli agenti economici in un contesto di stato stazionario Aspettative quasi razionali
577 Il servizio del debito È dato dalla somma del pagamento degli interessi e delle rate di ammortamento sul debito accumulato in passato È costituito dalla spesa per interessi sui titoli di debito emessi in passato È costituito dalla somma del pagamento degli interessi sui titoli di debito emessi in passato e degli interessi pagati sui prestiti contratti con il sistema bancario
578 Nel modello IS-LM, se vi è una elevata sensibilità degli investimenti al variare del tasso di interesse e una bassa sensibilità della domanda di moneta al tasso di interesse, come risulterà la politica fiscale? Poco efficace Molto efficace Fortemente espansiva
579 Cosa è il paradosso del risparmio? Un fenomeno per cui un aumento della propensione al risparmio può portare ad un declino della produzione e a un livello invariato del risparmio Il particolare fenomeno per cui la gente usa come beni-rifugio merci del tutto effimere/inutili per la propria sopravvivenza, anziché quelle indispensabili per l’esistenza Il particolare fenomeno per cui l’aumento del risparmio genera una minore domanda, quindi una riduzione dei prezzi, un conseguente aumento dei saldi monetari in termini reali e, quindi, un incremento della domanda di beni di consumo
580 In economia aperta e con tassi di cambio fissi, gli attacchi speculativi Conducono a una improvvisa perdita di riserve valutarie da parte della Banca Centrale, quando gli agenti sul mercato dei cambi prevedono una imminente e grave svalutazione Derivano dalla tendenza di approfittare delle debolezze di un concorrente per prenderne la proprietà o per escluderlo dal mercato Costituiscono un attacco che utilizza l’“economia della paura” per ottenere vantaggi
581 L’investimento in impianti e macchinari delle imprese è un flusso o uno stock? Un flusso È lo stock di capitale delle imprese Uno stock
582 Nella teoria quantitativa della moneta, formulata da Irving Fisher e sintetizzata dalla espressione MV=PQ, V rappresenta La velocità di circolazione della moneta Il valore dello stock delle azioni  Il valore della moneta
583 I residui attivi sono composti  Dalle entrate accertate ma non ancora incassate Dal valore delle entrate in conto capitale accertate ma non ancora incassate Dalla quota di evasione e di elusione fiscale recuperabile in un determinato anno da parte dell'Amministrazione finanziaria
584 A quale orizzonte temporale fa riferimento l’analisi economica di Keynes? Al breve periodo Al lungo periodo A nessuna, perché la dimensione temporale non rileva nell’analisi.
585 Secondo l’apparato della teoria dei giochi, in che cosa consiste una strategia dominante? In una strategia che risulta la migliore per un giocatore, a prescindere dalla scelta degli avversari In una strategia pura  In una strategia che porta a un esito Pareto-ottimale
586 Nella nuova macroeconomia classica, se gli shock sono attesi, che forma assume la curva di Phillips di breve periodo? È una retta verticale È una retta orizzontale È una curva inclinata negativamente che esprime il trade-off fra inflazione e disoccupazione
587 Che meccanismo di formazione delle aspettative ipotizza Friedman?  Aspettative adattive Aspettative razionali Gli schemi adottati sono irrilevanti poiché le predizioni del modello non cambiano
588 Si è in presenza di  "drenaggio fiscale"  (fiscal drag) quando I redditi monetari, in presenza di inflazione e di progressività delle imposte, vengono penalizzati dal passaggio a una aliquota fiscale più elevata a causa dell'espansione dei valori I redditi monetari, in presenza di inflazione e di progressività delle imposte, vengono avvantaggiati dal passaggio a una aliquota fiscale meno elevata  I redditi monetari, in presenza di inflazione e di progressività delle imposte, vengono difesi dallo Stato tramite un aumento di detrazioni e deduzioni fiscali 
589 Un aumento del tasso di interesse reale nell'area euro comporta che le esportazioni nette della stessa area Diminuiscano per l'apprezzamento del cambio Aumentino per il deprezzamento del cambio Rimangano invariate per un cambio immodificato
590 Il mark-up ("margine di profitto") è Il rapporto tra il prezzo e il costo medio Il ricavo medio  Il costo fisso unitario
591 Nella curva di Phillips originaria, sull’asse delle ordinate è indicato Il tasso di crescita del salario monetario Il tasso di disoccupazione Il livello dei salari reali
592 Il Fabbisogno di cassa delle Amministrazioni Pubbliche è costituito Dalla somma algebrica del saldo delle partite correnti, di quelle in conto capitale, di quelle di natura finanziaria riferite, in termini di cassa, all'aggregato delle Amministrazioni Pubbliche   Dal saldo primario e dalle partite di natura finanziaria, riferite, in termini di cassa, all'aggregato delle Amministrazioni Pubbliche Dalla somma algebrica dell'indebitamento netto delle Amministrazioni Pubbliche e delle operazioni di Tesoreria
593 In un dato periodo di tempo, l'aumento del numero degli occupati si traduce necessariamente in una diminuzione del tasso di disoccupazione. Tale affermazione è Vera, se il numero delle persone in cerca di occupazione si riduce di un pari ammontare Vera Vera, se nello stesso arco temporale cresce anche il PIL
594 Quando è incompleto un contratto? Quando non prevede obblighi e diritti contrattuali specifici per tutte le circostanze che possono verificarsi, e che meriterebbero invece di essere considerate.  Quando non porta a risultati ottimali a causa di un insufficiente coordinamento tra le parti contraenti Quando porta a risultati sub-ottimali, in quanto vengono presi in considerazione solo i benefici privati delle parti contraenti e non anche i benefici sociali, cioè quelli dell’intera collettività
595 Un aumento dell'offerta di titoli di Stato sul mercato obbligazionario comporta Un aumento dei rendimenti a cui tali titoli possono essere collocati sul mercato in caso di insufficienza della domanda per gli stessi titoli Un aumento del prezzo delle azioni  Una costanza dei rendimenti a cui tali titoli possono essere collocati sul mercato
596 Il risparmio pubblico è costituito dalla  Differenza tra la somma delle entrate tributarie e extratributarie e il totale delle spese correnti Riduzione del valore nominale dello stock di debito pubblico Diminuzione della spesa per interessi passivi 
597 Un modello market clearing rappresenta Un modello in cui si ipotizza che i prezzi si aggiustino liberamente in modo da rendere uguali domanda e offerta  Un aggiustamento che porta all’equilibrio tramite una variazione delle quantità La variazione della quantità offerta per raggiungere l’equilibrio di mercato, dati i livelli di prezzo e di domanda
598 In un contesto di perfetta mobilità dei capitali, il modello di Mundell-Fleming Dimostra come, in un regime di cambi fissi, la politica fiscale sia  efficace  Predice la maggiore efficacia della politica monetaria rispetto a quella fiscale quando i tassi di cambio sono fissi Predice che il differenziale tra tasso di interesse interno e tasso di interesse mondiale è sempre pari a zero
599 Il modello moltiplicatore-acceleratore è Un modello con il quale, tramite l’interazione tra il principio dell’acceleratore dell’investimento e il meccanismo del moltiplicatore, vengono spiegati i cicli economici L’effetto di investimenti ad alta tecnologia che dal settore pubblico si ripercuote sul saldo d conto corrente L’intervento anticiclico volto a sostenere la domanda aggregata e, di conseguenza, a stimolare la produzione e le esportazioni nette
600 Gli indicatori anticipatori sono Grandezze le cui variazioni anticipano le fluttuazioni del prodotto dell’economia e che segnalano, quindi, la direzione in cui essa si sta muovendo  Variabili che seguono l'andamento del PIL, come per esempio la produzione industriale Strumenti delle autorità di politica economica per anticipare le aspettative degli operatori
601 Cosa rappresentano le preferenze iperboliche? Un modo particolare di scontare i premi futuri, che induce incoerenza temporale Sono i parametri da considerare per accrescere la redditività di un investimento  Esprimono la valutazione soggettiva di un operatore, incluso il valore assegnato a un obiettivo e il grado di rischio ritenuto accettabile
602 Cosa è il gold standard? Il sistema di regolazione delle relazioni monetarie internazionali che prevalse tra il 1870 e il 1914 Il sistema che nacque dagli accordi di Bretton Woods, dopo il secondo conflitto mondiale fino ai primi degli anni settanta Il regime di cambi che prevalse fra i due conflitti mondiali, e che prevedeva la possibilità di convertire ciascuna moneta in oro
603 Cosa è l’inflazione? È il tasso di variazione percentuale dei prezzi da un periodo all'altro È la variazione della quantità di moneta tra un periodo e l'altro  È il rapporto tra i livelli dei prezzi di due paesi
604 La variazione percentuale di una variabile economica è Il rapporto tra il cambiamento in termini assoluti e il valore iniziale della variabile, moltiplicato per cento Il rapporto tra il valore iniziale e finale di una variabile economica moltiplicato per cento È la media annua di una variabile, moltiplicata per cento
605 In che cosa consiste un esercizio di statica comparata? Nell’ipotizzare il cambiamento di una delle variabili assunte come date e nell’analizzarne gli effetti sulle variabili endogene Nell’analisi del cambiamento delle variabili esogene in seguito a un cambiamento di quelle endogene È l’esame volto a stabilire gli effetti sul reddito nazionale dei moltiplicatori della politica economica
606 Il flusso circolare del reddito fra famiglie e imprese Mostra la corrispondenza tra produzione, reddito dei fattori produttivi (lavoro e capitale) e spesa aggregata di famiglie e imprese Mostra gli scambi di fattori produttivi (lavoro e capitale) e di produzione (output) fra questi due settori espressi in termini quantitativi Mostra il flusso monetario fra il reddito percepito dai proprietari dei fattori produttivi e della spesa di beni prodotti dalle imprese
607 Cosa è l’indice dei prezzi di Laspeyres? È un indice di prezzi calcolato utilizzando il paniere di beni relativo a un anno base È un indice dei prezzi ponderato con il paniere dei beni dell’anno corrente È uno dei deflatori del PIL
608 Se la propensione marginale al consumo è pari a 0,8, un euro in più di reddito disponibile aumenta il consumo di 80 centesimi Dipende anche dal valore della propensione marginale del risparmio Un euro
609 In macroeconomia, il prodotto di equilibrio si raggiunge quando L’investimento programmato uguaglia il risparmio programmato L’investimento effettivo è uguale al risparmio effettivo Quando tutte le scorte accumulate dalle imprese vengono esaurite
610 Cosa è la base monetaria? È la quantità di banconote e monete metalliche in circolazione all’interno del sistema economico, sommata alle riserve detenute dal sistema bancario Il rapporto tra circolante e depositi La quantità di reddito detenuta in forma liquida per scopi transazionali, precauzionali e speculativi
611 Cosa indica il moltiplicatore monetario? La variazione dell’offerta di moneta conseguente a una variazione di 1 euro di moneta ad alto potenziale La variazione finale del reddito derivante da una variazione di 1 euro nell’offerta di moneta L’entità degli effetti di propagazione nel sistema economico derivante da una politica monetaria accomodante
612 Il meccanismo di trasmissione della politica monetaria È il processo attraverso cui la politica monetaria produce effetti sul settore reale Si traduce negli effetti di contrazione del prodotto (o reddito) conseguente a un allentamento delle condizioni monetarie Consiste nella contrazione del reddito dovuto all’aumento del tasso di interesse (via effetto di spiazzamento)
613 Da cosa dipende il valore del moltiplicatore monetario? Dal rapporto circolante e depositi Dalla propensione marginale al consumo Da 1/s, dove s è la propensione marginale al risparmio
614 Un indice di concentrazione misura Il grado di oligopolio di un mercato La diffusione del controllo di un'impresa La diffusione del potere economico nella società
615 Cosa è il tasso di partecipazione? È la percentuale degli occupati sul totale della popolazione in età lavorativa È il numero di lavoratori che partecipano alla realizzazione del PIL di un determinato periodo rispetto all’offerta potenziale di lavoro È la percentuale di disoccupati, al netto dei disoccupati scoraggiati, rispetto alla forza-lavoro
616 Cosa è la disoccupazione classica? È la disoccupazione che si crea quando i salari sono più alti rispetto a quelli che uguagliano domanda e offerta di lavoro È la disoccupazione delle persone che preferiscono non lavorare al livello di salario prevalente sul mercato Quella di lungo periodo, in corrispondenza del livello naturale della produzione
617 Cosa sono gli “interventi” di sterilizzazione della Banca Centrale? Le operazioni di mercato aperto volte a neutralizzare gli squilibri di bilancia dei pagamenti Interventi sui mercati dei cambi accompagnati da interventi volti a neutralizzarne gli effetti sulla base monetaria Le operazioni con cui la Banca Centrale acquista o vende valuta estera per mantenere costante il tasso di cambio
618 Cosa è la bilancia delle partite correnti? È la sezione della bilancia dei pagamenti che registra i flussi di beni, servizi e trasferimenti unilaterali con il resto del mondo È la sezione della bilancia dei pagamenti che registra gli scambi con l’estero di merci È la sezione della bilancia dei pagamenti che registra la corresponsione di interessi sui conti correnti aperti all’estero
619 Il tasso di cambio reale È il rapporto tra gli indici di prezzo (per esempio il deflatore del PIL) di due paesi espressi in una valuta comune È il prezzo di un paniere rappresentativo di valute estere, ciascuna ponderata secondo l’importanza di ciascun paese nel commercio estero del paese di riferimento È il tasso di cambio fra una valuta e un’altra, vale a dire quanti euro per un dollaro, o per uno yen, ecc.
620 Da cosa dipende la domanda di un  bene Dal prezzo del bene, dai prezzi degli altri beni, dal reddito e dai gusti dei consumatori  Dal suo prezzo, dai prezzi degli altri beni e dai gusti dei consumatori Solo dal suo prezzo e dai gusti dei consumatori
621 Quali sono le cure appropriate per l’iperinflazione? La credibilità delle politiche pubbliche  Il ripudio del debito pubblico Determinare lo scoppio della bolla speculativa che l’ha causata
622 Che cos'è un bene di esperienza (experience good)? Un bene la cui qualità può essere conosciuta dopo l'acquisto Un bene tecnologicamente avanzato un bene la cui qualità non può essere conosciuta né prima né dopo l'acquisito
623 Qual è il nome attuale del GATT? WTO EFTA UNCTAD
624 L'offerta di un bene Cresce al crescere del prezzo del bene Diminuisce al crescere del prezzo del bene Non dipende dal prezzo del bene
625 Se in un'economia l'inflazione è del 10% L'aumento dell'indice generale dei prezzi è pari al 10% I prezzi di ogni bene e servizio venduto è aumentato del 10% La quantità di moneta è cresciuta del 10%
626  La curva d'indifferenza tra due beni è derivata Variando le quantità dei due beni a parità di livello di utilità Variando i prezzi di due beni a parità di reddito  Variando il reddito e mantenendo inalterati i prezzi relativi dei due beni
627 Cosa è l’indice dei prezzi di Paasche? È un indice dei prezzi ponderato all’anno corrente È un indice dei prezzi ponderato all’anno base È la media geometrica di un indice dei prezzi ponderato all'anno base e di uno ponderato all'anno corrente
628 Cosa è la "parità dei poteri d’acquisto" (PPA)? Indica il valore che il tasso di cambio nominale dovrebbe assumere per mantenere invariato il tasso di cambio reale È una variabile espressa in termini reali e che fa riferimento a un anno-base È il potere di acquisto dei redditi e dei salari, che rimane invariato nel tempo grazie alle politiche di indicizzazione
629 L'ipotesi di non sazietà nel consumo implica Che a parità di altre condizioni una maggiore quantità di consumo di un bene conduce sempre a un aumento di utilità Che una minore quantità di consumo di un bene conduce sempre a un aumento di utilità marginale  Che i consumatori non sono mai contenti
630 La massimizzazione dei profitti di un monopolista conduce a definire i margini di profitto (indice di Lerner) Come l'inversa dell'elasticità della domanda In proporzione dell'elasticità della domanda Come grandi a piacere
631 In un contesto di lungo periodo Tutti i fattori della produzione sono variabili Tutti i fattori della produzione sono variabili eccetto il capitale fisso Tutti i fattori della produzione sono variabili eccetto il lavoro
632 In un contesto di breve periodo La quantità di fattori della produzione quasi fissi rimane costante Tutti i fattori della produzione sono variarli  le quantità di tutti i fattori della produzione sono fisse
633 L'ipotesi di transitività nel consumo implica che  se io preferisco x a y e y a z allora preferisco x a z se io preferisco x a y e y a z allora preferisco z a x  se io preferisco x a y e tu preferisci y a x allora non è possibile costruire una curva d'indifferenza
634 Il tasso ufficiale di riferimento È il tasso al quale la Banca Centrale effettua le operazioni di rifinanziamento al sistema bancario È il tasso di equilibrio dei flussi finanziari tra l'area Euro e il resto del mondo È il tasso a breve (cosiddetto appunto overnight) al quale le banche si fanno prestiti reciproci, per far fronte a momentanee tensioni di liquidità
635 Il monopolista È vincolato nel processo di fissazione dei prezzi dalla curva della domanda Trova sempre conveniente abbassare i prezzi  Trova sempre conveniente alzare i prezzi
636 Nella bilancia dei pagamenti, dove vengono registrate le rimesse degli emigrati? Nel conto dei trasferimenti unilaterali Nei movimenti di capitale Nella sezione del conto capitale
637 Nella bilancia dei pagamenti, dove vengono registrate le royalties (remunerazione dei diritti di proprietà intellettuale)? Nella sezione del conto corrente Nei movimenti di capitale Nella sezione del conto capitale
638 Secondo la teoria economica, se i produttori e i consumatori non sono in grado di influenzare i prezzi (sono entrambi price taker) ed esiste un mercato per ogni bene/servizio  Si ottiene un'allocazione efficiente delle risorse senza la necessità di intervento pubblico Occorre l'intervento pubblico per garantire sanità, pensioni, sussidi di disoccupazione, servizi pubblici, ecc. Il benessere dei consumatori è massimizzato dalle politiche di welfare
639 Nella teoria della domanda l'effetto di reddito si ha Al variare del potere di acquisto come conseguenza della variazione di almeno uno dei prezzi dei beni domandati Al variare del potere di acquisto a causa delle variazioni della produttività Al variare del potere di acquisto come conseguenza delle politiche pubbliche
640 L'elasticità di prezzo della domanda di un bene è tanto maggiore quanto Maggiore è il grado di  sostituibilità con gli altri beni Maggiore è il grado di complementarietà con gli altri beni Maggiore è il grado di sostituibilità tra i fattori della produzione
641 Cosa è un isoquanto ? L'insieme delle combinazioni efficienti dei fattori produttivi che forniscono lo stesso livello di produzione L'insieme delle combinazioni efficienti di fattori della produzione che assicurano dati costi variabili L'insieme delle combinazioni efficienti di fattori della produzione che assicurano dati costi totali
642 Cosa significa che un'impresa è un "price taker" (prende i prezzi come dati) Non è in grado col suo comportamento di influenzare il prezzo di vendita dei beni che produce È in grado di porre in essere comportamenti strategici nel processo di formazione dei prezzi Endogenizza le reazioni dei concorrenti nel processo di determinazione dei prezzi
643 La teoria di Heckscher e Ohlin Sostiene che ogni paese tenderà a esportare quei beni la cui produzione richiede un uso più intenso del fattore di cui ha maggiore disponibilità Nota anche come “paradosso di Leontief”, evidenzia che anche paesi il cui progresso tecnologico è molto elevato, risultano essere esportatori di beni ad alta intensità di lavoro e importatori di merci a elevato contenuto di capitale    Nota anche come “paradosso ricardiano”, afferma che i paesi importano le merci di cui essi stessi hanno un vantaggio comparato nella produzione 
644 Se i fattori della produzione sono due e i loro prezzi sono costanti, l'isocosto è Una retta Una curva concava verso l'origine Una curva concava verso l'alto
645 Se due beni sono tra loro complementari La domanda di uno diminuisce al crescere del prezzo dell'altro La domanda di uno cresce al crescere del prezzo dell'altro Le domande dei due beni sono tra loro indipendenti
646 Se due beni sono tra loro sostituibili La domanda di uno cresce al crescere del prezzo dell'altro La domanda di uno diminuisce al crescere del prezzo dell'altro Le domande dei due beni sono tra loro indipendenti
647 Cosa è la curva di domanda di un bene? È la relazione esistente tra le quantità domandate di quel bene e il suo prezzo È la relazione esistente tra le quantità domandate di quel bene e il reddito del consumatore È la relazione esistente tra il prezzo di quel bene e il reddito del consumatore
648 Che cosa rappresenta ciascun punto della curva di domanda? Il  valore approssimativo dell'utilità marginale di quella quantità di consumo  Il valore della produzione venduta Il reddito dei consumatori
649 Cos'è il surplus del consumatore? L'area compresa tra la curva di domanda e la linea del prezzo L'area compresa tra la linea del prezzo e la curva dei costi marginali L'area compresa tra la curva della domanda e la curva dei costi marginali
650 La curva di offerta di lavoro Indica quanto i lavoratori sono disponibili a lavorare al variare del salario reale Indica quanto gli imprenditori  sono disponibili ad assumere al variare del salario  Mette su grafico le richieste di lavoro dei principali quotidiani nazionali
651 Cosa è il monopolio naturale? Un monopolio che emerge naturalmente dall'operare delle forze di mercato Il monopolio delle risorse naturali Il monopolio con costi crescenti
652 Da cosa dipende prevalentemente  il monopolio naturale Economie di scala Barriere strategiche all'entrata Barriere legali
653 La curva di domanda di lavoro Indica quanto gli imprenditori  sono disponibili ad assumere al variare del salario reale  Indica quanto i lavoratori sono disponibili a lavorare al variare del salario reale  Mette su grafico le richieste di lavoro dei principali quotidiani nazionali
654 Nell'ambito delle scelte intertemporali di consumo, un aumento del tasso d'interesse Conduce a un risultato ambiguo in termini di effetti sul consumo e sul risparmio Conduce a un aumento dei consumi Conduce a un aumento del risparmio
655 Nella sezione dei movimenti di capitali della bilancia dei pagamenti vengono ricompresi Gli investimenti diretti (IDE) e gli investimenti di portafoglio Le rimesse degli emigrati Gli interessi sui titoli obbligazionari
656 Che cos'è il valore attuale scontato? Il minimo che si è disposti a ricevere oggi per una somma da ottenere a una data futura Il valore di un bene valutato ai prezzi di oggi Il valore di un bene valutato ai prezzi di acquisto
657 Che cosa è il premio al rischio? Il rendimento extra che i risparmiatori richiedono per investire in attività rischiose Il premio che gli scommettitori ricevono se vincono Il premio che si ottiene rischiando
658 Secondo l’approccio marginalista, la condizione di massimizzazione dell’utilità soggetta a vincoli e in presenza di due beni (X e Y)  Impone di allocare tutto il reddito del consumatore in modo che l’utilità marginale dell’ultimo euro speso per il bene X e per il bene Y sia la stessa Impone di allocare tutto il reddito in modo che il saggio marginale di sostituzione fra i due beni X e Y eguagli l'utilità marginale di X o di Y Impone di allocare tutto il reddito del consumatore in modo che il saggio marginale di trasformazione fra i due beni X e Y eguagli il rapporto tra i rispettivi costi marginali
659 La produttività del lavoro è Il rapporto tra l'output è il numero dei lavoratori impiegati a produrlo Uguale al fabbisogno unitario di lavoro di una certa produzione Uguale al reddito pro capite
660 Quale di queste caratteristiche meglio definisce un bene pubblico? Un bene caratterizzato dalla non rivalità nel consumo  Un bene prodotto dallo Stato  Un bene di proprietà pubblica
661 Che cosa è una esternalità? Una situazione in cui il comportamento di un soggetto influenza il benessere di un altro soggetto, senza che esista un mercato che lo disciplini Un trasferimento di ricchezza da un mercato a un altro Un fenomeno che proviene dall'estero
662 L'elasticità di prezzo incrociata  Misura il grado di variazione delle quantità domandate di un bene al variare dei prezzi di un altro bene  È il rapporto tra le elasticità delle quantità domandate di due beni Misura il grado di variazione dei prezzi di un bene al variare delle quanti domandate di un altro bene 
663 Che relazione c’è tra il ricavo marginale (Rmg), il prezzo (P) e l’elasticità della domanda al prezzo (e) in valore assoluto? Rmg=P(1-1/e) Rmg=e(1-P) P=(Rmg/e)
664 Che cos'è la perdita secca? La perdita irrecuperabile di surplus del consumatore associata alla fissazione di un prezzo superiore al prezzo concorrenziale La perdita in borsa all'indomani del fallimento di Lehman Brothers La perdita di profitti associata a un investimento rischioso
665 A un'impresa non conviene produrre Quando il prezzo è inferiore al costo medio variabile Quando il prezzo è inferiore al costo medio totale Quando il prezzo è inferiore al costo marginale
666 Il valore atteso di un investimento È la media ponderata di tutti i risultati possibili in corrispondenza dei vari stati del mondo, dove come pesi si usano le probabilità di verificarsi dei vari risultati Sono le prospettive dei profitti derivanti dall’investimento È l’attualizzazione dei redditi futuri derivanti dall’investimento
667 Per un determinato progetto economico, la deviazione standard misura la dispersione dei risultati possibili rispetto al valore atteso del progetto. Più è basso il valore della deviazione standard Più è basso il grado di rischio del progetto Più rischioso è il progetto Minore è l’incertezza sui risultati del progetto
668 L’agente rappresentativo, se ha un’utilità marginale della moneta decrescente, è Avverso al rischio Neutrale al rischio Amante del rischio
669 Un reddito pari a €10.000 apporta al consumatore 2 unità di utilità, mentre un reddito di €20.000 gli danno 3 unità di utilità. Riportando il reddito sull’asse delle ascisse, la sua funzione di utilità è Concava (o rivolta verso il basso) Convessa (o rivolta verso l’alto) Una linea retta
670 Può accadere che se una scommessa è “giusta” (in senso attuariale), l’utilità attesa alla scommessa sia negativa? Mai No
671 Un investimento dà un profitto di €20.000 con il 40% di probabilità e una perdita di €10.000 con il 60% di probabilità. Il valore atteso del profitto monetario di tale progetto è positivo. Cosa sceglierà l’investitore? Se è avversa al rischio, non intraprenderà il progetto Se è un agente economico razionale, intraprenderà sempre il progetto che gli dà un profitto Se è neutrale al rischio, gli sarà del tutto indifferente se realizzarlo o meno
672 Secondo il modello del ciclo vitale, il consumo di un determinato anno è stabilito in funzione del reddito Previsto nel corso dell'intera vita Percepito nel corso dell'anno Percepito nel passato
673 In presenza di due beni di consumo il vincolo di bilancio è Lineare e inclinato negativamente Lineare e inclinato positivamente Una curva convessa
674 Un reddito certo pari a €150 offre all’agente economico lo stesso livello di utilità derivante da un’attività economica rischiosa con un reddito atteso di €180. Quanto sarà disposto a pagare l’individuo avverso al rischio per assicurarsi contro il rischio? Fino a €30 Almeno €150 Fino a €180
675 Com’è l’utilità marginale del reddito monetario di un soggetto amante del rischio? Crescente Decrescente, per la "legge dell’utilità marginale decrescente" In linea con le predizioni dell’approccio dell’utilità cardinale
676 Se i fattori produttivi possono essere combinati solo secondo proporzioni fisse, che forma assumono gli isoquanti? Ad angolo retto Concavi verso l’origine degli assi Di L rovesciata
677 Un soggetto avverso al rischio A parità di rendimento preferisce sempre l'investimento certo Non farebbe mai un investimento rischioso Non opera in borsa
678 L'ammortamento economico di un investimento in un macchinario può essere definito come La differenza tra il prezzo di acquisto e il prezzo di rivendita di un macchinario Il costo opportunità dell'investimento Il valore attuale dell'investimento
679 Vi sono economie di gamma (economies of scope) quando È meno costoso per una sola impresa produrre diversi beni che per diverse imprese produrre ciascuno di tali beni singolarmente È conveniente produrre un bene attraverso un monopolio naturale, grazie alla presenza di economie di scala crescenti C’è la possibilità per le imprese di realizzare economie interne con l’espandersi della produzione
680 Il ricavo marginale di un'impresa è Inferiore o uguale al prezzo di vendita Sempre inferiore al prezzo di vendita Sempre superiore al prezzo di vendita
681 La funzione della produzione Indica il massimo livello di output producibile con un data combinazione di input Indica la combinazione di input che minimizza i costi di produzione Indica il livello di output che massimizza i profitti
682 Nel caso che le quantità di input raddoppino, si hanno rendimenti di scala crescenti quando La produzione più che raddoppia La produzione si dimezza La produzione raddoppia
683 Se vi è correlazione negativa perfetta tra due attività finanziarie, quando il rischio di portafoglio può essere del tutto eliminato? Detenendo entrambe le attività in portafoglio Eliminando una delle due attività Sostituendo entrambe le attività
684 Un investitore è neutrale rispetto al rischio quando È indifferente tra investimenti che generano lo stesso rendimento atteso ma sono caratterizzati da gradi di rischio diversi Preferisce sempre l'investimento certo Preferisce sempre l'investimento più rischioso
685 Un investitore è avverso al rischio quando Preferisce l'investimento certo, talvolta anche se meno conveniente dell'investimento più rischioso È indifferente tra investimenti che generano lo stesso rendimento atteso ma sono caratterizzati da gradi di rischio diversi Preferisce sempre l'investimento dal rendimento più elevato
686 Quando il costo marginale è inferiore ai costi variabili medi I costi variabili medi diminuiscono I costi variarli medi crescono I costi variarli medi sono costanti
687 Quando il costo marginale è superiore ai costi variabili medi I costi variabili medi crescono I costi variarli medi diminuiscono I costi variarli medi sono costanti
688 Quando il costo marginale è uguale al costo variabile medio I costi variabili medi  raggiungono il punto di minimo I costi variarli medi diminuiscono I costi variarli medi crescono
689 Quando il prezzo è inferiore al costo marginale  L'impresa guadagna o perde a seconda del livello dei costi medi totali Non è mai possibile L'impresa subisce una perdita
690 La curva di offerta di breve periodo di un'industria  È la somma orizzontale della curva di offerta di breve periodo delle imprese che la compongono  È la somma verticale della curva di offerta di breve periodo delle imprese che la compongono  Non è collegata alle curve di offerta di breve periodo delle imprese che la compongono
691 Nel disegnare la curva dei costi di breve periodo Si mantiene fisso  lo stock di capitale Si fanno variare i prezzi dei fattori della produzione Tutti i fattori della produzione sono soggetti a variazione 
692 Cosa è una unione doganale? Un’area costituita da paesi che si impegnano reciprocamente a eliminare i dazi tra loro e ad adottare una politica tariffaria comune Un’area costituita da paesi che si impegnano reciprocamente a eliminare i dazi tra loro, ad adottare una politica tariffaria comune e assetti regolatori identici  Un’area di libero scambio
693 Cosa è l'elenco delle tariffe doganali? L’elenco di tutte le merci che uno Stato colpisce con un dazio al loro ingresso, con l’indicazione delle aliquote  L’elenco che specifica per ogni Stato la quantità massima che può essere importata di una determinata merce estera  L’elenco delle merci specificato da ciascuno Stato che hanno diritto a uno sgravio (premio) quando vengono esportate
694 Il costo marginale di lungo periodo È il costo di un'unità aggiuntiva di produzione consentendo la variazione di tutti i fattori della produzione  Non esiste È il costo di un'unità aggiuntiva di produzione mantenendo costanti i livelli di alcuni fattori della produzione 
695 In monopolio, il prezzo è uguale al costo marginale? Falso  Vero  Solo nel caso del monopolio senza costi
696 In concorrenza perfetta che legame c'è tra la curva di offerta di un'impresa e la curva del costo marginale Il tratto crescente della curva del costo marginale è la curva di offerta dell'impresa Nessun legame La curva di offerta dell'impresa è la curva del costo marginale  
697 Il tying, o vendita congiunta di più beni, è una pratica secondo cui Si impone al consumatore l’acquisto di quantità variabili di un secondo bene utile per l’uso del primo, come condizione per l’acquisto del bene desiderato Viene concesso al consumatore un prezzo particolarmente agevolato nel caso acquisti insieme due beni strettamente succedanei Viene concesso al consumatore la possibilità di acquistare due unità di un bene al prezzo di uno
698 Il cosiddetto bundling è una pratica secondo cui L’impresa chiede ai consumatori di acquistare insieme più prodotti in un unico “pacchetto” in cui le quantità dei diversi beni siano prefissate L’impresa propone ai consumatori di acquistare, anziché una sola unità, più unità dello stesso bene, imponendo a tale pacchetto un prezzo inferiore a quello che il consumatore avrebbe pagato per ciascuna unità acquistata singolarmente L’impresa propone al consumatore di acquistare grandi quantità del medesimo bene a un prezzo agevolato, solo in determinati periodo dell’anno, quando il consumo di tale bene è particolarmente diffuso
699 Quale dei seguenti esempi risponde a una pratica di tipo bundling? Il menu fisso al ristorante, anziché l’ordinazione alla carta L’acquisto di una macchina fotocopiatrice condizionata all’acquisto anche della carta per fotocopiare del medesimo marchio La quota di iscrizione a un club con il prezzo di ingresso pagato singolarmente
700 Nel modello della concorrenza perfetta il ruolo della concorrenza È quello di garantire l'efficienza allocativa È quello di favorire la differenziazione del prodotto È quello di favorire l'innovazione e la crescita
701 In economia impresa e industria Sono due concetti diversi, l'industria è un insieme di imprese che producono lo stesso bene Sono sinonimi Sono due concetti diversi, l'industria è un insieme di imprese in concorrenza perfetta
702 L’elasticità della domanda di un bene rispetto al suo prezzo è tanto più bassa  Quanto minore è il grado di sostituibilità con gli altri beni Quanto maggiore è il grado di sostituibilità con gli altri beni Quanto maggiore è la quota di mercato dell'impresa
703 Nel lungo periodo, dove si trova l’equilibrio dell’impresa in regime di concorrenza monopolistica? Sul tratto della curva di costo medio inclinato negativamente In corrispondenza del punto di minimo della curva del costo medio In corrispondenza del punto in cui costo medio e costo marginale si uguagliano
704 I sunk costs(o costi irrecuperabili) sono  I costi dei fattori della produzione che nel breve periodo non hanno possibili usi alternativi Sono i costi collegati agli investimenti "sbagliati" Sono i costi sociali collegati alla produzione, per esempio i costi dell'inquinamento
705 In quale dei seguenti regimi di mercato l’interdipendenza è la caratteristica principale? Oligopolio Monopolio naturale Concorrenza imperfetta
706 In un mercato oligopolistico alla Cournot, il bene prodotto È omogeneo È differenziato Può essere sia omogeneo che differenziato
707 The tragedy of commons, elaborata da Garret Hardin nel 1968, fa riferimento A uno sfruttamento superiore a quello socialmente desiderabile delle risorse a libero accesso, non soggette a diritto di proprietà All’eccessivo sfruttamento dei beni pubblici a causa del free-riding Al rapido esaurimento delle risorse naturali, in mancanza di un’adeguata regolamentazione che ne disciplini l’uso
708 In monopolio, quando il prezzo è maggiore del costo marginale di lungo periodo, si ha Una inefficienza allocativa  Una inefficienza produttiva Una inefficienza distributiva
709 Nel modello di oligopolio alla Cournot i margini di profitto sono Inferiori a quelli del monopolio Uguali a quelli del monopolio Superiori a quelli del monopolio
710 Nel modello di oligopolio alla Cournot i margini di profitto Diminuiscono al crescere del numero delle imprese Aumentano al crescere del numero delle imprese Sono indipendenti dal numero delle imprese
711 Nell'ipotesi di tassazione proporzionale all'aliquota t se la funzione del consumo è lineare, la propensione marginale a consumare reddito effettivo è pari a  c (1-t)                                                                          dove c è la propensione marginale a consumare reddito disponibile c + (1 - t)                                                                          dove c è la propensione marginale a consumare reddito disponibile c - (1 - t)                                                                          dove c è la propensione marginale a consumare reddito disponibile
712 In quale situazione l’impresa manterrà costante il prezzo nel modello della curva di domanda spezzata? Quando la curva del costo marginale interseca quella del ricavo marginale nel suo punto di discontinuità Quando la curva del costo marginale interseca la curva di domanda nel suo punto di discontinuità Quando, in corrispondenza del segmento di discontinuità della curva del costo marginale, questa interseca la curva del ricavo marginale 
713 Cosa rappresenta la X-inefficienza? La perdita sociale derivante dalla mancanza di stimoli da parte del monopolista a produrre al costo minimo, in mancanza di rivali L’inefficienza derivante da una produzione realizzata in presenza di economie di scala decrescenti L’inefficienza della produzione realizzata in perdita dalle imprese in concorrenza perfetta nel breve periodo, pur di sopravvivere nel lungo termine
714 Cosa si intende per “ricerca di posizioni di rendita”? Il costo dell'attività di lobby dei monopolisti volta a far approvare progetti di legge a loro favore, per evitare processi di liberalizzazione, per evitare interventi antitrust, per ottenere dazi all'importazione In oligopolio, è il tentativo di un’impresa di diventare leader del mercato È la realizzazione di cartelli in un regime di oligopolio per scoraggiare l’entrata nel mercato di altre imprese
715 Per massimizzare i propri profitti, in quale tratto della propria curva di domanda si collocherà il monopolista? In quello elastico In quello con elasticità unitaria In quello inelastico
716 In regime di monopolio, che valore assume il ricavo marginale quando la domanda ha elasticità unitaria? Nullo Negativo Positivo
717 Considerando la relazione tra ricavo marginale, prezzo ed elasticità della domanda al prezzo, che rapporto sussiste tra ricavo marginale e prezzo in regime di monopolio? Per qualsiasi valore dell'elasticità minore di infinito, il ricavo marginale è inferiore al prezzo Per qualsiasi valore dell'elasticità minore di infinito, il prezzo è inferiore al ricavo marginale In corrispondenza di un valore dell'elasticità pari a infinito, il prezzo è superiore al ricavo marginale
718 Nel caso di rendimenti costanti di scala che forma ha la curva dei costi medi  È una linea retta  Ad U Ad U rovesciata
719 In caso di rendimenti crescenti di scala che pendenza ha la curva dei costi medi Negativa Positiva È parallela all'asse delle ascisse
720 In quale circostanza si verifica un dumping? Quando un’impresa effettua sui mercati esteri una vendita di un bene sottocosto, ovvero a livelli di prezzo inferiori rispetto a quelli praticati sui mercati interni, per esempio per smaltire le eccedenze di scorte Con la discriminazione internazionale del prezzo Quando un’impresa effettua una vendita di un bene sottocosto, o comunque a prezzi minori sui mercati esteri, provocando l’uscita dei competitor esteri da tali mercati
721 Nel modello di concorrenza perfetta l'elasticità della domanda al prezzo che fronteggia ciascuna impresa  È pari a infinito È zero Non è possibile calcolarla
722 Qual è il valore atteso di un investimento che ha come rendimenti possibili  €4.000 e €6.000, con rispettive probabilità di 0,6 e 0,4? € 4.800 € 2.400 € 5.000
723 Ipotizziamo due investimenti, A e B, con lo stesso valore atteso e con deviazione standard rispettivamente di €980 e €1.661: se l’investitore è avverso al rischio, quale dei due sceglierebbe? Il progetto A Il progetto B Gli sarebbero indifferenti, in quanto hanno il medesimo valore atteso
724 In caso di rendimenti decrescenti di scala che pendenza ha la curva dei costi medi Positiva Negativa È una linea retta 
725 Se l'elasticità della domanda è pari a infinito il ricavo marginale è uguale Al prezzo A zero È negativo
726 In quale circostanza la curva del costo totale di lungo periodo è una retta inclinata positivamente che passa per l’origine degli assi? Quando sussistono rendimenti di scala costanti per qualsiasi livello di produzione Quando, nel lungo periodo, tutti i fattori produttivi variano in proporzioni fisse La curva del costo totale non può passare mai per l’origine degli assi, poiché, anche quando la produzione è zero, l’impresa sostiene comunque una quota di costi fissi
727 La capacità in eccesso è inversamente correlata con l’elasticità della domanda rispetto al prezzo per l’impresa in regime di concorrenza monopolistica Vero  Falso  Vero solo nel breve periodo, poiché nel lungo periodo l’impresa con capacità in eccesso dovrà abbandonare il mercato
728 Il surplus totale  È l'area compresa tra la curva di domanda e la curva del costo marginale È l'area compresa tra la curva di domanda e la linea del prezzo È l'area sotto la curva del costo marginale
729 Il ricavo marginale di un'impresa è negativo quando  L'elasticità della domanda è inferiore a uno (inelastica) L'elasticità della domanda è pari a uno L'elasticità della domanda è pari a zero
730 Cos'è l'asimmetria informativa? Quando una parte coinvolta in una transazione ha informazioni rilevanti che l'altra parte non ha Quando le transazioni avvengono all'insaputa delle autorità fiscali Quando la transazione avviene tra soggetti con un potere economico molto diverso tra loro
731 La curva delle possibilità produttive si trova Massimizzando la quantita prodotta di un bene data la quantità prodotta dell'altro Massimizzando la quantita prodotta di entrambi i beni Massimizzando la quantita prodotta dei due beni dati i livelli dei fattori produttivi 
732 Una allocazione di beni e di input produttivi è efficiente secondo Pareto Quando non è possibile avvantaggiare alcun individuo senza danneggiarne almeno un altro Quando è equa dal punto di vista distributivo Quando la distribuzione della ricchezza è egualitaria
733 L'efficienza secondo Pareto Non richiede di effettuare confronti interpersonali di utilità Richiede di effettuare confronti interpersonali di utilità Prescinde dall'utilità dei singoli
734 Nel caso di discriminazione di prezzo di primo grado (discriminazione perfetta) La curva del ricavo marginale coincide con la curva di domanda La curva del ricavo marginale è superiore alla curva della domanda La curva del ricavo marginale è inferiore alla curva di domanda
735 Con la tariffa a due parti Al consumatore viene richiesto un pagamento iniziale per il diritto ad acquistare il prodotto e un prezzo unitario per ogni unità di prodotto acquistata Al consumatore viene chiesto di pagare un prezzo unitario uguale per il primo stock di beni e un prezzo unitario inferiore per lo stock di beni successivo A una certa categoria di consumatori (es. le famiglie) viene richiesta una tariffa diversa da quella richiesta a un’altra categoria di consumatori (es. le imprese), pur essendo il prodotto erogato il medesimo
736 La discriminazione di prezzo del terzo tipo si ha quando  Il produttore fissa prezzi diversi a seconda delle caratteristiche dei clienti Il produttore discrimina al massimo tra tre gruppi di clienti È solo una costruzione teorica e non ha risvolti pratici
737 Cosa è un cartello Un accordo tra concorrenti volto a tenere alti i prezzi Un accordo tra clienti e fornitori volto a stabilizzare i prezzi di vendita Un accordo tra concorrenti volto a tenere bassi i prezzi
738 In un sistema di pagamento bimetallico (oro e argento) in cui il valore di mercato dell'oro contenuto in una moneta è superiore al suo valore facciale Circoleranno solo le monete d'argento Circoleranno solo le monete d'oro Circoleranno entrambe
739 Il monopsonista  Acquista a prezzi più bassi Acquista a prezzi più alti Vende a prezzi più alti
740 La flessibilità nell'utilizzazione dei fattori della produzione al cambiamento dei loro prezzi relativi È più elevata nel lungo periodo che nel breve periodo È più elevata nel breve periodo che nel lungo periodo Le combinazioni dei fattori della produzione non dipendono dai prezzi relativi
741 Quale delle seguenti condizioni non è tra i requisiti necessari per pervenire a una situazione di equilibrio economico generale walrasiano ? Eguale distribuzione del reddito nella società Società formata da individui perfettamente informati Prezzi flessibili
742 Quale dei seguenti fenomeni non è una possibile conseguenza di una situazione di “asimmetria di informazione”? Il “free riding” (“andare a scrocco”) L’“adverse selection” (“selezione avversa”) Il “moral hazard” (“azzardo morale”)
743 Supponiamo che il mercato sia formato da due imprese che competono sul prezzo (concorrenza alla Bertrand) e che queste imprese siano caratterizzate da rendimenti costanti di scala e abbiano a disposizione la medesima tecnologia In equilibrio i margini di profitto sono nulli In equilibrio i margini di profitto sono uguali alla metà del margine di profitto di monopolio In equilibrio i margini di profitto sono negativi
744 La vendita dei diritti di inquinamento è Uno strumento economico per internalizzare esternalità ambientali Una licenza a inquinare Uno strumento volto ad allocare il diritto di inquinare alle produzioni meno importanti per la società  
745 Quale di queste affermazioni è sbagliata Più i costi delle imprese sono diversi più è facile per le imprese colludere sui prezzi di vendita Più la domanda varia da un periodo all'altro più è difficile per le imprese accordarsi sui prezzi di vendita Più è facile per le imprese controllare i comportamenti dei concorrenti più è facile accordarsi sui prezzi di vendita
746 Quale di queste affermazioni è sbagliata Maggiore è il numero delle imprese concorrenti nel mercato più è facile per loro accordarsi sui prezzi di vendita Più i singoli ordini sono grandi rispetto alla domanda totale del mercato più è difficile accordarsi tra concorrenti sui prezzi di vendita Se i prezzi sono negoziati segretamente con ciascun cliente più è difficile per i concorrenti accordarsi sui prezzi di vendita
747 Per sussidiare il consumo dei poveri, la teoria neoclassica preferisce un trasferimento in denaro o in natura? In denaro, perché non provoca distorsioni In natura, perché non può essere speso per consumi superflui In natura, perché ha un costo inferiore per lo Stato
748 Che cos’è l’indice di Gini? Una misura della disuguaglianza Una misura della povertà Una misura della progressività dell’imposta sul reddito
749 La curva di domanda residuale di un'impresa dominante È la curva di domanda che fronteggia una singola impresa nel mercato È la curva di domanda degli acquirenti marginali È la parte di domanda non spiegata dalle sue determinanti principali
750 Nel caso di eccesso di offerta in concorrenza perfetta, i prezzi Diminuiscono Aumentano Restano costanti perché la curva di offerta è perfettamente elastica
751 Che cosa è necessario affinché un mercato assicurativo privato funzioni? La probabilità dell’evento non deve essere molto vicina all’unità Deve esserci concorrenza tra le compagnie di assicurazione Il mercato deve essere regolato da un’autorità indipendente
752 Il costo unitario per famiglia in un sistema pubblico e obbligatorio di finanziamento della sanità  È inferiore al premio assicurativo che emergerebbe in un regime privatistico e volontario  È superiore al premio assicurativo che emergerebbe in un regime privatistico e volontario  È uguale al premio assicurativo che emergerebbe in un regime privatistico e volontario 
753 Che cosa sono i prodotti derivati? Strumenti finanziari non indipendenti il cui valore dipende dal valore di mercato dell'attività cui essi sono collegati (una valuta, un'azione, un'obbligazione, ecc.) Obbligazioni a tasso variabile dipendente dall’andamento dell’inflazione Obbligazioni convertibili in cui l’opzione dipende dall’andamento del titolo
754 L'azzardo morale deriva Da un comportamento inosservabile Da una caratteristica inosservabile Da una scommessa mal riuscita
755 La regola di Ramsey per le imposte sui beni, nel caso di consumatori identici, stabilisce che Per minimizzare la distorsione complessiva del sistema di imposte occorre tassare maggiormente i beni con domanda e offerta meno elastiche al prezzo Per ottenere una maggiore equità è preferibile tassare di più i beni di lusso È possibile eliminare le distorsioni ricorrendo a un sistema di imposte in somma fissa
756 In un titolo con cedole, il rendimento immediato è dato dal rapporto tra L’importo delle cedole e il prezzo del titolo Prezzo del titolo e valore corrente di mercato L’importo delle cedole e il tasso di interesse
757 Cosa è “l’effetto di annuncio”? Una modificazione temporanea del comportamento degli operatori economici connessa all’annuncio di misure di politica economica da parte di un'autorità di politica economica La variazione dei salari reali conseguente all’annuncio dei dati dell’inflazione La variazione dei salari nominali conseguente all’annuncio dei dati dell’inflazione
758 Quale dei seguenti strumenti opera come barriera non tariffaria alle importazioni? La fissazione di standard di sicurezza per i prodotti provenienti dall’estero L’imposizione di dazi L’erogazione di sussidi
759 Se mi assicuro contro il furto tenderò a essere meno attento  a non farmi rubare la macchina. Ciò configura Azzardo morale Selezione avversa Azzardo morale o selezione avversa a seconda dei casi
760 Come conseguenza dell'azzardo morale, una compagnia assicurativa  Introduce una franchigia Aumenta i premi Aumenta i premi per gli assicurati più rischiosi
761 Introdurre un sistema di incentivi sui risultati (pagare il commesso in funzione delle vendite) Risolve un problema di azzardo morale Risolve un problema di selezione avversa È iniquo perché molto spesso le vendite sono indipendenti dallo sforzo del venditore
762 Un bene pubblico è Un bene dal cui consumo non è possibile escludere alcuno Un bene prodotto dallo Stato Un bene di tutti
763 La teoria del “ciclo vitale” spiega la possibilità di un consumo stabile rispetto al reddito attraverso Il risparmio nella parte centrale della vita che consente di pagare i debiti precedenti e consumi successivi L’eccesso di reddito sul consumo nelle parti iniziali e finali della vita L’eccesso del reddito sul consumo nella parte iniziale della vita
764 Quale di questi non è un bene pubblico La sanità L'illuminazione delle strade La difesa nazionale
765 L'elasticità della domanda al prezzo è più elevata Più lungo è il periodo di reazione considerato Più breve è il periodo di reazione considerato Più elevata è l'età dell'acquirente
766 Con una curva di domanda verticale L'elasticità della domanda è pari a zero L'elasticità della domanda è pari a infinito L'elasticità della domanda è unitaria
767 Con una curva di domanda orizzontale L'elasticità della domanda è pari a infinito L'elasticità della domanda è pari a zero L'elasticità della domanda è unitaria
768 Il trade-off tra due variabili economiche indica Una relazione di scambio fra le stesse Una relazione diretta Una relazione d'indipendenza
769 Quali ripercussioni si verificherebbero nell’industria automobilistica se il reddito dei consumatori aumentasse del 10% e l’elasticità della domanda al reddito fosse del 2,5? Si registrerebbe un incremento di vendite del 25% Si avrebbe un aumento del 10% delle vendite Si avrebbe un aumento delle vendite del 12,5%
770 Quando due curve di domanda si intersecano, quale risulta più elastica nel punto di intersezione? Quella più piatta Hanno elasticità identica Quella più inclinata
771 Nel duopolio, come si determina l’equilibrio di Cournot? Individuando il punto di intersezione delle funzioni di reazione dei duopolisti Tramite un cartello, costituito fra imprese in un regime di duopolio, che definisce quantità totale della produzione, quote di mercato per ciascuna di esse e prezzi di vendita In maniera identica a quello della concorrenza perfetta
772 Se l'impresa A produce un bene che è un perfetto sostituto di quello prodotto dall'impresa B, in generale l'elasticità al prezzo dell'impresa A è uguale A infinito A zero A uno
773 In contabilità nazionale, a che cosa è uguale l’eccesso di risparmio rispetto agli investimenti del settore privato? Alla somma di disavanzo pubblico ed esportazioni nette Alla somma di disavanzo pubblico ed esportazioni lorde Alla variazione delle scorte
774 Una variazione dei prezzi dei beni importati modifica L’indice dei prezzi al consumo, ma non nel deflatore implicito del PIL Nel deflatore implicito del PIL, ma non nell’indice dei prezzi al consumo Non produce effetti sui prezzi interni
775 In contabilità nazionale si ha Che il risparmio privato è dato dalla somma dell’investimento privato, del disavanzo pubblico e delle esportazioni nette Che il risparmio privato è dato dalla somma dell’investimento privato e dell'avanzo pubblico Che il risparmio privato è uguale al disavanzo pubblico
776 Supponete che nel mercato dei prodotti di abbigliamento ciascun consumatore desideri un colore/modello diverso Il mercato è in concorrenza monopolistica Il mercato è formato da tanti monopoli Il mercato è in concorrenza perfetta
777 Quando la domanda di moneta  è indipendente dal tasso dell'interesse la curva LM è Verticale Orizzontale Inclinata negativamente
778 In un mercato in concorrenza monopolistica  Non esistono barriere tecnologiche o legali che ostacolano l'ingresso di concorrenti Esistono barriere tecnologiche o legali che ostacolano l'ingresso di concorrenti I profitti sono sempre positivi
779 Se l'elasticità della domanda rispetto al reddito è pari all'unità La spesa totale per quel bene non varia al variare del reddito La spesa totale per quel bene cresce al crescere del reddito La spesa totale per quel bene diminuisce al crescere del reddito
780 A parità di altre condizioni, un aumento dell'imposta sul reddito da lavoro determina normalmente  Una riduzione dell'offerta di lavoro Un aumento dell'offerta di lavoro Non produce effetti sull'offerta di lavoro
781 Due beni sono tra loro complementari Quando l'aumento del prezzo di uno riduce la domanda dell'altro Quando l'aumento del prezzo di uno accresce la domanda dell'altro Quando i due beni sono tra loro indipendenti
782 Cosa è la curva di apprendimento? Rappresenta la diminuzione nel tempo dei costi medi in corrispondenza dell'aumento cumulato della produzione dell’impresa  È la diminuzione dei costi totali di produzione grazie al know how dei lavoratori migliori e premiati con un salario più alto (“salari di efficienza”) Collega la produttività del lavoro all'esperienza dei lavoratori
783 Nel modello classico, quale scelta deve compiere il singolo lavoratore sul mercato del lavoro? Tra lavoro e tempo libero Tra diversi livelli di salario Tra libera determinazione del salario e salari fissati dal sindacato
784 L'inflazione inattesa è un vantaggio  Per i debitori Per i creditori Per nessuno
785 Cosa sono i credence goods? Beni di cui non si conosce la qualità prima e dopo l'acquisto  Beni di cui si conosce la qualità prima dell'acquisto Beni di cui si conosce la qualità solo dopo l'acquisto
786 Nell’apparato analitico della teoria dei giochi, cosa è il dilemma del prigioniero? È una rappresentazione sintetica di una situazione di conflitto di interesse tra due soggetti È una rappresentazione sintetica di una situazione in cui due soggetti massimizzano il proprio benessere tramite un comportamento coordinato È un gioco in cui c'è informazione incompleta e imperfetta
787 Nella teoria dei giochi, l’equilibrio si ottiene se Tutti i giocatori scelgono il meglio possibile per se stessi, per ogni mossa degli avversari I giocatori scelgono in modo di evitare la situazione peggiore per tutti I giocatori riescono a comunicare in qualche forma
788 Che cosa prevede la soluzione di second best in un monopolio naturale multi-prodotto? Un divario tra prezzo e costo marginale inversamente proporzionale all’elasticità della domanda dei diversi beni Lo stesso divario tra prezzo e costo marginale per tutti i beni Prezzi uguali al costo medio
789 Secondo la teoria dei giochi nel caso del dilemma del prigioniero l'equilibrio cambia se il gioco è ripetuto Vero  Falso  Ambiguo
790 Se il ricavo marginale è inferiore al costo marginale Occorrono ulteriori informazioni per stabilire se l'impresa perde o guadagna I profitti dell'impresa sono positivi L'impresa perde
791 Che cosa è la stagionalità in una serie L'influenza di fattori ricorrenti su un certo fenomeno osservato nel tempo L'influenza delle stagioni sul clima L'influenza del clima su un certo fenomeno osservato nel tempo
792 Alcune variabili anticipano sistematicamente il PIL durante il ciclo, quali sono? La variazione delle scorte L'inflazione I tassi d'interesse
793 I costi di transazione Sono i costi sopportati da soggetti impegnati nello scambio  Sono i costi collegati al passaggio da un regime a un altro (per esempio da un'economia pianificata a una di mercato) Sono i costi del monopolista
794 Data l’equazione del consumo keynesiana:
C=α+bY,
cosa rappresentano rispettivamente i due parametri "a" e "b"?
Intercetta e coefficiente angolare Coefficiente angolare e intercetta Intercetta sull'asse delle x e intercetta sull'asse delle y
795 Quali sono le componenti di carattere sistematico di una serie storica? Trend, ciclo, stagionalità Trend e ciclo Ciclo 
796 Quale di queste serie storiche ha una marcata stagionalità La domanda di energia elettrica La domanda di detersivi La domanda di pane
797 Con rendimenti di scala costanti la curva dei costi medi di lungo periodo  È uguale alla curva dei costi marginali di lungo periodo È superiore alla curva dei costi marginali di lungo periodo È inferiore alla curva dei costi marginali di lungo periodo
798 Con rendimenti di scala costanti la curva dei costi medi di lungo periodo  È rappresentabile con i punti di minimo delle curve dei costi medi di breve periodo È rappresentabile con la sommatoria delle curve dei costi marginali di breve periodo È indipendente dalle curve dei costi medi di breve periodo
799 Nell'equilibrio della concorrenza monopolistica di lungo periodo L'impresa non guadagna extra profitti  L'impresa guadagna extra profitti  Non si può dire se l'impresa guadagni o meno extra profitti perché il risultato dipende dalle curve dei costi
800 Un esempio di esternalità è L'effetto snob che si riferisce al desiderio di possedere beni esclusivi o unici L'effetto del reddito individuale sulla domanda del singolo consumatore L'illusione monetaria 
801 La curva dei costi medi totali è  Superiore alla curva dei costi marginali fino al suo punto di minimo dopo il quale risulta inferiore  Sempre superiore alla curva dei costi marginali  Superiore alla curva dei costi marginali fino al punto di intersezione tra la curva dei costi marginali e quella dei costi medi variabili
802 Il sentiero di espansione rappresenta  L'insieme delle combinazioni di capitale e lavoro caratterizzate dal costo minimo per diversi divelli di prodotto L'insieme delle combinazioni di prezzo e quantità di un bene per le quali si realizza l'equilibrio del mercato l'insieme delle combinazioni di quantità domandata e lavoro per le quali risulta in equilibrio il mercato
803 Indicate il nome della curva che associa un numero a ogni paniere di beni, in modo che ai panieri di consumo preferiti vengano assegnati numeri più elevati Funzione di utilità Curva di indifferenza Funzione del benessere
804 In un’economia con due soli beni e un consumatore, cosa accade se diminuisce il prezzo di un bene X, fermi restando il reddito del consumatore e l’altro prezzo, quello del bene Y? Aumentano le unità del bene X che il consumatore può acquistare, senza che aumentino quelle acquistabili del bene Y Aumenta l’insieme di panieri di combinazioni di X ed Y  che possono essere acquistati dal consumatore Rimangono invariate le quantità del bene X che il consumatore desidera consumare
805 Se la domanda di un bene assume elasticità unitaria rispetto al prezzo, quando il prezzo aumenta del 10%, la spesa per il bene Rimane invariata Si riduce del 10% Aumenta del 10% per i beni di lusso
806 Supponiamo che il Governo intenda promuovere il consumo del bene X (bene normale) attraverso un contributo alla sua produzione che riduce il prezzo del bene; per valutare l’impatto di tale misura, si deve considerare anche il bene Y (bene normale), che è complementare di X. In particolare I consumatori acquisteranno una maggiore quantità di Y I consumatori resteranno del tutto indifferenti se la tassazione per finanziare questo contributo è sufficientemente elevata sul bilancio del consumatore I consumatori tenderanno a sostituire il bene Y con X, quello divenuto ora relativamente più a buon mercato, se essi vengono consumati in proporzioni fisse
807 Supponiamo che il Governo decida di ridurre il consumo del bene X attraverso l’introduzione di un’imposta. Se il consumo del bene Y (l'altro bene) aumenta, tale bene è  Succedaneo di X Complementare di X Inferiore
808 Che cosa è la domanda inversa di un bene X rispetto al suo prezzo? La quantità domandata di un certo bene al variare del prezzo dello stesso. Quanto viene effettivamente consumato del bene X al variare del suo prezzo Il prezzo massimo che il consumatore è disposto a pagare per ogni possibile consumo del bene X
809 Se il saggio marginale di sostituzione intertemporale del consumatore è costante, allora egli È sempre disposto a sostituire il medesimo ammontare di consumo corrente con un’unità di consumo futuro A qualsiasi tasso d'interesse sul mercato preferisce consumare più oggi e meno domani È tanto più disposto a cedere il consumo corrente in cambio di quello futuro quanto più elevato è il consumo presente 
810 In un problema di scelta intertemporale, il consumatore desidera sostituire consumo futuro con quello corrente a un tasso decrescente al crescere del consumo attuale. Ciò significa che Il consumatore dà sempre minore valore a una unità addizionale di consumo presente mano a mano che ne consuma di più Il consumatore dà sempre maggior valore a una unità addizionale di consumo presente mano a mano che ne consuma di più Il consumatore desidera consumare sempre meno consumo corrente al crescere dello stesso
811 Che cosa è il saggio marginale di sostituzione intertemporale? La quantità di consumo futuro cui si desidera rinunciare in cambio di un’unità di consumo corrente La variazione del valore associato alle curve di indifferenza al variare nella stessa proporzione del consumo corrente e futuro La variazione del valore della utilità complessiva  in rapporto a variazioni dei prezzi.
812 Un soggetto deve decidere quanto consumare oggi e quanto consumare domani. Se il tasso d'interesse cresce: L'individuo desidererà risparmiare ulteriormente se era già un risparmiatore L'individuo desidera risparmiare di più L'individuo desidera risparmiare tutto il suo reddito odierno
813 Un aumento del tasso d'interesse Può sia aumentare che diminuire il benessere degli individui a seconda della loro situazione iniziale Aumenta il risparmio degli individui Riduce il benessere degli individui
814 Consideriamo un modello di scelta intertemporale a due periodi: l’agente decide quanto consumare in ciascun periodo, dato il suo reddito e il tasso di interesse. Considerando un individuo che nel primo periodo risparmia, un incremento del tasso di interesse Può far sia aumentare che diminuire il risparmio Determina un aumento del suo risparmio, poiché aumenta il costo-opportunità del consumo  Non fa variare il risparmio se la propensione marginale al risparmio è bassa
815 Quando l’individuo preferisce ricevere il valore atteso di una scommessa piuttosto che correre il rischio di affrontarla: È avverso al rischio È neutrale al rischio Ama l’azzardo
816 Un individuo avverso al rischio Affronta una scelta rischiosa solo se questa promette un sufficiente premio atteso rispetto allo status quo Non affronta scelte rischiose Preferisce sempre avere una somma con certezza piuttosto che affrontare una scelta rischiosa
817 Consideriamo un individuo che si confronta con due scelte (A e B). Messo di fronte alla scelta tra (A) ricevere con certezza € 1.000 e (B) una scommessa che in caso di vincita (con probabilità ½) gli dà € 2.000 e altrimenti zero, un individuo neutrale al rischio: Sarà indifferente tra le due alternative Sceglierà la scommessa Sceglierà una somma certa inferiore a € 1.000 
818 Un individuo avverso al rischio, se potesse acquistare assicurazione in un mercato concorrenziale Cercherebbe di ottenere lo stesso reddito indipendentemente dagli eventi che potrebbero accadere Cercherebbe di ottenere più ricchezza nel caso dell'evento più probabile   Non l'acquisterebbe
819 In presenza di due individui con diversa probabilità di rischio ma tra i quali una società assicurativa non riesce a distinguere, l'individuo meno rischioso Potrebbe desiderare di non acquistare l'assicurazione Pagherà un'assicurazione meno costosa di quella che avrebbe pagato in caso non fosse esistito un individuo più rischioso di lui Si dichiarerà meno rischioso e gli verrà offerta una polizza meno costosa
820 In quale dei seguenti casi un’impresa gode di economie di scala? Quando i costi medi diminuiscono al crescere della produzione Quando i costi variabili diminuiscono all’aumentare della produzione Quando i costi totali aumentano all'aumentare della produzione
821 Cosa si intende per “scala efficiente minima”? Il livello minimo di produzione in corrispondenza del punto di minimo dei costi medi di lungo periodo Il livello massimo di produzione che permette di minimizzare i costi fissi di lungo periodo Il livello massimo di produzione che permette di minimizzare i costi medi di lungo periodo
822 Un imprenditore razionale operante in concorrenza perfetta che riscontra un aumento della produttività marginale del fattore lavoro Desidera domandare più lavoro allo stesso salario Desidera domandare meno lavoro ad un salario più alto Non modificherà comunque le sue scelte riguardo a quanto lavoro domandare
823 Cosa si intende per prezzo relativo di un bene A in termini di un bene B? Il numero di unità del bene B a cui si deve rinunciare per entrare in possesso di una unità del bene A Il numero di unità del bene A a cui si deve rinunciare per entrare in possesso di una unità del bene B Il numero di unità del bene B a cui si è disposti a rinunciare per entrare in possesso delle stesse unità del bene A
824 La differenza tra l'ammontare minimo alla quale il produttore sarebbe disposto a vendere le X unità del bene e quella che effettivamente ottiene è il cosiddetto: Surplus del produttore Profitto normale del produttore Surplus del consumatore
825 In contabilità nazionale, oltre agli acquisti pubblici in conto corrente e in conto capitale, quali sono le componenti della spesa aggregata? Consumi, investimenti, esportazioni nette Consumi, investimenti, importazioni Consumi, investimenti pubblici, importazioni
826 I trasferimenti pubblici sono esclusi dal calcolo del PIL? No, perché fanno comunque parte della ricchezza prodotta nel periodo considerato Sì, per evitare una doppia imposizione
827 In contabilità nazionale, se il risparmio privato risulta pari a 1.000, gli investimenti pari a 1.000 e il bilancio pubblico è in pareggio, le esportazioni nette (esportazioni meno importazioni) sono pari a Zero 1.000 2.000
828 Quando vale l'equivalenza ricardiana è vero che Il metodo di finanziamento della spesa pubblica non modifica l'impatto sull'attività economica della spesa stessa Finanziare la spesa pubblica con tassazione non ha un impatto sull'attività economica Finanziare la spesa pubblica in deficit non ha un impatto sull'attività economica
829 Un aumento delle scorte in aggregato Indica un potenziale rallentamento dell'attività economica Indica un potenziale aumento dell'attività economica Non è un indicatore utile per prevedere un  potenziale cambiamento dell'attività economica nel breve periodo
830 L’indice dei prezzi al consumo calcolato dall’ISTAT ha cadenza temporale minima Mensile Trimestrale Annuale
831 Nella classificazione delle variabili economiche per l'analisi del ciclo economico, la produzione industriale è Prociclica coincidente Prociclica anticipatrice Anticiclica coincidente
832 Nel modello macroeconomico neoclassico la crescita della moneta è  Inflazionistica e neutrale in termini di PIL reale Inflazionistica e restrittiva in termini di PIL reale Inflazionistica ed espansiva in termini di PIL reale
833 Nel modello di Lucas relativo all'equilibrio macroeconomico con aspettative razionali, la politica monetaria è Inefficace quando è attesa Sempre inefficace  Sempre efficace 
834 Nel modello IS-LM, da che cosa può essere causato un aumento del reddito accompagnato da una riduzione del tasso d’interesse? Da un allentamento delle condizioni monetarie Da una politica fiscale espansiva Da un aumento degli investimenti autonomi
835 Nello modello intertemporale di commercio col resto del mondo, uno shock negativo di offerta nel paese nazionale  Genera un aumento del deficit di bilancia commerciale nazionale finanziato dal resto del mondo Genera disoccupazione nazionale e una diminuzione del tasso d'interesse mondiale Non ha un impatto sulle variabili reali
836 Nel modello keynesiano, la funzione del consumo è C=200+0,75(Y-T), l’investimento programmato è pari a 100, la spesa pubblica è 100, le imposte 100. Qual è il livello di equilibrio del reddito? 1.300 1.500 1.000
837 Si consideri il modello IS-LM. Supponiamo che il Parlamento decida di aumentare le imposte sul reddito. Se la Banca Centrale vuole evitare che ciò abbia conseguenze sul tasso di interesse deve  Diminuire l’offerta di moneta Non intervenire, in quanto l’imposta sul reddito non influenza il mercato della moneta Aumentare l’offerta di moneta
838 Nel modello keynesiano, la funzione del consumo è C=300+0,50(Y-T), l’investimento programmato è pari a 200, la spesa pubblica è 100, le imposte 100. Qual è il livello di equilibrio del reddito? 1.100 1.000 1.500
839  Nel modello keynesiano con salari monetari rigidi verso il basso, la disoccupazione È involontaria ma eliminabile È volontaria  È involontaria e permanente
840 Come è la pendenza della curva dell’offerta aggregata di breve periodo quando si considera l’ipotesi di aspettative razionali sul livello di prezzo? Inclinata positivamente nel diagramma cartesiano Y-P Inclinata negativamente nel diagramma cartesiano Y-P Verticale nel diagramma cartesiano Y-P
841 Qual è l’inclinazione della curva di offerta aggregata dinamica di lungo periodo quando prevalgono prezzi flessibili?  Verticale Positiva Negativa
842 Un maggiore desiderio per il tempo libero sposta la curva di offerta di lavoro generando  sul mercato del lavoro Una riduzione delle ore lavorate ma un aumento del salario reale Una riduzione sia delle ore lavorate che del salario reale Una riduzione del salario reale ma un aumento delle ore lavorate
843 Secondo la nuova macroeconomia classica, quando ci sono aspettative razionali, può una politica monetaria annunciata provocare una riduzione della disoccupazione al di sotto del suo livello naturale? No, in nessun caso Sì, ma solo nel breve periodo Sì, sempre
844 Il modello di crescita economica esogena di Solow prevede Un rapporto variabile capitale-lavoro Una tecnologia a rendimenti di scala crescenti Un tasso di crescita costante nel tempo
845 Sulla base delle prescrizioni del modello di Solow con progresso tecnico che cresce a tasso costante, è possibile osservare una convergenza del tenore di vita dei diversi paesi? Sì, in una situazione di crescita bilanciata Dipende dalle opportunità di cogliere il catching up da parte dei paesi più arretrati Mai
846 In un contesto di salari nominali indicizzati all'inflazione,  una politica monetaria inattesa per ridurre l'inflazione Crea meno disoccupazione rispetto a quella che si avrebbe con salari nominali deindicizzati Crea più disoccupazione rispetto a quella che si avrebbe con salari nominali deindicizzati È irrilevante in termini di disoccupazione rispetto a quella che si avrebbe con salari nominali deindicizzati
847 Quale dei seguenti elementi non è tipico del fordismo? Elevato utilizzo del part-time Diminuzione del costo dei prodotti Forte accumulazione di capitale accoppiata a innovazione tecnologica
848 Chi è stato uno dei principali sostenitori dell’approccio alla teoria dell’impresa basato sui “costi di transazione”? Oliver Williamson Alfred Marshall Robert Lucas
849 In quale tratto della curva di domanda si colloca il monopolista per massimizzare il profitto? Nel tratto con elasticità maggiore di uno Nel tratto anelastico  Nel punto in cui il prezzo uguaglia il costo marginale
850 Cosa si intende con l’espressione leverage buyout? I fondi necessari all’acquisizione di un’impresa ottenuti con un prestito garantito dalle attività dell’impresa stessa L’acquisizione del controllo di un’impresa ottenuta con prestiti dei suoi dirigenti L’acquisto di obbligazioni ad alto rendimento
851 Nel modello (più semplice) di oligopolio di Bertrand L'esito (prezzi e quantità prodotte) è analogo a quello di concorrenza perfetta L'esito (prezzi e quantità prodotte) è analogo a quello di monopolio L'esito (prezzi e quantità prodotte) è intermedio tra quello di concorrenza perfetta e di monopolio
852 Nel modello di Bertrand, le imprese quando riducono il prezzo congetturano che il rivale Non modifichi il prezzo Non modifichi le quantità prodotte Cercherà un accordo per spartirsi il mercato
853 Nel modello di duopolio di Cournot, le imprese Scelgono la quantità da vendere, lasciando che il mercato determini il conseguente prezzo Scelgono il prezzo, lasciando che il mercato determini la quantità che viene acquistata a quel prezzo Si comportano una da leader e l’altra da follower
854 Nel modello duopolistico di Stackelberg, in cui un'impresa produce prima di un'altra, l'impresa leader che ottiene maggiori profitti è Quella che annuncia per prima, credibilmente, quanto produrrà incorporando la funzione di reazione dell'impresa rivale Quella che produce aspettando di decidere insieme all'impresa rivale Quella che produce avendo visto quanto ha prodotto l'altra
855 Che cosa è una politica predatoria dei prezzi? La strategia di un’impresa che, prima riduce il prezzo al di sotto dei costi per spingere i concorrenti a uscire dal mercato e per scoraggiare l’entrata di nuovi concorrenti, poi aumenta nuovamente i prezzi La strategia di un’impresa che decide di mantenere stabili i prezzi per un lungo periodo di tempo La strategia di un’impresa che decide di abbassare i prezzi per un lungo periodo di tempo
856 Quando un mercato è contendibile? Se esiste piena libertà di ingresso Se vi sono economie di scala Se i costi fissi non sono recuperabili
857 Quando si riscontra in un monopolio naturale contendibile la soluzione di second best? Essa emerge naturalmente, purché siano eliminati gli ostacoli alla concorrenza potenziale Essa richiede l’intervento pubblico per imporre un prezzo pari al costo medio Essa emerge naturalmente, se viene consentito al monopolista di accordarsi con eventuali concorrenti
858 La curva di domanda di lavoro Coincide con la curva della produttività marginale del lavoro  Coincide con la curva di produttività media del lavoro   Coincide con la curva di ricavo marginale
859 Nei modelli insider-outsider, l’elevata disoccupazione dipende Dall’alto saggio di salario chiesto dai lavoratori occupati Dal fatto che il saggio di salario chiesto dai non occupati è più alto di quello chiesto dagli occupati Dal mismatch tra domanda e offerta di lavoro, conseguente alla carenza di informazioni sul mercato
860 Il salario di efficienza cresce Al crescere del sussidio di disoccupazione Al crescere della qualità del monitoraggio dell'azienda sulla produttività dei dipendenti Al crescere del tasso di disoccupazione
861 Cosa si intende per disoccupazione tecnologica? La disoccupazione derivante da progresso tecnico La disoccupazione derivante dalla globalizzazione Lo spiazzamento dei lavoratori come conseguenza di un salario troppo basso
862 In assenza di errori ed omissioni, si ha sicuramente un disavanzo nella bilancia dei pagamenti quando Le partite correnti e i movimenti di capitale sono in disavanzo Le partite correnti sono in avanzo e i movimenti di capitale in avanzo Le partite correnti sono in disavanzo
863 Che cosa caratterizza una situazione di equilibrio della bilancia dei pagamenti? Una variazione nulla delle riserve ufficiali  Un aumento delle riserve ufficiali  Una flessione delle riserve ufficiali 
864 Che cosa riflettono principalmente, secondo la teoria della “parità dei poteri d’acquisto”, le variazioni dei tassi di cambio? I diversi tassi d’inflazione nei vari paesi I diversi tassi di crescita nei vari paesi I diversi livelli dei tassi d’interesse nei vari paesi
865 Una riduzione del tasso d’interesse reale estero genera in condizioni di perfetta mobilità dei capitali Afflusso netto di capitali dall'estero Deflusso netto di capitali dall'estero Effetti nulli sul movimento di capitali
866 Se valgono le ipotesi dei teoremi dell’economia del benessere, non vi è giustificazione per l’intervento pubblico nell’economia Falso: sono giustificati gli interventi redistributivi Vero  Falso: sono giustificati interventi per rimuovere esternalità negative
867 A quale questione si riferiva il primo problema di selezione avversa studiato da George Akerlof nel 1970? Alla questione della scarsa conoscenza del compratore sul prodotto venduto Alla questione della scarsa conoscenza reciproca tra le controparti Alla questione della scarsa conoscenza degli acquirenti da parte del venditore
868 Che cosa è la soluzione di second best? Il miglior risultato possibile soggetto a un vincolo che viola una delle condizioni necessarie per ottenere il risultato di first best Il caso in cui lo Stato decide di sovvenzionare le imprese meno efficienti La soluzione ottimale in mancanza di vincoli (di solito coincide con la massimizzazione del benessere)
869 Di quale problema si occupa il teorema dell’impossibilità di Arrow? Della possibilità di ottenere un ordinamento sociale coerente a partire da ordinamenti individuali Della possibilità di giungere a soluzioni unanimemente condivise Della possibilità di indurre i singoli a esprimere sinceramente le proprie preferenze
870 Il principio inquinatore-pagatore è Un principio di efficienza Un principio di equità Un principio di sussidiarietà
871 In economia ambientale, per “comportamenti diffusi” si intendono Comportamenti di impatto trascurabile a livello individuale, ma che causano danni importanti a livello aggregato Abitudini collettive prevalenti non regolamentate Diffusione di soggetti inquinanti a cui non viene imposta l’internalizzazione  degli spillover generati 
872 La Banca Centrale Europea Deve promuovere la stabilità dei prezzi Deve promuovere la stabilità dell'occupazione Deve promuovere la crescita del PIL
873 La funzione degli investimenti prevede un aumento della domanda di investimenti a parità di tassi di interesse quando Diminuisce lo stock di capitale di partenza o aumenta la produttività marginale del capitale Diminuisce la spesa pubblica Aumenta la produttività marginale del lavoro
874 Nell’analisi costi-benefici, che cosa si intende per surplus sociale? La somma del surplus dei consumatori e dei produttori La somma dei surplus dei consumatori La differenza tra surplus del consumatore e surplus del produttore
875 Per l'ingresso nell'area dell'euro l'Italia dovette dimostrare Di avere un deficit pubblico rispetto al PIL non superiore al 3%  Di avere un deficit pubblico rispetto al PIL inferiore al 3% e un debito pubblico rispetto al PIL inferiore al 60% Di avere un debito pubblico rispetto al PIL inferiore al 60%
876 In quali programmi di contrasto della povertà è richiesta la “prova dei mezzi” (means testing)? Nei programmi selettivi Nei programmi indirizzati a categorie di persone omogenee per classi di età Nei programmi universali, quando non sono soggetti a un tetto di spesa
877 A che cosa servono, nei programmi di spesa sociale, le scale di equivalenza? A paragonare il reddito di famiglie con un diverso numero di componenti A paragonare beni di qualità diversa A paragonare il reddito di famiglie residenti in aree geografiche diverse
878 In che cosa consiste, nell’offerta di prestazioni sanitarie private, il fenomeno del cream-skimming? Nella concentrazione dell’attività nei segmenti più profittevoli Nel privilegiare i casi clinici più complessi e rischiosi Nel garantire a tutti i pazienti le stesse condizioni di accesso
879 Qual è la caratteristica fondamentale del modello dei quasi-mercati in sanità? La separazione tra soggetti finanziatori e soggetti erogatori dei servizi L’apertura del mercato ai produttori privati L’introduzione di forme di compartecipazione alla spesa per gli assistiti
880 Nell’analisi costi-benefici finanziaria, vengono utilizzati i prezzi-ombra? No, bensì quelli di mercato No, bensì quelli amministrati o politici
881 Per il teorema di Oates, è opportuno decentrare l’offerta di servizi pubblici ai livelli di governo inferiori? Sì, qualora le preferenze dei cittadini siano differenziate all'intero delle diverse aree del territorio No, salvo che si garantisca l’uniformità del servizio No, il decentramento è ammesso solo con il consenso della maggioranza degli elettori
882 Che cosa è il tasso di rendimento interno di un progetto? Il valore del tasso di sconto che rende pari a zero il valore attuale dei ricavi netti del progetto È una misura del profitto lordo di un progetto di investimento Il valore attuale netto dei flussi di un progetto. 
883 Un progetto con valore attuale netto positivo Ha un tasso di rendimento interno maggiore del tasso di mercato disponibile per l'impresa Ha un tasso di rendimento interno minore del tasso di mercato disponibile per l'impresa Ha un tasso di rendimento interno uguale al tasso di mercato disponibile per l'impresa
884 La domanda nominale di moneta ha un'elasticità rispetto al livello generale dei prezzi  Uguale a uno Sempre uguale a 0,5  Infinita
885 Un aumento del tasso atteso d'inflazione genera a parità di tasso di interesse reale e di reddito  Una flessione della domanda di moneta  Un aumento della domanda di moneta Effetti nulli sulla domanda di moneta
886 Dato il livello dei prezzi, una diminuzione dell’offerta nominale di moneta Riduce la domanda aggregata  Lascia invariata la domanda aggregata Aumenta la domanda aggregata
887 In presenza di rendimenti di scala crescenti  Il prodotto cresce in proporzione maggiore della proporzione in cui sono cresciuti gli input Il prodotto cresce in proporzione minore della proporzione in cui sono cresciuti gli input Il prodotto cresce nella stessa proporzione in cui sono cresciuti gli input
888 Il rapporto circolante/depositi è determinato Dal pubblico Dagli intermediari finanziari non bancari Dall’autorità monetaria
889 A seguito di uno shock negativo dell'offerta aggregata una banca centrale indipendente che persegue solo l'obiettivo della stabilità dei prezzi   Pratica una politica monetaria restrittiva che restringe ulteriormente l'output Pratica una politica monetaria espansiva che smorza la caduta dell'output Non pratica un cambiamento di politica monetaria 
890 La politica monetaria è più efficace in cambi fissi o flessibili? In un regime di cambi flessibili In un regime di cambi fissi Non si può dire 
891 In quale categoria di prodotti finanziari sono compresi i future e le option? Nei contratti derivati Nelle obbligazioni convertibili Nelle azioni
892 Che cosa si intende per “dynamic hedging o copertura dinamica” nel mercato degli strumenti finanziari? La revisione della copertura dei rischi L’evoluzione dei rendimenti dei derivati L’andamento dei rendimenti dei titoli più rischiosi
893 La moneta si dice neutrale quando Le variazioni dell’offerta nominale di moneta influiscono solo sulle variabili nominali  Le variazioni dell’offerta nominale di moneta non influiscono sui prezzi Le variazioni dell’offerta nominale di moneta incidono sulle variabili reali
894 Da che cosa è rappresentato il potere d’acquisto della moneta? Dall’inverso del livello generale dei prezzi Da un paniere di beni di consumo durevoli, periodicamente rivisto Dal costo del denaro
895 Dato un tasso di interesse r costante nel tempo e una cedola annua del titolo pari ad x, come sarà il valore del titolo in caso di durata infinita (perpetuity)? Pari a  x/r Maggiore di x/r Pari a r/x
896 A parità di tutte le altre condizioni se gli operatori con aspettative razionali si aspettano una politica monetaria più inflazionista negli Usa che non nell'area dell'euro L'euro può apprezzarsi anche immediatamente  L'euro può deprezzarsi anche immediatamente  L'euro resta invariato rispetto al dollaro
897 In quale aggregato monetario rientrano i depositi a scadenza fino a due anni? Nella M2 Nella M1 Nella base monetaria
898 Quale delle seguenti misure di politica monetaria è una misura di controllo diretto? La modifica della riserva obbligatoria Le operazioni di mercato aperto Il risconto delle cambiali e le anticipazioni sui titoli
899 Un aumento del coefficiente di riserva obbligatoria, a parità di base monetaria disponibile nel sistema, è interpretabile come una manovra Restrittiva Espansiva Antideflazionistica
900 Nella gestione del debito pubblico, i titoli a lungo termine con cedola nominale fissa Riducono i rischi di variazione del costo nominale del debito rispetto ai titoli a cedola variabile Riducono il rischio di variazione del costo reale del debito rispetto ai titoli indicizzati all'inflazione Aumentano i rischi di variazione del costo nominale del debito rispetto ai titoli a cedola variabile
901 Nella teoria di Friedman, i tentativi di fine tuning producono: Effetti destabilizzanti Effetti stabilizzanti Un contenimento del tasso di inflazione
902 Quale effetto può produrre la creazione di un mercato secondario di titoli pubblici? Una riduzione del costo del debito attraverso un aumento del grado di liquidità Una diminuzione degli investimenti delle imprese La sospensione dell'emissione di titoli a breve termine
903 Le variazioni dell’offerta di moneta hanno effetti sul PIL quando sono attese oppure quando sono inattese? Se gli agenti non hanno aspettative razionali non fa alcuna differenza Quando sono attese e gli agenti hanno aspettative razionali Hanno sempre gli stessi effetti
904 Come può anche essere definito il valore facciale di un titolo? Valore nominale Valore fondamentale Valore attuale
905 Data la base monetaria e la propensione del pubblico a detenere circolante, il moltiplicatore dei depositi bancari dipende Dal coefficiente di riserva obbligatoria e dalle scorte di liquidità delle banche Dal coefficiente di riserva obbligatoria Dalle scorte di liquidità delle banche
906 Attraverso quale tra le seguenti operazioni le autorità di politica monetaria possono concorrere alla creazione di base monetaria? Acquisto di titoli sul mercato aperto Riduzione delle riserve ufficiali detenute Vendita di titoli sul mercato aperto
907 In un mercato perfettamente concorrenziale, un'innovazione tecnologica Riduce il prezzo del bene Aumenta il prezzo del bene Non ha effetti sul prezzo del bene
908 Nel breve periodo, in una piccola economia aperta con perfetta mobilità dei capitali che opera in un regime di cambi fissi La politica fiscale è efficace  La politica monetaria è efficace Politica fiscale e monetaria sono altrettanto efficaci
909 Quale dei seguenti strumenti non è uno stabilizzatore automatico? Un'imposta in somma fissa L’imposta progressiva sul reddito La cassa integrazione guadagni
910 In una piccola economia aperta che fronteggia una piena mobilità dei capitali  e che opera in un regime di cambi flessibili, una politica fiscale espansiva Apprezza il tasso di cambio nominale  Deprezza il tasso di cambio Lascia il tasso di cambio nominale invariato
911 Secondo i teorici della nuova macroeconomia classica, quale effetto consegue ad una politica fiscale espansiva perfettamente prevista dagli operatori? Un aumento del livello generale dei prezzi Non produce alcun effetto Una perdita in termini reputazionali da parte delle autorità di politica economica
912 Nel lungo periodo, in una "piccola" economia aperta ai rapporti col resto del mondo che opera in cambi fissi, una politica monetaria espansiva Lascia invariati i prezzi del resto del mondo Porta ad una diminuzione del livello dei prezzi del resto del mondo Porta ad un aumento del livello dei prezzi del resto del mondo
913 Nel lungo periodo, in una piccola economia aperta ai rapporti col resto del mondo che opera in combi flessibili, una politica monetaria espansiva Causa un deprezzamento della valuta  Causa un apprezzamento della valuta Lascia invariato il tasso di cambio
914 In un modello keynesiano, come varia il moltiplicatore della spesa pubblica se si passa da un’economia chiusa a un’economia aperta agli scambi con l’estero, e si assume che le importazioni siano funzione del livello del reddito? Diminuisce Aumenta Non si può dire: dipende dalla differenza tra importazioni ed esportazioni
915 In un modello keynesiano, la propensione marginale al consumo risulta pari a 0,5, quella a importare a 0,4 e l’aliquota fiscale proporzionale al reddito è pari al 20% del reddito stesso. Quanto vale il moltiplicatore della spesa pubblica? Circa 1 Circa 3 Circa 2
916 Nel modello IS-LM di economia chiusa, cosa accade al tasso di interesse se si adotta una politica fiscale espansiva finanziata con ricorso al mercato? Il tasso di interesse aumenta Il tasso di interesse diminuisce Dipende dalla quota del  debito pubblico che viene monetizzata attraverso un allentamento delle condizioni monetarie
917 Il Governo di un paese, preoccupato per la perdita di competitività dell’industria nazionale, decide di favorire le imprese in modo che possano ridurre i costi di produzione e quindi il prezzo dei beni da esportare. Per fare questo, può procedere a Una riduzione del cuneo fiscale sul lavoro Un aumento dei dazi all’importazione L’imposizione di quote sulle importazioni
918 Una regola di politica economica vuole che un flusso costante di spesa pubblica venga finanziato con un prelievo fiscale costante, chiamato con espressione inglese: Tax smoothing Tax clearing Tax burden
919 Se il moltiplicatore del reddito è pari a 1,5 e si è in presenza di un incremento della spesa autonoma di € 1.000, quale delle seguenti alternative risulta vera? Il livello del reddito aumenterà di € 1.500  Il livello del reddito aumenterà meno di € 1.500  Il livello del reddito aumenterà di € 3.000 
920 In presenza di altruismo intergenerazionale Può essere irrilevante il metodo di finanziamento della spesa pubblica Non è mai irrilevante il metodo di finanziamento della spesa pubblica È  sempre irrilevante il metodo di finanziamento della spesa pubblica
921 In assenza di aspettative circa la modifica del tasso di cambio nominale, quale differenziale tra tasso di interesse interno ed estero tende ad assicurare l’equilibrio della bilancia dei pagamenti? Un differenziale nullo Un differenziale negativo Un differenziale positivo
922 Che cosa evidenziò Ricardo con l’elaborazione del principio dei costi comparati? I vantaggi derivanti dalla specializzazione produttiva a livello internazionale I fondamenti della cosiddetta “teoria del costo pieno” La preferenza per un regime protezionistico nei rapporti internazionali
923 Nella teoria di J. S. Mill, quando  viene giustificato il ricorso a politiche protezionistiche? Quando si tratta di proteggere un’industria nascente Qualora si tratti di limitare l’importazione di una particolare merce In presenza di ampi disavanzi della bilancia dei pagamenti
924 Se la condizione di Marshall-Lerner è rispettata, che effetto produce un deprezzamento del tasso di cambio reale sulle esportazioni nette? Ne determina un aumento Ne determina una diminuzione Non produce alcun effetto
925 Secondo l’economista Phillip Cagan, da che cosa dipende la domanda di scorte monetarie reali quando c'è iperinflazione? Quasi esclusivamente dal tasso di inflazione atteso  Soprattutto da fenomeni speculativi Prevalentemente da fenomeni di panico
926 Quale paese è stato ammesso all’Unione Monetaria Europea decorrere (UEM) dal 1° gennaio 2001? Grecia Finlandia Norvegia
927 In quale anno la lira è uscita dal Sistema Monetario Europeo? 1992 1990 1994
928 Un'importante componente dei conti pubblici che ha permesso l'ingresso dell'Italia nell'Unione Economica e Monetaria grazie al suo contributo sulla riduzione dell'indebitamento netto della Pubblica Amministrazione è stata La riduzione della spesa per interessi La riduzione della spesa pensionistica La riduzione degli stipendi del personale della P.A.
929 Confrontando le serie del reddito medio pro-capite delle regioni italiane con quelle corrette per la parità dei poteri di acquisto emerge che Le regioni del Sud sono meno lontane da quelle del Nord se si guarda al potere d'acquisto dei redditi Le regioni del Sud sono più povere  di quelle del Nord in maniera approssimativamente uguale, indipendentemente dalla serie esaminata Le regioni del Sud sono ancora  più lontane da quelle del Nord se si guarda al potere d'acquisto dei redditi
930 Una gran parte degli studi sulla felicità dei cittadini delle nazioni rivela come tale felicità Cresca al crescere del reddito pro-capite per bassi livelli di reddito  Cresca sempre al crescere del reddito pro-capite Diminuisca al crescere del reddito pro-capite
931 L'indice di sviluppo umano elaborato dall'Onu Non tiene conto del reddito pro-capite Tiene conto del reddito pro-capite Tiene conto del reddito nazionale
932 Il valore dei nuovi beni capitali prodotti in un determinato anno Fa parte del PIL di quell'anno Non fa parte del PIL di quell'anno Fa parte del PIL solo per la quota parte consumata in quell'anno 
933 Riuniti nel marzo del 2000 a Lisbona, i capi di Stato e di governo dell'Unione Europea avevano lanciato l'obiettivo di fare dell'Europa "l'economia basata sulla conoscenza più competitiva e dinamica del mondo" entro il 2010 2020 2025
934 Il settore delle Amministrazioni Pubbliche è suddiviso a sua volta in tre settori La pubblica amministrazione centrale, pubblica amministrazione locale e gli enti di previdenza  La pubblica amministrazione centrale, la pubblica amministrazione locale e le ASL La pubblica amministrazione centrale, pubblica amministrazione locale e le Università
935 Dei paesi OCSE non fa parte Il Brasile Il Messico La Corea del Sud
936 Per ridurre il rapporto "debito pubblico/PIL" è sufficiente Aumentare l’avanzo primario in termini di PIL e ridurre la spesa per interessi in rapporto al PIL Ridurre il disavanzo primario in termini di PIL Aumentare il tasso di crescita dell'economia 
937 Nella sanità, in che cosa consiste l’intervento pubblico reso necessario dalla scarsa informazione dei consumatori su qualità ed efficacia dei servizi? Nella regolamentazione dell’offerta di servizi sanitari Nel finanziare la spesa tramite la fiscalità generale Nell’offerta gratuita di servizi sanitari
938 La frontiera delle possibilità produttive Ha una pendenza data dal saggio marginale di trasformazione Descrive l'inviluppo delle funzioni di produzione nel breve periodo Ha una pendenza data dal saggio marginale di sostituzione tecnica
939 Nel caso di beni di consumo perfetti sostituti Il saggio marginale di sostituzione è costante C’è la disponibilità del consumatore a sostituirli secondo un rapporto “uno a uno” Il saggio marginale di sostituzione è variabile
940 Per i beni perfetti complementi Le curve di indifferenza sono ad angolo Le curve di indifferenza sono lineari Le curve di indifferenza sono crescenti
941 In corrispondenza dell’ottimo del consumatore, il saggio marginale di sostituzione È pari al prezzo relativo dei beni È pari all’utilità marginale dei beni È crescente
942 L’effetto complessivo di variazioni del prezzo di un bene sulla domanda è dato dal combinarsi dell’effetto reddito e dell’effetto di sostituzione. In particolare, in seguito a una riduzione del prezzo del bene, per beni normali la quantità domandata  Aumenta Si riduce   Rimane costante
943 Se un incremento del 4% del prezzo del pane determina una riduzione del 3% della domanda di burro, l’elasticità incrociata della domanda di burro rispetto al pane è pari a -0,75 -4 Non c’è alcuna relazione tra i due beni, e quindi l’elasticità incrociata è nulla
944 Consideriamo un’impresa che produce un milione di scatole di tonno al mese. L’impresa decide di accrescere la produzione di mille scatole al mese. Ciò determina un incremento di costi totali di 80 euro. Qual è il costo di una scatola aggiuntiva di tonno? 0,08 12,05 12,50%
945 Consideriamo l’elasticità puntuale. In una curva di domanda lineare, l’elasticità della domanda al prezzo Varia in ogni punto della curva È costante e pari all’unità È costante e diversa dall’unità
946 La soglia di povertà assoluta in Italia corrisponde  Alla spesa mensile minima necessaria per acquistare un determinato paniere di beni e servizi A 10.000 euro  l'anno Alla spesa mensile necessaria per acquistare un paniere di beni alimentari di base 
947 Consideriamo la relazione tra prodotto medio e prodotto marginale: quando è nulla la pendenza del prodotto medio La curva del prodotto medio e quella del prodotto marginale si intersecano La curva del prodotto marginale si trova al di sotto della curva del prodotto medio La curva del prodotto marginale sta ancora crescendo
948 La funzione dei costi marginali dell'impresa è influenzata  Dall'andamento della produttività marginale dei fattori variabili e dal prezzo di tali fattori Dall'andamento della produttività marginale di tutti i fattori, variabili e non, e dal prezzo di tali fattori Dall'andamento della produttività media del fattore variabile
949 La domanda di moneta speculativa implica che Gli individui considerino moneta e titoli  sostituti Gli individui considerino moneta e titoli  complementi  Gli individui considerino moneta e consumo complementi 
950 Per massimizzare il profitto in condizioni di concorrenza perfetta, l’impresa impiega una quantità di lavoro in corrispondenza della quale il salario reale È pari al prodotto marginale del lavoro È uguale al ricavo marginale del prodotto Deve essere pari sia al valore del prodotto marginale del lavoro, sia al ricavo marginale del prodotto
951 Il valore dell’indice di Lerner È tanto maggiore quanto maggiore è il potere di mercato di un’impresa Indica l’entità dell’inflazione e ci permette di valutare i valori-soglia dell’iperinflazione Indica la disuguaglianza dei redditi all’interno della società. Quando è pari all’unita, c’è equidistribuzione.
952 Consideriamo una situazione di monopolio. Nel caso di domanda lineare, la curva del ricavo marginale Ha una pendenza doppia rispetto a quello della funzione inversa di domanda Si trova al di sopra della curva del ricavo medio Ha una pendenza pari alla metà di quella della funzione inversa di  domanda
953 Nella discriminazione dei prezzi di primo grado Il surplus del consumatore viene preso interamente dall’impresa Il monopolista non separa i mercati, praticando prezzi uguali in mercati diversi L’impresa pratica prezzi diversi a seconda delle quantità acquistata. 
954 Esempio di discriminazione del prezzo di terzo grado È il dumping internazionale È un’offerta al consumatore del tipo “due al prezzo di uno” È un’offerta al consumatore del tipo “prendere o lasciare”
955 L’equilibrio di Nash È una insieme di strategie, una per ogni giocatore, nella quale ciascun giocatore sceglie una strategia ottimale, date le strategie scelte dagli altri giocatori Non resiste all'equilibrio delle strategie strettamente dominate Porta certamente ad un risultato ottimo nel senso di Pareto 
956 In concorrenza perfetta, le imprese prendono il prezzo del bene che offrono come dato perché Sanno di non poterlo influenzare perché è fissato dal mercato Gli è vietato modificarlo È fissato dai consumatori
957 La legge di Say, nota anche come “legge degli sbocchi” o “legge dei mercati” Afferma che, se nel sistema economico c’è sufficiente flessibilità dei prezzi, l’offerta aggregata crea la propria domanda Rafforza il principio keynesiano della domanda effettiva Conferma l'idea che il prodotto è determinato dalla domanda
958 In un mercato assicurativo non attuarialmente equo  Individui avversi al rischio acquistano un'assicurazione  Individui avversi al rischio potrebbero non acquistare un'assicurazione  Individui avversi al rischio non acquistano mai un'assicurazione 
959 Nel mercato del lavoro dove prevale l'asimmetria informativa tra datori di lavoro e lavoratori giovani Un titolo di studio per il giovane può essere importante per essere assunto anche  se non ha un impatto sulla produttività del giovane Un titolo di studio per il giovane può essere importante per essere assunto solo se ha un impatto sulla produttività del giovane Un titolo di studio per il giovane non può essere importante per essere assunto 
960 Quando le preferenze di un individuo sono Cobb-Douglas I beni vengono acquistati sempre nella stessa proporzione, indipendentemente dal livello del reddito Il paniere di consumo ottimo si trova in un punto d’angolo dell’insieme ammissibile La curva di domanda del consumatore presenta una discontinuità
961 Per i beni di Giffen - che prendono il nome dall’economista britannico Sir Robert Giffen (1837-1910) - Un aumento del prezzo di un bene può determinare un incremento della domanda dello stesso Un aumento del reddito monetario del consumatore può determinare un aumento della domanda dello stesso L'elasticità della domanda rispetto al reddito è  maggiore dell’unità
962 L'equivalenza ricardiana tra indebitamento e tassazione per finanziare la spesa pubblica fallisce là dove Gli individui non  tengono conto dei mutamenti di reddito futuri nell'effettuare le loro scelte di consumo odierno Vi sia una recessione Lo Stato spende male
963 Un salario più elevato produce sia un effetto di sostituzione che un effetto reddito I due effetti hanno conseguenze opposte sull’offerta di lavoro. Quando prevale l’effetto sostituzione, la curva di offerta di lavoro (rispetto al salario reale) è inclinata positivamente I due effetti hanno conseguenze opposte sull’offerta di lavoro e, quando prevale l’effetto reddito, la curva di offerta di lavoro è inclinata positivamente Quando prevale l’effetto reddito, il tempo libero viene considerato dal lavoratore un bene inferiore
964 Il primo teorema fondamentale dell’economia del benessere afferma che Ogni equilibrio concorrenziale è un ottimo paretiano per l’economia Un sistema economico dovrebbe essere organizzato in modo da massimizzare il benessere dei soggetti che si trovano nella condizione peggiore Ogni equilibrio concorrenziale è un ottimo paretiano e ogni ottimo paretiano può essere ottenuto come equilibrio concorrenziale, se il reddito viene ridistribuito in modo opportuno
965 In presenza di due fattori variabili, la minimizzazione dei costi per produrre un dato volume di output comporta Un saggio marginale di sostituzione tecnica uguale al rapporto tra il prezzo dei fattori Un saggio marginale di sostituzione tecnica minore del rapporto tra il prezzo dei fattori Un saggio marginale di sostituzione tecnica superiore al rapporto tra il prezzo dei fattori
966 Nel breve periodo, la massimizzazione del profitto  richiede che  La funzione di produzione rivolga la concavità verso il basso ossia che la produttività marginale del fattore variabile sia decrescente La funzione di produzione rivolga la concavità verso l'alto ossia che la produttività marginale del fattore variabile sia crescente La funzione di produzione sia lineare ossia che la produttività marginale del fattore variabile sia costante 
967 Si ha una recessione classica quando  Il PIL si riduce per almeno due trimestri consecutivi Il PIL si riduce per un trimestre  Il PIL rallenta, con un tasso di crescita inferiore al trend
968 Nell'ambito della "teoria quantitativa della moneta", un aumento della velocità di circolazione della moneta determina, a parità dello stock nominale di moneta e del reddito  Un aumento del livello generale dei prezzi Una flessione del livello generale dei prezzi Un'invarianza del livello generale dei prezzi e una flessione del tasso d'interesse
969 Quando il PIL rallenta e si espande a tasso inferiore a quello compatibile con il trend, si parla di  Recessione di crescita  Depressione Recessione classica
970 L'introduzione di un meccanismo di detrazione d'imposta in un sistema di tassazione proporzionale rende l'imposizione  Progressiva Regressiva Non definibile in maniera chiara
971 Le esportazioni di beni e servizi dipendono dal  Reddito mondiale Reddito domestico  Reddito mondiale e dal reddito domestico
972 Le importazioni di beni e servizi dipendono dal  Reddito domestico  Reddito mondiale Consumo aggregato
973 Le esportazioni di beni e servizi dipendono  Positivamente dal tasso di cambio reale (pari al rapporto tra i prezzi dei beni esteri e dei beni nazionali espressi nella stessa valuta)  Negativamente dal tasso di cambio reale (pari al rapporto tra i prezzi dei beni esteri e dei beni nazionali espressi nella stessa valuta)  In maniera ambigua dal tasso di cambio reale (pari al rapporto tra i prezzi dei beni esteri e dei beni nazionali espressi nella stessa valuta) 
974 Le importazioni di beni e servizi dipendono  Negativamente dal tasso di cambio reale (pari al rapporto tra i prezzi dei beni esteri e dei beni nazionali espressi nella stessa valuta)  Positivamente dal tasso di cambio reale (pari al rapporto tra i prezzi dei beni esteri e dei beni nazionali espressi nella stessa valuta)  In maniera ambigua dal tasso di cambio reale (pari al rapporto tra i prezzi dei beni esteri e dei beni nazionali espressi nella stessa valuta) 
975 Se la condizione di Marshall-Lerner è soddisfatta, le esportazioni nette (cioè le esportazioni meno le importazioni) dipendono Positivamente dal tasso di cambio reale (pari al rapporto tra i prezzi dei beni esteri e dei beni nazionali espressi nella stessa valuta)  Negativamente dal tasso di cambio reale (pari al rapporto tra i prezzi dei beni esteri e dei beni nazionali espressi nella stessa valuta)  In maniera ambigua dal tasso di cambio reale (pari al rapporto tra i prezzi dei beni esteri e dei beni nazionali espressi nella stessa valuta) 
976 Nell'ambito della contabilità nazionale, quando si è in presenza di un saldo estero in pareggio e di un disavanzo di bilancio pubblico, si riscontra Un eccesso dei risparmi privati sugli investimenti fissi lordi  Un eccesso degli investimenti fissi lordi sui risparmi privati  Un pareggio dei risparmi privati con gli investimenti fissi lordi 
977 Quale delle seguenti manovre di politica economica può modificare il livello del reddito naturale Un aumento della spesa pubblica in conto capitale Un aumento della spesa pubblica in conto corrente Un aumento della stock nominale di moneta
978 Nell'analisi macroeconomica, in un'economia con una dotazione fissa di fattori produttivi, un aumento esogeno di capitale comporta Una flessione del prezzo dei servizi del capitale Un aumento del prezzo dei servizi del capitale Effetti nulli sul prezzo dei servizi del capitale
979 I costi fissi medi sono  Decrescenti al crescere del prodotto Crescenti al crescere del prodotto Sono costanti
980 Il monopolio naturale è caratterizzato da   Costi medi decrescenti in corrispondenza di elevate quantità di output Costi medi crescenti in corrispondenza di elevate quantità di output Costi medi costanti in corrispondenza di elevate quantità di output
981 Un mercato non è sicuramente contendibile se   Sono presenti rilevanti costi irrecuperabili  I costi medi sono crescenti I costi marginali sono costanti
982 Beni di lusso sono beni  Normali, per i quali l'elasticità della domanda rispetto al reddito è maggiore di uno Normali, per i quali l'elasticità della domanda rispetto al reddito è inferiore a uno Inferiori, per i quali l'elasticità della domanda rispetto al reddito è inferiore a uno presa in valore assoluto
983 Due beni sono perfettamente sostituibili quando Le loro curve d'indifferenza sono lineari Le loro curve d'indifferenza sono ad angolo Le loro curve d'indifferenza sono decrescenti e convesse
984 La legge sui "salari minimi" Aumenta la disoccupazione strutturale Non provoca effetti sulla disoccupazione strutturale Riduce la disoccupazione strutturale
985 Quando l'elasticità della domanda è uguale a uno La spesa complessiva dei consumatori non varia al variare del prezzo del bene  La spesa complessiva dei consumatori cresce all'aumentare del prezzo del bene  La spesa complessiva dei consumatori diminuisce all'aumentare del prezzo del bene 
986 Nell'ambito della concorrenza perfetta,  gli extra-profitti delle imprese sono, in una condizione di equilibrio di lungo periodo,  Nulli Positivi Positivi, negativi o nulli a seconda del regime dell'imposizione fiscale che colpisce il reddito d'impresa
987 In presenza di due beni che sono perfettamente sostituibili e di un divario tra saggio marginale di sostituzione e prezzi relativi, si riscontra che Verrà consumato soltanto un bene Verranno consumati tutti e due i beni in proporzioni fisse Verranno consumati tutti e due i beni in proporzioni variabili
988 Un aumento dell'offerta di un bene, dovuto, per esempio, a un'innovazione tecnologica, determina in presenza di curve di domanda e offerta normali Una flessione del prezzo e un aumento della quantità prodotta e venduta Una flessione del prezzo e della quantità prodotta e venduta Un aumento del prezzo e della quantità prodotta e venduta
989 Con rendimenti di scala crescenti, la mappa degli isoquanti che descrive aumenti unitari di produzione appare  Con una distanza via via decrescente tra gli isoquanti Con una distanza via via crescente tra gli isoquanti Con una distanza costante tra gli isoquanti
990 La domanda di un fattore produttivo di un'impresa che opera in un mercato del prodotto di concorrenza monopolistica è Inferiore a quella che si ha per un'impresa che opera in concorrenza perfetta sul mercato del prodotto  Superiore a quella che si ha per un'impresa che opera in concorrenza perfetta sul mercato del prodotto  Uguale a quella che si ha per un'impresa che opera in concorrenza perfetta sul mercato del prodotto 
991 La curva di domanda che ciascun imprenditore deve soddisfare in concorrenza perfetta  È infinitamente elastica al prezzo Ha pendenza negativa per la relazione inversa tra prezzo e quantità È rigida al prezzo
992 In concorrenza perfetta  Il ricavo marginale è sempre uguale al prezzo Il ricavo marginale è sempre maggiore del prezzo Il ricavo marginale può essere inferiore al prezzo
993 In concorrenza monopolistica l'equilibrio di lungo periodo prescrive  L'assenza di extraprofitti  La presenza di extraprofitti La presenza di extraprofitti solo nel caso di rendimenti di scala costanti
994 In concorrenza monopolistica nell'equilibrio di lungo periodo   Il prezzo è maggiore del costo marginale Il ricavo marginale è uguale al prezzo Il ricavo marginale è maggiore del prezzo
995 I punti al di sopra della curva LM sono punti Di eccesso di domanda di titoli Di eccesso di domanda di moneta Nei quali si riscontra un aumento della base monetaria
996 Quali dei seguenti fenomeni comporta una traslazione della curva della domanda di moneta? Un'innovazione finanziaria Una vendita di mercato aperto di titoli da parte della Banca Centrale Una acquisto di mercato aperto di titoli da parte della Banca Centrale
997 Nel modello della domanda e dell'offerta aggregata un incremento dell'offerta nominale di moneta comporta in condizioni normali Una traslazione della curva della domanda aggregata verso destra Una traslazione della curva della domanda aggregata verso sinistra Effetti nulli sulla curva della domanda aggregata
998 Quali dei seguenti fenomeni comporta un movimento lungo la curva della domanda aggregata? Una riduzione del livello dei prezzi Una traslazione della curva della domanda di moneta  Operazioni di mercato aperto della Banca Centrale
999 Quali dei seguenti fenomeni comporta una traslazione della curva della domanda aggregata verso destra e verso l'alto? Un aumento della spesa pubblica  Un incremento del prelievo fiscale Un incremento del tasso di interesse 
1000 Nel modello di crescita di Solow un aumento del tasso di crescita della popolazione determina in una situazione di stato stazionario Effetti nulli sul tasso di crescita del prodotto pro-capite Un aumento del tasso di crescita del prodotto pro-capite Una diminuzione del tasso di crescita del prodotto pro-capite

 

Fonte: http://www.compubblica.it/binary_files/news/Economia_92647.xls

sito web: http://www.compubblica.it

Autore del testo: non indicato nel documento di origine

 

Economia quiz domande e risposte

 

 

Visita la nostra pagina principale

 

Economia quiz domande e risposte

 

Termini d' uso e privacy

 

 

 

 

Economia quiz domande e risposte