Fisica test quiz

 


Fisica test quiz

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di più leggi la nostra Cookie Policy. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.I testi seguenti sono di proprietà dei rispettivi autori che ringraziamo per l'opportunità che ci danno di far conoscere gratuitamente a studenti , docenti e agli utenti del web i loro testi per sole finalità illustrative didattiche e scientifiche.

Le informazioni di medicina e salute contenute nel sito sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo e per questo motivo non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione).

 

Fisica test quiz

 

Test di Termologia

 
1. A temperatura costante, se la pressione raddoppia, il volume di un gas perfetto:
A) rimane invariato perché è ben noto che il volume di un gas dipende solo dalla temperatura
B) se il gas è compresso esso si scalda e la temperatura non può rimanere costante
C) dimezza
D) raddoppia
E) quadruplica

2. Quando l'acqua solidifica in una conduttura, si può verificare la rottura dei tubi; ciò avviene:
A) perché nella solidificazione l'acqua diviene corrosiva
B) perché nella solidificazione l'acqua aumenta di temperatura
C) perché nel passaggio allo stato solido il volume dell'acqua diminuisce creando vuoti dannosi
D) se i tubi sono di grosso diametro
E) perché nel passaggio allo stato solido il volume dell'acqua aumenta

3. A due corpi, alla stessa temperatura, viene fornita la stessa quantità di calore. Al termine del riscaldamento i due corpi avranno ancora pari temperatura se:
A) hanno la stessa massa e lo stesso volume
B) hanno lo stesso calore specifico e la stessa massa
C) hanno lo stesso volume e lo stesso calore specifico
D) il calore è stato fornito ad essi allo stesso modo
E) entrambi si trovano nel vuoto

4. Una data quantità di gas perfetto, contenuto in un recipiente a pareti rigide, viene riscaldata dalla temperatura di 27°C a quella di 127°C. La sua pressione è aumentata di un fattore:
A) 2
B) 4/3
C) 3/2
D) 10
E) 100

5. Estraendo da un frigo un recipiente chiuso e contenente acqua fredda si osserva, dopo qualche minuto, che sulla superficie esterna si formano delle goccioline d'acqua. Tale fenomeno è dovuto:
A) al vapore d'acqua atmosferico che condensa sulle pareti fredde del recipiente
B) al raccogliersi in goccioline di un velo d'acqua che si era depositata sul recipiente mentre era all'interno del frigo
C) all'acqua che trasuda attraverso le pareti del recipiente
D) nessuna delle altre risposte
E) all'effetto di sovrappressione interna

6. Detti rispettivamente P e V la pressione ed il volume di un gas perfetto si ha che:
A) PV = costante comunque vari la temperatura
B) P/V = costante comunque vari la temperatura
C) PV = costante a temperatura costante
D) P/V = costante a temperatura costante
E) V/P = costante comunque vari la temperatura

7. La quantità di calore necessaria per innalzare la temperatura di 1 kg d'acqua da 14,5 °C a 15,5 °C è:
A) 1 kcal
B) 4,18 kcal
C) 1000 kcal
D) 1 J
E) 4,18 J

8. La densità di un corpo:
A) dipende dalla latitudine
B) è una costante
C) è eguale al peso specifico
D) dipende dalla temperatura
E) è uguale alla costante dei gas perfetti

 

9. La temperatura di ebollizione di un liquido ad una data pressione:
A) dipende esclusivamente dal tipo di liquido che si considera
B) dipende dalla massa del liquido
C) dipende dalla quantità di calore assorbito
D) dipende sia dal tipo di liquido che dalla quantità di calore assorbito
E) dipende dal volume di liquido

10. Un sistema isolato passa spontaneamente da uno stato S1 ad uno stato S2 attraverso un processo reale, cioè irreversibile. In merito all'entropia, si può affermare che:
A) l'entropia diminuisce
B) l'entropia resta costante in quanto il sistema è, per ipotesi, isolato
C) l'entropia aumenta
D) l'entropia resta costante se il processo è isobaro
E) l'entropia resta costante se il processo è isocoro

11. Nel corso di un lento passaggio di stato da acqua a ghiaccio la temperatura:
A) resta costante e l'acqua cede calore
B) aumenta e l'acqua assorbe calore
C) diminuisce e l'acqua assorbe calore
D) aumenta e l'acqua cede calore
E) diminuisce e l'acqua cede calore

12. Una macchina termica ideale ha un rendimento del 20%. Se essa assorbe in un ciclo una quantità di calore pari a 50J quale sarà il lavoro compiuto?
A) 10 J
B) 50 J
C) 100 J
D) Non si può rispondere dato che non viene data la temperatura della sorgente a temperatura più alta
E) 25 J

13. Trasferire calore da un corpo più freddo a uno più caldo:
A) non è mai possibile
B) è possibile solo spendendo lavoro
C) contraddice il principio della termodinamica
D) contraddice il secondo principio della termodinamica
E) può avvenire solo nel vuoto

14. Quando in un recipiente aperto un liquido evapora si osserva, in generale, per il liquido:
A) aumento di temperatura del liquido
B) diminuzione di pressione nel liquido
C) diminuzione di temperatura del liquido
D) aumento di pressione nel liquido
E) aumento di volume del liquido

15. In un gas ideale il prodotto della pressione per il volume:
A) è proporzionale alla temperatura assoluta
B) è indipendente dalla densità
C) raddoppia passando da 10 a 20 °C
D) è sempre costante
E) dipende dalla costante R dei gas perfetti, variabile da gas a gas

16. Quando l'acqua si trasforma in ghiaccio a pressione atmosferica:
A) viene assorbito calore
B) aumenta la temperatura
C) diminuisce la temperatura
D) si decompone
E) sviluppa calore

17. Durante la compressione isoterma di un gas perfetto:
A) il volume del gas aumenta
B) la temperatura del gas aumenta
C) non vi è scambio di calore con l'ambiente esterno
D) la temperatura aumenta solo se la compressione è rapida
E) nessuna risposta è corretta

18. Per aumentare la temperatura di un corpo è necessario somministrare una certa quantità di ...1..., che a parità di salto di temperatura è maggiore per i corpi caratterizzati da ...2... più grande. Questa grandezza è uguale al prodotto: "massa del corpo per ...3... del materiale". Durante un passaggio di stato, se il corpo è omogeneo e chimicamente definito, non si hanno variazioni di ...4..., e l'energia somministrata durante il passaggio di stato prende il nome di ...5... Nel brano precedente sono sottintese e numerate 5 grandezze.
Associare al numero di riferimento all'interno del brano la lettera corrispondente alla grandezza sottintesa.
Le grandezze sono:
A) calore
B) calore specifico
C) calore latente
D) capacità termica
E) temperatura

19. Per aumentare la temperatura di un corpo è necessario somministrare una certa quantità di ...1..., che a parità di salto di temperatura è maggiore per i corpi caratterizzati da ...2... più grande. Questa grandezza è uguale al prodotto: "massa del corpo per ...3... del materiale". Durante un passaggio di stato, se il corpo è omogeneo e chimicamente definito, non si hanno variazioni di ...4..., e l'energia somministrata durante il passaggio di stato prende il nome di ...5... Nel brano precedente sono sottintese e numerate 5 grandezze.
Associare al numero di riferimento all'interno del brano la lettera corrispondente alla grandezza sottintesa.
Le grandezze sono:
A) calore
B) calore specifico
C) calore latente
D) capacità termica
E) temperatura

20. Per aumentare la temperatura di un corpo è necessario somministrare una certa quantità di ...1..., che a parità di salto di temperatura è maggiore per i corpi caratterizzati da ...2... più grande. Questa grandezza è uguale al prodotto: "massa del corpo per ...3... del materiale". Durante un passaggio di stato, se il corpo è omogeneo e chimicamente definito, non si hanno variazioni di ...4..., e l'energia somministrata durante il passaggio di stato prende il nome di ...5... Nel brano precedente sono sottintese e numerate 5 grandezze.
Associare al numero di riferimento all'interno del brano la lettera corrispondente alla grandezza sottintesa.
Le grandezze sono:
A) calore
B) calore specifico
C) calore latente
D) capacità termica
E) temperatura

21. Per aumentare la temperatura di un corpo è necessario somministrare una certa quantità di ...1..., che a parità di salto di temperatura è maggiore per i corpi caratterizzati da ...2... più grande. Questa grandezza è uguale al prodotto: "massa del corpo per ...3... del materiale". Durante un passaggio di stato, se il corpo è omogeneo e chimicamente definito, non si hanno variazioni di ...4..., e l'energia somministrata durante il passaggio di stato prende il nome di ...5... Nel brano precedente sono sottintese e numerate 5 grandezze.
Associare al numero di riferimento all'interno del brano la lettera corrispondente alla grandezza sottintesa.
Le grandezze sono:
A) calore
B) calore specifico
C) calore latente
D) capacità termica
E) temperatura

22. Per aumentare la temperatura di un corpo è necessario somministrare una certa quantità di ...1..., che a parità di salto di temperatura è maggiore per i corpi caratterizzati da ...2... più grande. Questa grandezza è uguale al prodotto: "massa del corpo per ...3... del materiale". Durante un passaggio di stato, se il corpo è omogeneo e chimicamente definito, non si hanno variazioni di ...4..., e l'energia somministrata durante il passaggio di stato prende il nome di ...5... Nel brano precedente sono sottintese e numerate 5 grandezze.
Associare al numero di riferimento all'interno del brano la lettera corrispondente alla grandezza sottintesa.
Le grandezze sono:
A) calore
B) calore specifico
C) calore latente
D) capacità termica
E) temperatura
23. Il secondo principio della termodinamica esclude la possibilità di:
A) produrre lavoro mediante calore
B) trasformare calore in lavoro
C) trasformare integralmente il calore in lavoro in una trasformazione isoterma
D) trasformare integralmente il calore in lavoro in un processo ciclico
E) trasformare integralmente il calore in lavoro in una trasformazione isobara

24. Il peso specifico di una sostanza:
A) diminuisce con l'aumentare della temperatura
B) aumenta con l'aumentare della temperatura
C) è indipendente dalla temperatura
D) dipende dalla forma del corpo in esame
E) è uguale alla densità

25. Durante il passaggio per ebollizione dallo stato liquido allo stato gassoso:
A) la temperatura resta costante
B) il volume resta costante
C) il prodotto della pressione per volume resta costante
D) il rapporto tra pressione e volume resta costante
E) dipende dal tipo di liquido

26. Una trasformazione adiabatica:
A) avviene sempre ad energia interna costante
B) è una trasformazione in cui non vi è scambio di calore tra ambiente e sistema
C) è una trasformazione in cui la temperatura del sistema si mantiene sempre costante
D) è una trasformazione sempre reversibile
E) è una trasformazione in cui il calore assorbito dal sistema è uguale al lavoro da questi prodotto

27. Il primo principio della termodinamica stabilisce che:
A) il lavoro effettuato è sempre uguale al lavoro impiegato
B) l'energia è una grandezza che si conserva
C) non è possibile che il calore passi spontaneamente da un corpo freddo a un corpo caldo
D) l'entropia aumenta sempre
E) l'entalpia aumenta sempre

28. In una trasformazione ciclica reversibile, una macchina termica assorbe 450 kcal da un serbatoio di calore e cede 150 kcal ad un altro serbatoio di calore a temperatura più bassa. Il rendimento del ciclo è:
A) 1/3
B) 2/3
C) 3/5
D) 1/4
E) 3/4

29. Esiste una temperatura minima al di sotto della quale non è possibile andare. Questa temperatura vale:
A) 0 °C
B) - 273 K
C) - 273 °C
D) non esiste una temperatura minima
E) 66 K

30. La temperatura di ebollizione dell'acqua dipende:
A) dalla pressione esterna
B) dal calore specifico dell'acqua
C) dalla quantità d'acqua presente
D) dalla densità dell'acqua
E) dal vapore d'acqua presente nell'atmosfera

31. Il primo principio della termodinamica:
A) è un principio di inerzia
B) è un principio di conservazione dell'energia
C) è valido soltanto per i gas perfetti
D) riguarda solamente le trasformazioni reversibili
E) riguarda solo le trasformazioni reversibili

32. Durante la fusione del ghiaccio alla pressione di 1 atm la temperatura è:
A) di pochissimo superiore a 0 °C
B) assai superiore a 0 °C
C) uguale a 0 °C
D) di poco inferiore a 0 °C
E) uguale a -273 °C

33. La temperatura di ebollizione di un liquido:
A) è una costante fisica assoluta
B) dipende dalla massa del liquido
C) dipende dalla pressione esercitata sul liquido
D) cresce con la densità del liquido
E) dipende dalla viscosità del liquido

34. Le quantità di calore si misurano:
A) solamente in calorie o in kilocalorie
B) oltre che in calorie ed in kilocalorie, anche in watt
C) oltre che in calorie ed in kilocalorie, anche in gradi centigradi
D) oltre che in calorie ed in kilocalorie, anche in joule od in erg
E) oltre in calorie ed in kilocalorie, anche in kelvin

35. L'energia interna di un gas perfetto è:
A) la somma delle energie cinetiche delle diverse molecole
B) la somma delle energie cinetiche e potenziali delle diverse molecole
C) la qualità di calore posseduta dal gas
D) la temperatura del gas
E) l'energia potenziale dipendente dall'interazione tra le molecole di gas

36. In un gas perfetto, a volume costante, se aumenta la temperatura del gas e
rimane costante il numero delle moli, la sua pressione p:
A) aumenta linearmente con la temperatura assoluta
B) diminuisce linearmente con la temperatura assoluta
C) rimane costante in base alla legge di Boyle
D) aumenta con il quadrato della temperatura assoluta
E) diminuisce con il quadrato della temperatura

37. Affinché un gas perfetto si espanda lentamente mantenendo costante la sua temperatura:
A) occorre sottrarre calore dal gas
B) la pressione deve dimezzarsi
C) occorre fornire calore al gas
D) è una trasformazione impossibile
E) è una trasformazione isovolumica

38. Nel vuoto è possibile la trasmissione del calore?
A) No, in nessun caso
B) Si, ma solo per conduzione
C) Si, ma solo per convezione
D) Si, ma solo per irraggiamento
E) Dipende linearmente dalla differenza delle temperature

39. Il secondo principio della termodinamica stabilisce che:
A) i cambiamenti di stato non dipendono dal tipo di trasformazione
B) è possibile trasformare integralmente calore in lavoro in un processo ciclico
C) non è possibile trasformare integralmente calore in lavoro in un processo ciclico
D) l'energia si conserva
E) la temperatura si mantiene sempre costante

40. Il calore specifico dell'acqua è di 1 kcal/kg: pertanto la quantità di calore necessaria per aumentare di 10 °C la temperatura di 10 kg di acqua è uguale a:
A) 1 kcal
B) 1 cal
C) 100 kcal
D) 10 cal
E) 100 joule
41. Quale quantità di calore viene dissipata in un'ora da una comune lampada ad incandescenza di 60 watt alimentata dalla rete ENEL?
A) Circa 50 calorie (piccole calorie)
B) Circa 500 calorie (piccole calorie)
C) Circa 5000 calorie (piccole calorie)
D) Circa 50.000 calorie (piccole calorie)
E) Circa 500.000 calorie (piccole calorie)

42. Su quale principio si basa il funzionamento del termometro a mercurio?
A) Sull'aumento della densità del mercurio all'aumentare della temperatura
B) Sull'aumento del volume del mercurio all'aumentare della temperatura
C) Sull'aumento della massa del mercurio all'aumentare della temperatura
D) Sulla diminuzione della viscosità del mercurio all'aumentare della temperatura
E) Sul fenomeno di capillarità

43. Rispetto al livello del mare, in montagna l'acqua:
A) bolle a una temperatura maggiore
B) bolle alla stessa temperatura
C) bolle a una temperatura minore
D) non bolle
E) si solidifica sempre

44. Comprimendo un gas perfetto in un cilindro isolato termicamente l'energia interna del gas:
A) aumenta
B) diminuisce
C) rimane la stessa
D) è definita solo per una trasformazione reversibile
E) è definita solo per una trasformazione irreversibile

45. La quantità di calore che occorre fornire a 200 g di acqua per innalzarne la temperatura da 20 a 40 gradi è all'incirca pari a:
A) 400 cal
B) 200 kcal
C) 4000 cal
D) 40.000 joule
E) 400.000 joule

46. Due bombole A e B hanno lo stesso volume: A contiene un gas perfetto monoatomico, B un gas perfetto biatomico. I due gas hanno la stessa pressione e lo stesso numero di moli. Le temperature dei due gas sono:
A) uguali
B) la temperatura del gas biatomico è il doppio di quella del gas monoatomico
C) è maggiore la temperatura del gas monoatomico
D) la temperatura del gas biatomico è 4 volte quella del gas monoatomico
E) la temperatura del gas biatomico è 16 volte quella del gas monoatomico

47. Quando l'acqua pura bolle a pressione costante, con il passare del tempo, la sua temperatura:
A) va sempre aumentando
B) va sempre diminuendo
C) si mantiene costante
D) dipende dal volume del liquido
E) è uguale a quella dell'ambiente esterno

48. Quando due corpi sono in equilibrio termico essi hanno:
A) la stessa quantità di calore
B) la stessa energia interna
C) la stessa temperatura
D) la stessa capacità termica
E) lo stesso calore specifico

49. La costante R dell'equazione di stato dei gas (PV = nRT) è:
A) un numero adimensionale
B) un numero variabile con T
C) dipende dal tipo di unità di misura prescelto
D) un numero variabile con P, T e V
E) un numero intero
50. La temperatura di un corpo è un "indice":
A) del calore posseduto dal corpo
B) dell'energia cinetica media delle particelle del corpo
C) del calore scambiato dal corpo
D) della capacità termica del corpo
E) del calore specifico del corpo

51. Un cilindro con un pistone contiene N moli di un gas perfetto alla temperatura T. Se la temperatura raddoppia, il numero di moli sarà:
A) 2 N
B) 1 N
C) N/2
D) (1/273) N
E) (1/100) N

52. Quando un gas perfetto a pressione P e volume V subisce una espansione isoterma, si può affermare che:
A) P = cost
B) V = cost
C) PV = cost
D) P/V = cost
E) V/P = cost

53. Due recipienti di uguale volume, il primo dei quali è alla temperatura di 127 °C mentre il secondo è a 27 °C, contengono uno stesso tipo di gas trattabile come gas perfetto. In entrambi i recipienti il gas esercita la stessa pressione.
In tale stato, il rapporto R tra il numero di moli di gas nel recipiente a più alta temperatura e il numero di moli di gas nel recipiente a temperatura minore vale:
A) 27/127
B) 1
C) 4/3
D) 3/4
E) 1/2

54. Comprimendo un gas perfetto in un cilindro isolato termicamente l'energia interna del gas:
A) aumenta
B) diminuisce
C) rimane la stessa
D) si annulla
E) prima aumenta poi diminuisce

55. La pressione è la grandezza fisica definita come:
A) il rapporto fra la componente normale della forza esercitata su di una superficie e l'area della superficie stessa
B) la forza esercitata su una determinata superficie
C) la forza normale di un N esercitata sulla superficie di 1 m2
D) la componente normale della forza esercitata su di una determinata superficie
E) il rapporto tra la superficie e la forza

56. Il ciclo di Carnot è costituito da una serie di trasformazioni di stato che, fissate le temperature dei serbatoi di calore:
A) possono essere compiute soltanto da un gas perfetto
B) consentono di calcolare con una formula molto semplice il rendimento di macchine ideali
C) possono essere percorse soltanto in verso orario
D) portano il sistema da una condizione di minore ad una di maggiore entropia
E) possono essere effettuate solo cambiando la pressione, ma non il volume

57. Diminuendo la pressione esterna esercitata sulla superficie libera di un liquido, la temperatura di ebollizione:
A) aumenta
B) diminuisce
C) resta costante
D) dipende dal liquido
E) dipende dalla massa del liquido

 

58. Una sfera di alluminio, avente massa 0,5 kg, calore specifico 0,21 kCal/kg °C, densità 2,7 g/cm3 e alla temperatura di 280 K, viene immersa in 150 kg di acqua. La temperatura finale dell'acqua:
A) aumenta di 3 K
B) aumenta di 3 °C
C) rimane invariata
D) non può essere determinata con i soli dati forniti
E) aumenta di 0,5 K

59. È possibile comprimere adiabaticamente un gas perfetto a temperatura costante?
A) Sì, e il lavoro compiuto dal gas sarà positivo
B) Sì, e il lavoro compiuto dal gas sarà negativo
C) Sì, e il lavoro compiuto dal gas sarà nullo
D) No, non è possibile
E) Sì, e il lavoro compiuto dall'esterno sul gas sarà nullo

60. Nell'esperimento del mulinello di Joule si osserva che:
A) il calore si conserva
B) il lavoro può essere totalmente convertito in calore
C) il calore può essere totalmente convertito in lavoro
D) il calore si conserva meglio del lavoro
E) il calore non può essere trasformato in lavoro

61. Per fondere un grammo di sostanza, alla temperatura di fusione, occorre fornire una quantità di calore pari:
A) al calore specifico
B) al calore latente di fusione
C) alla capacità termica
D) alla temperatura
E) all'energia interna della sostanza

62. Il calore specifico di una sostanza è, per definizione:
A) il calore contenuto nell'unità di volume di tale sostanza
B) il calore necessario a far passare l'unità di massa della sostanza dallo stato solido allo stato liquido
C) la temperatura della sostanza
D) la quantità di calore che deve essere somministrata all'unità di massa della sostanza per aumentarne la temperatura di 1 °C
E) la quantità di calore che deve essere somministrata all'unità di massa della sostanza per farla passare da solido a liquido

63. Una miscela gassosa, che contiene il 20% di azoto, si trova alla pressione di 2 atmosfere. La pressione parziale dell'azoto vale:
A) 2 atmosfere
B) 152 mmHg
C) 1 atmosfera
D) 304 mmHg
E) 0,1 atmosfere

64. La differenza tra gas e vapore consiste nel fatto che il vapore:
A) è meno denso del gas
B) è bianco, il gas è trasparente
C) può essere liquefatto per compressione
D) non è un aeriforme
E) conduce la corrente meglio del gas

65. Un sistema termodinamico riceve dall'esterno una quantità di calore pari a 4 J e contemporaneamente compie un lavoro di uguale entità sull'esterno. La variazione di energia interna del sistema vale:
A) + 8 J
B) - 4 J
C) 0
D) + 4 J
E) + 16 J

 

66. Per innalzare la temperatura di un corpo:
A) non è necessario fornire calore al corpo
B) è necessario fare lavoro sul corpo
C) è necessario fornire calore al corpo
D) è necessario mettere il corpo in contatto termico con un corpo più caldo
E) nesuna delle risposte precedenti

67. Per scaldare di un grado centigrado 1000 g di sostanza A è necessaria la stessa quantità di calore che serve per innalzare di un grado centigrado 2000 grammi di sostanza B. Se ne deduce che il calore specifico di B, rispetto al calore specifico di A, è:
A) uguale
B) il doppio
C) la metà
D) quattro volte maggiore
E) i dati non sono sufficienti

68. Comprimendo reversibilmente e adiabaticamente un gas perfetto la sua temperatura:
A) rimane costante, perché non c'è scambio di calore con l'esterno
B) aumenta, perché aumenta la sua energia interna
C) diminuisce, perché diminuisce il volume
D) rimane costante perché in un gas perfetto l'energia potenziale è nulla
E) cresce in modo inversamente proporzionale alla pressione

69. Quale dei seguenti processi caratterizza l'effetto termoregolativo della sudorazione?
A) Conduzione
B) Evaporazione
C) Irraggiamento
D) Convezione
E) Tutti i precedenti

70. Un sub è immerso ad una profondità di 50 m. A quale pressione è, approssimativamente, sottoposto?
A) 1 atm
B) 5 atm
C) 6 atm
D) 50 atm
E) 0,5 atm

71. In quale processo di propagazione del calore vi è trasferimento di materia?
A) Conduzione
B) Convezione
C) Irraggiamento
D) In nessuno dei casi precedenti
E) Evaporazione

72. Quale di queste affermazioni è sicuramente FALSA? La temperatura di un corpo:
A) supera i 5000 °C
B) scende al di sotto dei 50 K
C) scende al di sotto dei 250 °C
D) supera i 1000 K
E) supera i 100.000 °C

73. Per effetto della dilatazione termica di un corpo si ha la variazione:
A) della densità e della massa del corpo
B) della densità e del volume del corpo
C) del volume e della massa del corpo
D) del prodotto tra densità e volume del corpo
E) del solo volume del corpo, mentre massa e densità non variano

74. 1020 atomi di gas sono contenuti in un volume di 1 metro cubo. All'aumentare della temperatura aumenta la pressione del gas in quanto:
A) il gas tende alla condizione di gas perfetto
B) il gas si allontana dalla condizione di gas perfetto
C) l'energia cinetica degli atomi aumenta
D) l'energia interna non varia
E) nessuna delle risposte precedenti
75. Il rendimento di una macchina termica si esprime:
A) in calorie
B) in joule
C) in chilowattora
D) con un numero puro
E) in erg

76. La prima legge della termodinamica è:
A) valida solo per i gas perfetti
B) valida solo per i gas reali
C) valida solo in assenza di attrito
D) nessuna delle precedenti risposte è corretta
E) valida solo per i liquidi perfetti

77. Due recipienti identici, contenenti gas elio e collegati attraverso ad un lungo tubicino, sono mantenuti a temperatura diverse. Si può affermare:
A) nei due recipienti vi è una stessa quantità di elio perché vi è una stessa pressione
B) essendo diversa la temperatura, la pressione nei due recipienti è diversa
C) il recipiente a temperatura maggiore contiene una maggiore quantità di elio
D) il recipiente a temperatura maggiore contiene una minore quantità di elio
E) nessuna delle risposte precedenti

78. Usando velocemente una pompa da bicicletta si nota un aumento della temperatura della pompa. Ciò è dovuto:
A) all'attrito dello stantuffo
B) ad un processo di compressione quasi adiabatico
C) ad un processo di compressione quasi isotermo
D) ad un processo di compressione quasi isovolumico
E) a cause diverse da quelle elencate

79. Il ghiaccio galleggia nell'acqua perché:
A) la densità del ghiaccio è minore di quella dell'acqua
B) il ghiaccio passando da 0 a 4 °C, aumenta di volume
C) l'unità di massa (per esempio 1 kg) di ghiaccio pesa di meno dell'unità di massa dell'acqua
D) i solidi sono normalmente meno densi dei liquidi
E) il peso specifico del ghiaccio è uguale a quello dell'acqua

80. Da quale delle seguenti grandezze o caratteristiche è indipendente la temperatura di ebollizione di un liquido?
A) Altitudine
B) Temperatura esterna
C) Pressione esterna
D) Composizione del liquido
E) Concentrazione del liquido

81. Dire che un corpo possiede energia implica necessariamente che:
A) il corpo debba trovarsi ad una certa altezza h diversa da 0
B) il corpo sia soggetto all'azione di almeno una forza
C) il corpo non possa essere fermo
D) nessuna delle affermazioni precedenti è corretta
E) il corpo possieda solo del calore

82. Con una trasformazione isobara un gas ideale, inizialmente a 27 °C, è portato a 327 °C; se il volume iniziale era di 2 litri, quello finale è:
A) 4 dm3
B) 6 litri
C) 4 m3
D) 2,1 litri
E) 300 litri

83. Un corpo subisce una dilatazione termica. Cosa avviene della sua densità?
A) Aumenta al diminuire della massa
B) Aumenta con l'aumentare della temperatura
C) Aumenta all'aumentare del volume
D) Diminuisce all'aumentare della temperatura
E) Resta costante, qualunque sia l'aumento di temperatura
84. In generale, per un dato aumento di temperatura si dilatano di più i solidi o i liquidi?
A) I liquidi
B) I solidi
C) Non vi è differenza tra i due tipi di materiale
D) I liquidi con densità inferiore a quella dell'acqua
E) a volte alcuni solidi altre alcuni liquidi

85. Un recipiente a pareti rigide (volume costante) contiene due moli di gas perfetto in un volume V0 a pressione P0 e temperatura T0. Se iniettiamo nel recipiente altre due moli di gas perfetto operando in modo che la temperatura dello stato finale di equilibrio sia uguale a quello iniziale, la pressione finale sarà:
A) Pf = 2 P0
B) Pf = P0/2
C) Pf = 4 P0
D) Pf = P0
E) Pf = 3 P0

86. Per portare 20 g di rame dalla temperatura di 20 °C alla temperatura di 70 °C occorrono 92 calorie. Qual è il calore specifico del rame?
A) 0,092 cal/(g °C)
B) 0,23 cal/(g °C)
C) 92 kcal g/°C
D) 36,8 cal g/°C
E) 92 cal g/°C

87. Aumentando la temperatura di un gas, la velocità media delle molecole del gas stesso contenuto in un recipiente:
A) aumenta
B) diminuisce
C) rimane inalterata
D) dipende dal volume del recipiente
E) dipende dal numero di molecole

88. Un corpo A è a temperatura maggiore di un corpo B. Ciò significa che:
A) A contiene più energia di B
B) le particelle di cui A è composto sono, in media, più veloci di quelle di B
C) la massa di A è maggiore di quella di B
D) si è fornito più calore ad A che a B
E) in nessun caso si può trasferire calore da B ad A

89. Quale tra le seguenti condizioni climatiche favorisce maggiormente l'evaporazione dell'acqua?
A) Freddo umido
B) Freddo secco
C) Caldo umido
D) Caldo secco
E) Caldo parzialmente umido

90. Per i gas perfetti il valore del calore specifico cambia a seconda del tipo di trasformazione subita dal gas durante lo scambio termico. In particolare, per Cp e Cv (rispettivamente calore specifico a pressione costante e calore specifico a volume costante) vale:
A) Cp = Cv
B) Cp + Cv = costante
C) Cp - Cv = costante
D) Cp . Cv = costante
E) Cp/Cv = 1

91. Si vuole realizzare una trasformazione termodinamica ciclica il cui unico risultato sia quello di convertire in lavoro il calore sottratto ad un'unica sorgente termica. La trasformazione:
A) è possibile solo se la trasformazione è rigorosamente isoterma
B) è possibile solo se la trasformazione è adiabatica
C) non è mai possibile
D) è possibile in ogni caso
E) la trasformazione è isovolumica

 

92. In una trasformazione isoterma di un determinato quantitativo di un gas perfetto, la pressione varia proporzionalmente ...1... del volume del gas stesso. In una trasformazione isocora la pressione varia proporzionalmente ...2... della variazione di temperatura. L'energia cinetica delle molecole del gas cresce proporzionalmente ...3... della velocità delle molecole stesse. Se il gas è contenuto in un recipiente di forma sferica il volume del gas varierà proporzionalmente ...4... del raggio della sfera. Infine il raggio della sfera cambia proporzionalmente ...5... della superficie della sfera stessa. Nel brano precedente sono sottintese e numerate 5 relazioni di proporzionalità. Associare al numero di riferimento all'interno del brano la lettera corrispondente alla relazione sottintesa.
Le relazioni sono:
A) alla radice quadrata
B) alla prima potenza
C) al quadrato
D) al cubo
E) al reciproco

93. In una trasformazione isoterma di un determinato quantitativo di un gas perfetto, la pressione varia proporzionalmente ...1... del volume del gas stesso. In una trasformazione isocora la pressione varia proporzionalmente ...2... della variazione di temperatura. L'energia cinetica delle molecole del gas cresce proporzionalmente ...3... della velocità delle molecole stesse. Se il gas è contenuto in un recipiente di forma sferica il volume del gas varierà proporzionalmente ...4... del raggio della sfera. Infine il raggio della sfera cambia proporzionalmente ...5... della superficie della sfera stessa. Nel brano precedente sono sottintese e numerate 5 relazioni di proporzionalità. Associare al numero di riferimento all'interno del brano la lettera corrispondente alla relazione sottintesa.
Le relazioni sono:
A) alla radice quadrata
B) alla prima potenza
C) al quadrato
D) al cubo
E) al reciproco

94. In una trasformazione isoterma di un determinato quantitativo di un gas perfetto, la pressione varia proporzionalmente ...1... del volume del gas stesso. In una trasformazione isocora la pressione varia proporzionalmente ...2... della variazione di temperatura. L'energia cinetica delle molecole del gas cresce proporzionalmente ...3... della velocità delle molecole stesse. Se il gas è contenuto in un recipiente di forma sferica il volume del gas varierà proporzionalmente ...4... del raggio della sfera. Infine il raggio della sfera cambia proporzionalmente ...5... della superficie della sfera stessa. Nel brano precedente sono sottintese e numerate 5 relazioni di proporzionalità. Associare al numero di riferimento all'interno del brano la lettera corrispondente alla relazione sottintesa.
Le relazioni sono:
A) alla radice quadrata
B) alla prima potenza
C) al quadrato
D) al cubo
E) al reciproco

95. In una trasformazione isoterma di un determinato quantitativo di un gas perfetto, la pressione varia proporzionalmente ...1... del volume del gas stesso. In una trasformazione isocora la pressione varia proporzionalmente ...2... della variazione di temperatura. L'energia cinetica delle molecole del gas cresce proporzionalmente ...3... della velocità delle molecole stesse. Se il gas è contenuto in un recipiente di forma sferica il volume del gas varierà proporzionalmente ...4... del raggio della sfera. Infine il raggio della sfera cambia proporzionalmente ...5... della superficie della sfera stessa. Nel brano precedente sono sottintese e numerate 5 relazioni di proporzionalità. Associare al numero di riferimento all'interno del brano la lettera corrispondente alla relazione sottintesa.
Le relazioni sono:
A) alla radice quadrata
B) alla prima potenza
C) al quadrato
D) al cubo
E) al reciproco

96. In una trasformazione isoterma di un determinato quantitativo di un gas perfetto, la pressione varia proporzionalmente ...1... del volume del gas stesso. In una trasformazione isocora la pressione varia proporzionalmente ...2... della variazione di temperatura. L'energia cinetica delle molecole del gas cresce proporzionalmente ...3... della velocità delle molecole stesse. Se il gas è contenuto in un recipiente di forma sferica il volume del gas varierà proporzionalmente ...4... del raggio della sfera. Infine il raggio della sfera cambia proporzionalmente ...5... della superficie della sfera stessa. Nel brano precedente sono sottintese e numerate 5 relazioni di proporzionalità. Associare al numero di riferimento all'interno del brano la lettera corrispondente alla relazione sottintesa.
Le relazioni sono:
A) alla radice quadrata
B) alla prima potenza
C) al quadrato
D) al cubo
E) al reciproco
97. Per i gas quali sono considerate le condizioni standard?
A) 275 K e 760 torr
B) 100 °C e 1 atm
C) 0 °C e 1 atm
D) 273 K e 780 torr
E) 0 °C e 2 atm

98. La trasmissione del calore per conduzione, a parità di tutte le altre condizioni, avviene più facilmente attraverso:
A) aria
B) materiale poroso
C) legno
D) alluminio
E) amianto

99. Un recipiente a pareti rigide (volume costante) e adiabatiche, con base rigida, buona conduttrice del calore, contiene una certa quantità di gas perfetto in equilibrio termodinamico, a pressione atmosferica. Nel coperchio bloccato del recipiente è inserita una valvola che si apre quando la pressione del gas supera la pressione atmosferica facendo uscire gas all'esterno. Se riscaldiamo il gas ponendo il recipiente su un fornello, che relazione c'è tra la temperatura del gas e il numero n di modi di gas che si trovano all'interno del recipiente?
A) Sono direttamente proporzionali
B) Sono inversamente proporzionali
C) Non dipendono l'una dall'altra
D) Sono legate dalla relazione T = n
E) Sono legate dalla relazione T = n2

100. L'impossibilità di convertire completamente e in maniera ciclica il calore in un'altra forma di energia è stabilita:
A) dal primo principio della termodinamica
B) dal principio dell'equilibrio mobile
C) dal principio di conservazione della quantità di moto
D) dal secondo principio della termodinamica
E) dall'equivalenza tra materia ed energia

101. Si mettono a contatto due corpi con temperature T1 e T2 (T1 < T2). Per la temperatura finale di equilibrio Tf vale, in generale:
A) T1 < Tf < T2
B) Tf = T1 + T2
C) Tf = (T1 + T2) . 2
D) Tf = (T1 + T2)/2
E) Tf = (T1 . T2)/2

102. Due masse uguali d'acqua hanno rispettivamente temperature di 60 e 20 °C. Mescolandole in assenza di scambi termici con l'esterno la temperatura finale di equilibrio sarà:
A) 80 °C
B) 40 °C
C) 30 °C
D) occorre conoscere il valore della massa totale
E) occorre conoscere il calore specifico

103. Se si asporta il 10% della massa d'acqua contenuta in un recipiente isolato, la temperatura dell'acqua che rimane in un recipiente:
A) non subisce variazioni
B) diminuisce del 10%
C) aumenta del 10%
D) diminuisce di una frazione che dipende dalla temperatura e dalla massa iniziali
E) bisogna conoscere il calore specifico dell'acqua

104. È possibile far passare il calore da un corpo più freddo a un corpo più caldo?
A) No, mai
B) Sì, se si spende energia nel processo
C) Sì, se il corpo più freddo ha un calore specifico più elevato
D) Sì, se il corpo più caldo ha un calore specifico più elevato
E) Sì, se il corpo freddo è un metallo e quello caldo un liquido

105. Mescolando un kg di ghiaccio con un kg di acqua bollente (calore di fusione cf = 80 kcal/kg) si ottiene all'equilibrio acqua a:
A) 90 °C
B) 50 °C
C) 20 °C
D) 10 °C
E) 0 °C

106. Mettendo in contatto due corpi a temperature diverse si raggiunge l'equilibrio termico. Possiamo dire che:
A) la temperatura passa da un corpo all'altro
B) calore viene ceduto al corpo più freddo
C) calore viene ceduto al corpo più caldo
D) calore specifico viene ceduto al corpo più freddo
E) capacità termica viene ceduta al corpo più caldo

107. Un palloncino A viene gonfiato con un certo volume V di aria. Un secondo palloncino B, identico ad A viene gonfiato con pari volume V di un gas il cui peso specifico è inferiore a quello dell'aria. Si può affermare che:
A) la forza di Archimede che agisce sul palloncino A è inferiore alla forza di Archimede che agisce sul palloncino B
B) la forza di Archimede che agisce sul palloncino A è superiore alla forza di Archimede che agisce sul palloncino B
C) la forza di Archimede che agisce sul palloncino A è uguale alla forza di Archimede che agisce sul palloncino B
D) la forza di Archimede agisce soltanto su corpi immersi in un liquido, per cui la forza di Archimede agente sui due palloncini immersi nell'aria è nulla
E) la forza di Archimede che agisce sul palloncino A può essere maggiore, minore o uguale alla forza di Archimede che agisce sul palloncino B, a seconda della posizione dei due palloncini gonfiati

108. Una mole di He4 a temperatura 0 °C e pressione 1 atm (N = num. di Avogadro):
A) occupa 1 m3
B) ha N atomi
C) ha 4 . N atomi
D) ha 4 N protoni
E) occupa 22,4 m3

109. Per scaldare un kg di una sostanza A di 5°C è necessaria la stessa quantità di calore che serve per innalzare di 10°C la temperatura di 500 g di una sostanza B. Si deduce che il rapporto tra il calore specifico di A e il calore specifico di B, (CA/CB) vale:
A) 1
B) 4
C) 1/4
D) 25
E) 1/25

110. La pressione atmosferica equivale a:
A) 10 tonnellate/m2
B) 1 tonnellata/m2
C) 0,1 tonnellata/m2
D) 100 kg/cm2
E) 9,8 kg/cm2

111. Come variano le temperature di due corpi di diversa costituzione e di massa diversa se ad essi viene fornita la medesima quantità di calore?
A) Il corpo di massa minore si porta ad una temperatura più elevata
B) Il corpo di massa maggiore si porta ad una temperatura più elevata
C) Siccome le quantità di calore sono uguali, i corpi si portano alla stessa temperatura
D) Non si può dire nulla se non si conoscono i rispettivi calori specifici
E) Dipende dalla quantità di calore

112. In ogni frigorifero una certa quantità di calore viene sottratta ogni secondo alla cella fredda e ceduta all'ambiente esterno a temperatura più alta, ossia del calore passa da un corpo più freddo ad uno più caldo.
Scegli quale tra le seguenti risposte è CORRETTA:
A) quanto sopra affermato è vero perché il frigorifero è una delle macchine termiche che funziona indipendentemente dal secondo principio della termodinamica
B) quanto sopra affermato è vero perché il secondo principio della termodinamica si applica solo alle macchine termiche che trasformano in lavoro il calore sottratto a una certa sorgente
C) anche una macchina frigorifera deve funzionare rispettando il secondo principio della termodinamica; la spiegazione del suo funzionamento sta nel fatto che il passaggio di calore da un corpo più freddo a uno più caldo non è
l'unico risultato che si ottiene durante ogni ciclo
D) il funzionamento di un frigorifero si può spiegare solo tenendo presente che i cicli vengono compiuti da gas molto particolari, che non seguono la legge dei gas perfetti e che inquinano l'atmosfera
E) per spiegare il funzionamento di un frigorifero occorre fare ricorso alle leggi della meccanica quantistica
113. A pressione costante la relazione esistente tra il volume e la temperatura in un gas è:
A) V/T = costante
B) V = T
C) V = R/T
D) V . T = costante
E) V = costante (sempre)

114. Per calcolare l'aumento della temperatura di un corpo susseguente alla somministrazione di una quantità di calore nota occorre conoscere anche:
A) la composizione chimica del corpo
B) il calore specifico del corpo
C) il calore specifico e la massa del corpo
D) la temperatura iniziale e la massa del corpo
E) la temperatura finale e la massa del corpo

115. Se la stessa quantità di calore viene somministrata a due corpi di uguale capacità termica, possiamo affermare che:
A) subiscono lo stesso abbassamento di temperatura
B) subiscono lo stesso aumento di temperatura
C) subiscono lo stessa dilatazione di volume
D) il corpo di massa maggiore subisce un aumento di temperatura maggiore dell'altro
E) il corpo di massa maggiore subisce un aumento di temperatura minore dell'altro

116. Il calore:
A) è una proprietà dei corpi
B) costituisce l'energia interna dei corpi
C) non è mai negativo
D) è energia in transito tra due corpi dotati di diversa temperatura
E) è uguale alla temperatura dei corpi

117. Se un gas perfetto subisce una compressione adiabatica allora la sua temperatura:
A) aumenta
B) sale o scende a seconda del tipo di gas
C) rimane costante
D) sale o scende a seconda del grado di isolamento termico raggiunto
E) diminuisce

118. Mescolando 1 kg d'acqua avente una temperatura di 80 °C con una eguale massa d'acqua a 20 °C, quale temperatura assumerà la miscela (supponendo che il calore specifico non dipenda dalla temperatura stessa)?
A) Bisogna conoscere il valore di tale calore specifico
B) (80 . 20)/(80 - 20) = 26,67 °C
C) (80 - 20) = 60 °C
D) (80 + 20)/2 = 50 °C
E) (80 . 20)1/2 = 40 °C

119. Il primo principio della termodinamica tratta:
A) della relazione tra pressione e temperatura
B) della definizione della temperatura
C) della definizione di capacità termica
D) della conservazione dell'energia
E) della diffusione del calore

120. Una mole di gas perfetto in condizioni standard
A) occupa 22,4 L
B) è pari a 1 kg di gas
C) si trova allo zero assoluto
D) si trova a 22,4 atm
E) ha massa 1 u.m.a.

121. L'acqua viene utilizzata nei circuiti di raffreddamento:
A) per il suo elevato calore specifico
B) per la sua piccola capacità termica
C) perché è un liquido inerte
D) perché è un liquido incomprimibile
E) perché evapora a 100 °C
122. Una caloria (cal) equivale a:
A) 1 W
B) 1/273 J
C) 1 erg . m
D) 4,18 J
E) 1/4180 J

123. Per quali delle seguenti ragioni nelle pentole a pressione domestiche il cibo si cuoce prima che nelle pentole tradizionali?
A) L'evaporazione è ridotta
B) L'aumento di pressione frantuma le cellule
C) Al crescere della pressione aumenta la temperatura di ebollizione e quindi la velocità delle reazioni chimiche
D) Al crescere della pressione diminuisce la temperatura di ebollizione e quindi diminuisce la velocità delle reazioni chimiche
E) Al crescere della pressione diminuisce la temperatura di ebollizione e quindi questa viene raggiunta prima

124. Due oggetti sono in equilibrio termico tra di loro se hanno:
A) stesso calore specifico
B) stessa temperatura
C) stessa capacità termica
D) stessa massa
E) stessa densità

125. Il rendimento di una macchina termica è:
A) rapporto fra calore assorbito e calore ceduto
B) rapporto fra calore assorbito e lavoro fatto
C) rapporto fra lavoro fatto e calore assorbito
D) differenza tra calore assorbito e calore ceduto
E) prodotto fra potenza della macchina e tempo in cui la macchina lavora

126. Indicare la risposta ERRATA. La quantità di calore si può misurare in:
A) joule
B) watt
C) watt . s
D) calorie
E) erg

127. Un gas si espande a pressione costante. Durante l'espansione è sempre vero che il sistema:
A) compie un lavoro
B) riceve lavoro
C) cede calore
D) si raffredda
E) fa una trasformazione isocora

128. Il rendimento di una macchina termica è uguale a 1:
A) quando funziona a bassissimo regime
B) quando è una macchina ideale senza attriti
C) quando utilizza una sola sorgente di calore
D) in nessun caso
E) quando le due sorgenti di calore hanno la stessa temperatura

129. La quantità di calore si può misurare in:
A) joule
B) gradi centigradi
C) atmosfere
D) grammi
E) calorie . centimetro quadrato

130. Un metro cubo di un certo metallo (densità relativa=7; calore specifico=1/6 kcal/kg) ha capacità termica (in kilocalorie) pari a:
A) 1/42000
B) 1/42
C) 6/7
D) 7/6
E) 7000/6
131. Due chilogrammi d'acqua alla temperatura di 80 °C vengono introdotti in un calorimero contenente un chilogrammo d'acqua a 20 °C. La temperatura di equilibrio raggiunta dopo un certo tempo nel calorimero è:
A) 30 °C
B) 60 °C
C) 50 °C
D) 33 °C
E) non vi sono dati sufficienti per rispondere

132. L'acqua in un recipiente posto su una sorgente di calore bolle quando:
A) la sezione di un recipiente raggiunge un certo valore
B) la temperatura dell'acqua raggiunge i 110 °C
C) la pressione esercitata sull'acqua è uguale a quella esercitata sulle pareti del recipiente
D) la tensione di vapore raggiunge i 100 mmHg
E) la tensione del suo vapore uguaglia la pressione esterna

133. Un recipiente termicamente isolato è diviso in due parti uguali da una membrana. Nelle due metà sono contenuti due gas perfetti, uno monoatomico, l'altro biatomico, alla stessa temperatura T0 ed alla stessa pressione P0. Se si rompe la membrana, i due gas si mescolano; all'equilibrio la pressione sarà:
A) 2 P0
B) P0
C) P0/2
D) non uniforme, perché i gas, uno monoatomico e l'altro biatomico non si mescolano bene
E) P0/273

134. Che differenza c'è tra gas e vapore?
A) Si parla di gas quando la temperatura è superiore a quella critica, di vapore quanto la temperatura è inferiore
B) Il gas è irrespirabile, contrariamente al vapore
C) Si parla di vapore solo nel caso dell'acqua, tutti gli altri aeriformi sono gas
D) Non c'è nessuna differenza
E) Il gas è freddo mentre il vapore è caldo

135. Due stanze di uguale volume e comunicanti (uguale pressione) contengono un gas perfetto. Le temperature T1 e T2 sono diverse nelle due stanze. Se ne deduce che:
A) c'è più aria nella stanza più fredda
B) c'è più aria nella stanza più calda
C) la quantità di aria è la stessa nelle due stanze
D) non si può concludere niente
E) non è possibile che si verifichi questa situazione

136. Quando un gas perfetto viene compresso isotermicamente:
A) il gas assorbe calore dall'esterno
B) il gas cede calore all'ambiente esterno
C) il gas si riscalda
D) il gas non scambia calore
E) il gas rimane isovolumico

137. Tra i fenomeni seguenti segnare quello che NON indica un cambiamento di stato:
A) fusione
B) conduzione
C) solidificazione
D) condensazione
E) sublimazione

138. Si può trasferire del calore da un corpo che si trova ad una temperatura di 350 K ad uno che si trova ad una temperatura di 87 °C?
A) No, perché si violerebbe il primo principio della termodinamica
B) Sì, solo se la trasformazione è reversibile
C) Sì, solo se la pressione rimane costante
D) Sì, ma solo compiendo un lavoro
E) Non è possibile rispondere, perché le due temperature sono misurate usando scale diverse

 

139. Si vuole realizzare una trasformazione in cui unico risultato sia quello di convertire in lavoro il calore sottratto ad un'unica sorgente termica. È possibile?
A) È senz'altro possibile
B) È possibile solo nel caso in cui la trasformazione è una trasformazione isotermica
C) È possibile solo nel caso in cui la trasformazione è una trasformazione isocora
D) È possibile solo nel caso in cui la trasformazione è una trasformazione adiabatica
E) È impossibile

140. Le macchine termiche compiono trasformazioni cicliche
A) per obbedire al secondo Principio della Termodinamica
B) per fare a meno di un termostato
C) perché queste sono reversibili
D) perché il rendimento è migliore
E) per poterne compiere un numero a piacere

141. La temperatura assoluta si misura:
A) in gradi Celsius
B) in Kelvin
C) in gradi Fahrenheit
D) in chilocalorie
E) in joule

142. Quando una molecola libera di HCl incontra una molecola libera NH3 per formare una molecola di NH4Cl (cloruro d'ammonio) lo stato finale del sistema, confrontato con lo stato iniziale:
A) ha energia cinetica totale uguale e quantità di moto totale minore
B) ha energia cinetica totale minore e quantità di moto totale uguale
C) ha energia cinetica e quantità di moto totali minori
D) ha energia cinetica e quantità di moto totali maggiori
E) ha energia cinetica e quantità di moto totali uguali

143. Quale delle seguenti grandezze si può misurare in kcal/kg?
A) Calore latente di fusione
B) Capacità termica
C) Calore specifico
D) Variazione di entropia
E) Equivalente meccanico della caloria

144. In una trasformazione ciclica reversibile, una macchina termica assorbe 450 kcal da un serbatoio di calore e cede 150 kcal ad un altro serbatoio di calore a temperatura più bassa. Il rendimento del ciclo è:
A) 1/3
B) 2/3
C) 3/5
D) 1/4
E) 3/4

145. Se mescoliamo tra loro in un recipiente adiabatico due masse di acqua, rispettivamente m1 alla temperatura t1 ed m2 alla temperatura t2, la temperatura di equilibrio tf sarà:
A) tf = (m1 t1 + m2 t2) /2
B) tf = (m1 t1 - m2 t2) /2
C) tf = (m1 t1 + m2 t2) /2 (m1 + m2)
D) tf = (m1 t1 - m2 t2) /2 (m1 + m2)
E) tf = (m1 t1 + m2 t2) / (m1 + m2)

146. 1020 atomi di gas sono contenuti in un volume di 1 m3. All'aumentare della temperatura aumenta la pressione del gas in quanto:
A) il gas tende alla condizione di gas perfetto
B) il gas si allontana dalla condizione di gas perfetto
C) l'energia cinetica delle molecole aumenta
D) l'energia interna non varia
E) il volume delle molecole aumenta

 

147. A quale temperatura centigrada le molecole di un gas hanno energia cinetica media uguale alla metà di quella che hanno a temperatura ambiente (considerata di circa 27 °C)?
A) 13,5 °C
B) 150 °C
C) - 123 °C
D) 54 °C
E) - 150 °C

148. Durante l'espansione adiabatica e reversibile di un gas perfetto, il lavoro compiuto dal sistema è uguale:
A) alla quantità di calore assorbita dall'ambiente
B) alla diminuzione di energia cinetica elastica dello stesso gas
C) alla variazione dell'energia cinetica totale delle molecole del gas
D) alla diminuzione dell'energia potenziale intermolecolare
E) alla variazione di entropia del gas

149. Quando l'acqua si trasforma in ghiaccio a pressione atmosferica:
A) viene assorbito calore dall'ambiente
B) aumenta la temperatura del miscuglio acqua-ghiaccio
C) diminuisce la temperatura del miscuglio acqua-ghiaccio
D) si ha una contrazione di volume
E) sviluppa calore cedendolo all'ambiente

150. La temperatura di ebollizione di un liquido ad una data pressione:
A) dipende esclusivamente dal tipo di liquido che si considera
B) dipende dalla massa del liquido
C) dipende dalla quantità di calore assorbito
D) dipende sia dal tipo di liquido che dalla quantità di calore assorbito
E) dipende dalla superficie libera del liquido

151. Per calcolare il lavoro compiuto da un gas che si espande ad una pressione costante nota è sufficiente conoscere:
A) il volume iniziale del gas
B) la variazione di volume del gas
C) la massa del gas
D) la variazione di temperatura del gas
E) la velocità di espansione del gas

152. Il calore di fusione del ghiaccio è 80 kcal/kg. Se introduciamo in un termos 100 g di ghiaccio a 0 °C e 100 g di acqua a 60 °C, la temperatura di equilibrio del sistema sarà:
A) 50 °C
B) 30 °C
C) 20 °C
D) 0 °C
E) - 20 °C



SOLUZIONI


1.C   2.E   3.B   4.B   5.A   6.C   7.A   8.D   9.A   10.C   11.A   12.A   13.B   14.C   15.A   16.E   17.E   18.A   19.D   20.B   21.E   22.C   23.D   24.A   25.A   26.B   27.B   28.B   29.C   30.A   31.B   32.C   33.C   34.D   35.A   36.A   37.C   38.D   39.C   40.C   41.D   42.B   43.C   44.A   45.C   46.A   47.C   48.C   49.C   50.B   51.B   52.C   53.D   54.A   55.A   56.B   57.B   58.D   59.D   60.B   61.B   62.D   63.D   64.C   65.C   66.A   67.C   68.B   69.B   70.C   71.B   72.B   73.B   74.C   75.D   76.D   77.D   78.B   79.A   80.B   81.D   82.A   83.D   84.A   85.A   86.A   87.A   88.B   89.D   90.C   91.C   92.E   93.B   94.C   95.D   96.A   97.C   98.D   99.B   100.D   101.A   102.B   103.A   104.B   105.D   106.B   107.C   108.B   109.A   110.A   111.D   112.C   113.A   114.C   115.B   116.D   117.A   118.D   119.D   120.A   121.A   122.D   123.C   124.B   125.C   126.B   127.A   128.D   129.A   130.E   131.B   132.E   133.B   134.A   135.A   136.B   137.B   138.D   139.E   140.E   141.B   142.B   143.A   144.B   145.E   146.C   147.C   148.C   149.E   150.A   151.B   152.D

 

Fonte: http://schiattarella.altervista.org/scuola/TEST/FISICA/termologia.doc

Autore del testo: Carolina Schiattarella

Parola chiave google : Fisica test quiz tipo file : doc

 

 

 

Visita la nostra pagina principale

 

Fisica test quiz

 

Termini d' uso e privacy

 

 

 

 

Fisica test quiz