Grammatica tabella complementi

 


 

Grammatica tabella complementi

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di più leggi la nostra Cookie Policy. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.I testi seguenti sono di proprietà dei rispettivi autori che ringraziamo per l'opportunità che ci danno di far conoscere gratuitamente a studenti , docenti e agli utenti del web i loro testi per sole finalità illustrative didattiche e scientifiche.

 

Le informazioni di medicina e salute contenute nel sito sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo e per questo motivo non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione).

 

 

Grammatica tabella complementi

 

tabella riassuntiva sui complementi

 


tipo di complemento

domanda

Cosa indica

Funzionali

Esempio

Complemento predicativo del Soggetto

 

 

 

 

Complemento Oggetto

Chi? Che cosa? 
(dopo il verbo)

l’oggetto dell’azione espressa
dal verbo

_

Ho mangiato la pizza

Complemento predicativo dell’Oggetto

 

 

 

 

Complemento di Termine

A chi? A che cosa?

la persona, l’animale o la cosa a cui è indirizzata l’azione espressa dal verbo

a

Luca assomiglia
alla mamma

Complementi di Vantaggio / Svantaggio

A chi? A che cosa?

a quale persona o cosa è utile o dannoso ciò di cui si parla

a, per, di, contro

La grandine è dannosa
per i campi

Complemento d’Agente

Da chi?

la persona o l’animale che compie l’azione subita
dal soggetto

da

I ladri sono inseguiti
dai poliziotti

Complemento di Causa Efficiente

Da che cosa?

la cosa che compie l’azione subita dal soggetto

da

I rami sono mossi
dal vento

Complemento di Specificazione

Di chi? Di che cosa?

aggiunge una precisazione
al nome a cui si riferisce

di

La fila dei bambini è lunga

Complemento di Denominazione

Di chi? Di che cosa?

il nome proprio del nome comune a cui si riferisce

di

Visiteremo la città
di Roma

Complementi di Abbondanza / Privazione

Di chi? Di che cosa?

ciò che si ha in abbondanza
o di cui si è privi

di

L’acqua è priva
di sostanze nocive

Complemento di Materia

Di che cosa?

il materiale di cui è fatto l’oggetto a cui si riferisce

di

Dammi un sacchetto
di plastica

Complemento di Argomento

Riguardo a chi?
Riguardo a che cosa?

l’argomento di cui si parla
o si scrive

di, su, in, riguardo a, a proposito di…

Parlavano di sport

Complemento di Tempo Determinato

Quando?

quando avviene un fatto

-
a, in, di

Pranziamo
a mezzogiorno

Complemento di Tempo Continuato

Per quanto tempo?

quanto tempo dura un fatto

-
per

Ho studiato per un’ora

Complemento di stato in luogo

Dove?

dove sta, in quale luogo si trova una persona, un animale o
una cosa

a, in, su, dentro, fuori, sopra, sotto, presso, vicino

Oggi sto a casa

Complemento di moto a luogo

Verso dove?

verso quale luogo si dirige qualcuno o qualcosa

a, in, su, dentro, fuori, sopra, sotto, presso, vicino

Domani andrò al cinema

Complemento di moto da luogo

Da  dove?

da  quale luogo viene qualcuno o qualcosa

da, di

Torno da scuola

Complemento di moto per luogo

Per dove?
Attraverso dove?

attraverso quale luogo passa qualcuno o qualcosa

per, attraverso,
in mezzo a

Il treno passa per Firenze

 

Fonte: http://www.insegnareitaliano.it/documenti/Laboratorio%20docenti/italiano/Gentile%20Giorgio/Dcoumenti/Tabella%20dei%20complementi.doc

Autore del testo: non indicato nel documento di origine

Parola chiave google : Grammatica tabella complementi tipo file : doc

 

TABELLA RIASSUNTIVA DEI PRINCIPALI COMPLEMENTI

 

TIPO DI COMPLEMENTO

DOMANDA

COSA INDICA

FUNZIONALI

ESEMPIO

COMPLEMENTO  OGGETTO

Chi?  Che cosa?

L’oggetto dell’azione espressa dal verbo

-------

Ho mangiato la pizza

COMPLEMENTO DI TERMINE

A chi?  A che cosa?

La persona, l’animale o la cosa a cui è indirizzata l’azione espressa dal verbo

a

Luca assomiglia  alla mamma

COMPLEMENTO DI SPECIFICAZIONE

Di chi?  Di che cosa?

Aggiunge una precisazione al nome a cui si riferisce

di

La fila dei bambini è lunga

COMPLEMENTO D’AGENTE

Da chi?

La persona o l’animale che compie l’azione subita dal soggetto

da

I ladri sono  inseguiti dai poliziotti

COMPLEMENTO DI CAUSA EFFICIENTE

Da che cosa?

La cosa che compie l’azione  subita dal soggetto

da

I rami sono mossi  dal vento

COMPLEMENTO DI TEMPO DETERMINATO

Quando?

Quando avviene un fatto

a, in, di

Pranziamo a mezzogiorno

COMPLEMENTO DI TEMPO CONTINUATO

Per quanto tempo?

Quanto tempo dura un fatto

per

Ho studiato per due ore

COMPLEMENTO DI STATO IN LUOGO

Dove?

Dove sta, in quale luogo si trova una persona, un animale, una cosa

a, in, su, dentro, fuori, sopra, sotto, presso, vicino

Oggi sto a casa

COMPLEMENTO DI MOTO A  LUOGO

Verso dove?

Verso quale luogo si dirige qualcuno o qualcosa

a, in, su, dentro, fuori, sopra, sotto, presso, vicino

Domani andrò al cinema

COMPLEMENTO DI MOTO DA  LUOGO

Da dove?

Da quale luogo viene qualcuno o qualcosa

da, di 

Torno da scuola

COMPLEMENTO DI MOTO PER  LUOGO

Per dove? Attraverso dove?

Attraverso quale luogo passa qualcuno o qualcosa

per, attraverso, in mezzo a

Il treno passa per Firenze  

COMPLEMENTO DI CAUSA

Per quale motivo?

Indica il motivo, la causa per cui si verifica una certa situazione

per, di, da, con, a causa di, per via di

Non esco per il freddo

COMPLEMENTO DI FINE O SCOPO

Per quale fine?
Per quale scopo?

Indica lo scopo, l’obiettivo che si intende raggiungere, il fine che viene perseguito

per, di, in, a, da

Studio molto per gli esami

COMPLEMENTO DI MODO

Come? In quale modo?

Indica in che modo viene svolta l’azione indicata dal predicato

con, da, a secondo, di, in

Lo afferrò con delicatezza

COMPLEMENTO DI MEZZO

Per mezzo di che cosa?
Con quale mezzo?

Indica qual è lo strumento che si usa per svolgere l’azione indicata dal predicato

con, per, a, in, per mezzo di, tramite, grazie a

Rompo le noci con il martello

COMPLEMENTO CONCESSIVO

Nonostante cosa?
Malgrado che cosa?

Indica la causa per cui il fatto, che comunque è successo, non sarebbe dovuto capitare

Nonostante, malgrado, a dispetto di, contrariamente a

Arrivò al traguardo malgrado la stanchezza

COMPLEMENTO DI VANTAGGIO

A vantaggio di chi?
A favore di chi?

Indica se l’azione che si compie è a vantaggio o per il bene di qualcuno

a, per, a vantaggio di, per il bene di, a favore di, in difesa di

Rallentate per il bene dei bambini

COMPLEMENTO DI SVANTAGGIO

A svantaggio di chi?
A sfavore di chi?

Indica se l’azione che si compie è a svantaggio o a sfavore di qualcuno

per, contro, a discapito di, a sfavore di, a danno di 

È un articolo contro i rettili

COMPLEMENTO DI COMPAGNIA

Insieme a chi?
Con chi?

Indica la persona o l’animale insieme a cui si fa l’azione

con, insieme a,
in compagnia di

Andrò a Roma in compagnia dei miei amici

COMPLEMENTO DI UNIONE

Insieme a che cosa?
Con che cosa?

Indica l’oggetto inanimato insieme a cui s fa l’azione

con, insieme a,
in unione con

Oggi mangio bucatini con la pancetta

COMPLEMENTO DI RAPPORTO

Con chi?

Indica la persona, l’animale o la cosa con cui si è in rapporto, in relazione

con, tra, fra

Ho litigato con mia madre

COMPLEMENTO DI ARGOMENTO

Di chi? di che cosa? Su chi? Su che cosa?

Indica l’argomento di cui si parla o si scrive

di, su, riguardo a, circa, a proposito di

Raccontò a tutti del suo viaggio in Australia

COMPLEMENTO DI MATERIA

Di che cosa? In quale materiale?

 

Indica il materiale con cui è fatto l’oggetto di cui si parla

di, in

Ho comprato un anello d’oro

COMPLEMENTO DI DENOMINAZIONE

Di quale nome?

Definisce, con un nome generalmente proprio, il nome comune che lo regge

di

Ho visitato la città di Milano

COMPLEMENTO DI QUALITÀ

Come?

Indica com’è una persona, animale o cosa. È spesso formato da un nome accompagnato da un attributo

da, di a, con

Ho conosciuto una ragazza dall’aria simpatica

COMPLEMENTO DI ETÀ

Di quale età?

Indica l’età della persona, dell’animale o della cosa di cui si parla.

a, di su, all’età di

La mia mamma ha trentacinque anni

COMPLEMENTO DI LIMITAZIONE

Relativamente a che cosa?

Limita il significato dell’aggettivo, del verbo o del nome che lo precede.

di, da, in per, in quanto a, per quel che riguarda, limitatamente a

Mio padre è un uomo alto di statura

COMPLEMENTO DI ABBONDANZA

Di che cosa?

È retto da aggettivi o verbi che indicano la presenza di grande quantità

di

Siamo pieni di problemi

COMPLEMENTO DI PRIVAZIONE

Di che cosa?

È retto da aggettivi o verbi che indicano la mancanza o la scarsa quantità

di

Era una stanza priva di mobili

 

Fonte:  http://digilander.libero.it/scuola.digitale/TABELLA%20RIASSUNTIVA%20DEI%20PRINCIPALI%20COMPLEMENTI.doc

 

Autore del testo: non indicato nel documento di origine

Parola chiave google : Grammatica tabella complementi tipo file : doc

 

TABELLA DEI PRINCIPALI COMPLEMENTI con esempi

Complemento

Risponde alla domanda

Caratteristiche

Esempio

complemento oggetto (o diretto)

chi? che cosa?

si riconosce generalmente dal fatto che non è preceduto da preposizioni.
Il complemento oggetto può essere rappresentato da un sostantivo e da qualsiasi parte del discorso che svolge la funzione del nome

egli ama la musica; Gino legge un libro; tu mi vedi; amo il sì e il no; voi sapete il come e il quando; noi apprezziamo il sapere

complemento di specificazione

di chi? di che cosa?

serve a specificare il significato di un dato termine esprimendo rapporti diversi. E' introdotto sempre dalla preposizione di semplice o articolata

L’odio dei nemici, il rumore del mare, il canto degli uccelli, la luce del sole; la paura della morte, il desiderio di ricchezze, la speranza della pace, il venditore di giocattoli.

complemento di termine

a chi? o a che cosa?

Indica il termine su cui va a cadere l'azione espressa da un verbo transitivo. E' retto dalla preposizione a semplice o articolata

Pensa a te stesso. Lasciò la casa alla moglie. Dar da mangiare agli affamati. Togli quell'oggetto pericoloso a tuo figlio.

complemento di agente

da chi?

indica l'essere animato da cui è compiuta un'azione espressa da un verbo transitivo passivo e che il soggetto subisce. E' retto dalla preposizione da o dalla locuzione da parte di

Romolo e Remo furono adottati da una lupa. I genitori sono amati dai figli. La deliberazione fu approvata da parte di tutti i consiglieri.

complemento di causa efficiente

da che cosa?

l'azione è causata non da una persona o da un animale ma da un essere inanimato

Il toro fu ucciso da un fulmine. Firenze fu allagata dall'Arno.

complemento di origine o provenienza

 

indica l'origine reale o figurata, la discendenza, la provenienza di una persona o di una cosa. E' introdotto da verbi, sostantivi o aggettivi che indicano origine o provenienza (e non moto), ed è retto dalla preposizione da

Egli è nato da nobile famiglia; Proviene da una famiglia povera del Sud; La famiglia Giulia si diceva discendente da Iulo; L'Arno nasce dal monte Falterona; Ho appreso la notizia da mio zio; Ho ricevuto lettere dalla mia fidanzata; La viltà deriva spesso dalla paura.

complemento partitivo

Di quale parte? / fra chi, fra che cosa?

uno speciale complemento di specificazione, in quanto specifica la parte di un tutto. E' retto dalla preposizione di / Quando è introdotto da un pronome indefinito è introdotto anche dalla preposizione fra o tra:

una parte della pubblico cominciò a borbottare; qualcuno degli allievi deve essere interrogato / Qualcuno tra noi ha tradito; Pochi, fra gli allievi del corso, hanno superato l'esame

 

complemento di qualità

Di che qualità?

Indica le qualità di una persona, di un animale o le proprietà di una cosa. E' formato solitamente da un sostantivo accompagnato da un attributo (?) ed è retto dalle preposizioni di e da. La preposizione di viene più usata per le qualità morali, mentre la preposizione da per quelle fisiche, anche se poi la distinzione non è rigida

Un uomo di carattere forte; donna di un'astuzia incredibile; ragazza dagli occhi azzurri; una cosa di scarsa importanza; un vestito di qualità pregiata.

complemento di materia

di che cosa?

indica la materia di cui è fatta una cosa; è retto dalla preposizione di (più corretta di in):

statua di bronzo; anello d'oro; scarpe di cuoio; vaso di cristallo; veste di seta

complemento di argomento

di chi? di che cosa? intorno a chi? o a che cosa?

indica l'essere o la cosa di cui si parla; E' retto dalle preposizioini di, su, circa, riguardo a, intorno a

parliamo di sport; un libro sulla storia antica; conferenza sulla crisi economica; le mie osservazioni circa il progetto di nuove costruzioni; discutere intorno all'arte moderna

complemento di vantaggio e svantaggio

in favore di chi?, a sfavore di chi?, nell'interesse di chi?, a danno di chi?, a profitto di chi?, a svantaggio di chi?

indica per chi o per che cosa avviene un'azione. E' retto dalla preposizione per, o dalle locuzioni: in favore di, a sfavore di …

i sacrifico per la famiglia; lavoriamo nell'interesse dell'azienda; preghiamo per i defunti; hai parlato a danno di me; quel trattamento è dannoso per le colture; è un pericolo per l'incolumità personale; ho perorato la causa a favore di tuo zio; il fumo è nocivo per i polmoni.

complemento di abbondanza e privazione

Di che cosa?

indica ciò di cui si è ricchi o si è privi. E' introdotto da verbi o aggettivi indicanti abbondanza o difetto (abbondare, eccedere, fornire, ricco, provvisto, colmo, ecc.; abbisognare, mancare, difettare, vuoto, privo, sprovvisto, ecc.). E' retto dalla preposizione di

sala piena di anziani, vite carica di grappoli, giovane ricco d'ingegno, la terra abbonda di acqua, nave carica di merci, botte piena di vino, uomo ricoperto di lodi; c'è povertà di risorse finanziarie, vi sono famiglie prive anche del necessario, i deboli sono bisognosi di conforto, fu spogliato dei suoi averi, è rimasto sprovvisto di denaro, parole vuote di senso

complemento di limitazione

Limitatamente a cosa?

delimita il campo entro il quale è valido un giudizio o va inteso un predicato. E' retto dalle preposizioni a, da, di, in, per e dalle locuzioni in fatto di, a giudizio di, rispetto a, a parere di, riguardo a, e simili:

bravo in matematica, generoso a parole, cieco di un occhio, stare male a quattrini, sordo da un orecchio, indegno di perdono, degno di considerazione, lodevole per il suo impegno, a mio parere sei forbito nel linguaggio, riguardo alla forma il componimento è buono, quel giocatore è abile nel dribbling.

complemento di paragone

Rispetto a chi?/che cosa?

indica il secondo termine di un confronto, nel quale il primo termine è rappresentato dalla persona o dalla cosa paragonata

l diamante è più duro del vetro, il diamante costituisce il primo termine di paragone; mentre del vetro rappresenta il secondo termine.

complemento di età

A quale età?

specifica l'età di un essere, di una cosa. E' costituito dal nome anno (e, nelle determinazioni più particolareggiate, anche dai nomi giorni, mesi, settimane), preceduto dal numerale e introdotto dalle preposizioni a e di:

Dante morì a cinquantasei anni; Fausto si sposò a ventinove anni; Scrisse il primo libro a trent'anni; Gli elefanti raggiungono spesso l'età di centottant'anni; E' un bimbo di nove mesi e dieci giorni.

complemento di allontanamento o separazione

Da dove?

indica la separazione oppure la lontananza da una determinata persona o cosa (anche moralmente).
Dipende da verbi, avverbi o aggettivi indicanti separazione, allontanamento, divisione e simili; è retto dalla preposizione da

Mi allontanai dalla famiglia; Ti separasti dai tuoi cari; Fu distolto dal suo lavoro; Furono liberati dalla prigionia; Le mie opinioni sono discordanti dalle tue; Aristide fu bandito dalla patria.

complemento di compagnia

Con chi?

indica l'essere animato con il quale ci si accompagna; è retto dalla preposizione con o dalle locuzioni insieme con, assieme con, in compagnia di

Vivo con mio padre; Verrò a trovarti insieme con mia moglie; E' uscito in compagnia del suo cane.

complemento di unione

con che cosa? insieme con quale cosa?

indica una cosa a cui è unita un'altra. Si differenzia dal complemento di compagnia per il fatto che il nome che costituisce il complemento indica una cosa e non una persona. E' retto dalla preposizione con

Ho mangiato il pane con la marmellata; Ha mischiato il vino con l'acqua; Oggi si mangia la minestra con i fagioli; Sono uscito con pochi soldi.

complemento di stato in luogo

Dove? in che luogo?

indica ove si trovi il soggetto e si compia l'azione. Dipende normalmente da verbi o sostantivi di quiete come vivere, stare, abitare, trovarsi, dimorare, rimanere; sede, domicilio, dimora, soggiorno, sosta, ecc. E' retto dalla preposizione in, e anche dalla preposizione a con i nomi di città e di piccola isola; Pure usate sono le preposizioni su, sopra, sotto, dentro, davanti, presso

Vivo a Roma; Noi abitiamo in città; Ha sede in Toscana; La Francia è in Europa; Ci fermiamo ad Ischia; C'è un libro sul tavolo; E' seduto davanti a me; Si era nascosto sotto il letto; Il gatto riposava sotto l'albero; Enzo stava dentro casa.

complemento di moto a luogo

Verso dove? verso quale luogo?

dipende da un verbo di movimento e indica ove sia diretto il soggetto o il luogo cui tenda un'azione. E' retto dalle preposizioni a, da, su, per, sotto, verso e simili:

Vado a Parigi; La nave giunse in porto; Verrà da te; Torno in paese; Salì sul tetto; L'attaccante si diresse veloce verso la porta; Partì per l'America; Andò a ripararsi sotto il balcone.

complemento di moto da luogo

Da dove? da quale luogo?

ndica il luogo da cui si proviene. E' introdotto da verbi che esprimono l'idea di moto da luogo o da sostantivi come fuga, ritorno, esilio, arrivo, e simili. E' retto dalle preposizioni di, da

Esco di casa; Vengo dalla scuola; Torno da Londra; Ritornavano dalla campagna; Dante fu esiliato da Firenze.

complemento di moto per luogo

Per dove? per quale luogo?

indica il luogo attraverso il quale si passa. E' introdotto dai verbi che esprimono moto, passaggio o da sostantivi come venuta, passaggio, fuga, transito. E' retto dalle preposizioni per, attraverso, e simili

Fuggì attraverso i campi; Passarono per una stretta via; Il ladro sgattaiolò in mezzo alla folla; Transitava per la via maestra; Annibalè attraversò le Alpi col suo esercito.

complemento di tempo determinato

Quando? in che tempo?

indica il tempo preciso in cui è avvenuta, avviene o avverrà un'azione. E' costituito da un sostantivo preceduto dalle preposizioni o locuzioni a, in, di, su, verso, circa, durante, intorno a

ndrò a casa a mezzogiorno; Verranno alle sei di pomeriggio; Lavoro di notte; Ci rivedremo in estate; Andremo a cena verso le otto; Durante la guerra molte città vennero bombardate; Erano circa le sette quando lo salutai; In primavera la natura rinasce; Ci incontrammo sul far dell'alba.

complemento di tempo continuato

da quanto tempo? per quanto tempo?

indica "quanto" tempo dura l'azione espressa dal predicato. Può essere costituito da un avverbio o da un nome preceduto dalla preposizione per o da durante, circa, su, intorno, verso

Lo ascoltai a lungo; Ti ringrazierò eternamente; Visse lo spazio di un mattino; Pregammo per venti minuti; Ci aspettò per tutta la mattinata; La nonna visse novant'anni; Staremo qui fino a martedì; Mio padre lavorò in fabbrica per cinquant'anni; Resistemmo per circa un mese.

complemento di causa

perché? per qual motivo?

indica il motivo, la causa per cui si fa o avviene un'azione. E' retto dalle preposizioni a, da, di, per o dalle locuzioni a causa di, a modo di, per motivi di, e simili

Si tremava dal freddo o a motivo del freddo; Si soffre per il troppo caldo; Non sono uscito per la pioggia; Non sono andato a scuola per motivi di salute; Impallidì a quella vista; Ha dato le dimissioni per motivi personali.

complemento di fine o scopo

qual fine? per quale scopo?

indica il fine per cui si compie l'azione, oppure la destinazione di un oggetto. E' retto dalle preposizioni a, da, per, in, che precedono il sostantivo indicante lo scopo, oppure dalle locuzioni a fine di, essere di, dare in, lasciare in, riuscire di

Fu alzato un muro a difesa della città; I genitori lavorano per l'avvenire dei figli; Mi lasciò una foto per ricordo; E' entrato nella sala da pranzo; Sul tavolo c'è un vino da pasto

complemento di mezzo o strumento

per mezzo di chi o di che cosa?

indica il mezzo o lo strumento con cui si compie l'azione espressa dal predicato. E' retto dalle preposizioni con, per, di, a, in, mediante o dalle locuzioni per mezzo di, per opera di

Il cane fu colpito con un bastone; Ci parlammo per telefono; Sollevarono mediante la gru il pesante carico; Si mise in contatto con noi tramite un amico; Per opera di tuo fratello ho salvato la barca; Partimmo tutti in macchina

complemento di modo o maniera

come? in che modo? in che maniera?

indica il modo in cui si realizza una circostana. E' retto dalle preposizioni con, a, di, da, in, per

Giulio mangia con appetito; Me lo disse in segreto; La mamma rimase di stucco; Gino andava di corsa; Puoi presentarti a fronte alta; Mio cugino fa una vita da principe.

complemento di peso

Quanto pesante?

indica il peso di un essere o di una cosa

Giorgio pesava cinquanta chilogrammi; Il carico pesa due tonnellate.

complemento di prezzo o stima

Quanto stimato? quanto costoso?

indica il prezzo o il valore di un essere o di una cosa

Ho comperato una penna per mille euro; La casa è stata venduta per trecentomila euro; Il podere fu stimato centocinquantamila euro; Il cavallo fu acquistato per ventimila euro.

complemento di estensione

Quanto lungo/largo/alto/profondo?

determina quantitativamente un oggetto secondo la misura della lunghezza, della larghezza, dell'altezza o della profondità. E' introdotto dai verbi (?) misurare, estendersi, elevarsi, innalzarsi e dagli aggettivi (?) lungo, largo, alto, profondo, ecc. Non è retto da alcuna preposizione; con i verbi si usa talvolta per

La pianura si estende per cinquanta chilometri; Quel campanile è alto trenta metri; Il grattacielo si innalza per venti piani; Il Po è lungo 652 chilometri; La voragine è profonda quaranta metri; la stanza è larga quattro metri. Si può anche dire: La torre è di venti metri (sottinteso d'altezza), oppure: La torre ha venti metri d'altezza.

complemento di distanza

quanto? a che distanza?

indica la distanza da un luogo. E' introdotto dalle espressioni: essere lontano, distare. Si costruisce senza preposizione; ma in posizione assoluta è retto dalla preposizione a

La spiaggia dista due chilometri dal paese; L'auto si è fermata a cinque metri dalla casa; Il cinema dista a cinquanta metri dalla piazza; Ostia è a pochi chilometri da Roma; Mi trovavo a poche centinaia di metri dal luogo dell'incidente

complemento di colpa

di che cosa? per che cosa?

indica la colpa o il delitto di cui uno è accusato. E' introdotto da verbi, nomi o aggettivi che indicano accusa o colpa. E' costituito da un sostantivo preceduto dalle preposizioni per o di:

Fu accusato di furto; I militari saranno processati per tradimento; I nazisti si Si macchiarono di orrendi crimini; Socrate fu processato per corruzione; Fu dichiarato colpevole di omicidio volontario; Egli fu tacciato di menzogna

complemento di pena

a che cosa? con che cosa?

indica un giudizio di condanna. E' formato da un sostantivo retto dalle preposizioni a, in, per ed è introdotto da verbi che contengono l'idea di condanna, punizione e simili

Socrate fu condannato a morte; L'omicida fu condannato all'ergastolo; Durante il fascismo molti oppositori vennero condannati al confino; Fu multato di cinquecento euro.

 

Fonte: http://www.davidegrassi.it/attachments/category/34/TABELLA+DEI+PRINCIPALI+COMPLEMENTI.doc

Sito web da visitare: http://www.davidegrassi.it

Autore del testo: non indicato nel documento di origine

Nota : se siete l'autore del testo sopra indicato inviateci un e-mail con i vostri dati , dopo le opportune verifiche inseriremo i vostri dati o in base alla vostra eventuale richiesta rimuoveremo il testo.

 

 

 

Visita la nostra pagina principale

 

Grammatica tabella complementi

 

Termini d' uso e privacy

 

 

 

 

 

Grammatica tabella complementi