Verbi servili

 

 


Verbi servili

 

I testi seguenti sono di proprietà dei rispettivi autori che ringraziamo per l'opportunità che ci danno di far conoscere gratuitamente a studenti , docenti e agli utenti del web i loro testi per sole finalità illustrative didattiche e scientifiche.

Le informazioni di medicina e salute contenute nel sito sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo e per questo motivo non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione).

Verbi servili

 

Verbi servili

 

07.25 - I verbi servili

 

Alcuni verbi, pur avendo un significato autonomo, si uniscono ad altri verbi, espressi all’infinito, per completare il loro significato e per accentuare una sfumatura, precisando la persona, il tempo, il modo. Questi verbi assieme al verbo principale formano un unico predicato. Per questo motivo si chiamano servili, ossia hanno la funzione di servire, aiutare altri verbi all’infinito.

 

Questi verbi non alterano il significato del verbo che accompagnano. I principali verbi servili sono dovere, potere, volere e sapere.

 

Significato dei verbi servili dovere, potere, volere e sapere

 

  • Il verbo dovere indica obbligo: Io devo studiare;
  • Il verbo potere indica possibilità: Io posso venire stasera;
  • Il verbo volere esprime desiderio: Io voglio superare l’esame;
  • Il verbo sapere esprime capacità: Io so studiare da solo.

 

I verbi servili oltre ad accompagnare altri verbi, possono essere utilizzati autonomamente, anche se raramente. Esempi: io devo mille euro; io posso; io voglio la pasta; io so la verità.

 

I tempi composti dei verbi servili

 

I verbi servili quando sono usati in modo indipendente, nei tempi composti vogliono l’ausiliare avere, con l’eccezione del verbo solere, che vuole l’ausiliare essere; bisogna aggiungere che solere è ormai caduto in disuso e si usa solo in poche circostanze. Il passato prossimo di questi verbi, quindi un tempo composto, alla prima persona fa: io ho dovuto; io ho potuto; io ho voluto; io ho saputo.

 

I verbi servili quando accompagnano gli altri verbi, nei tempi composti si coniugano con l'ausiliare del verbo che reggono. Esempi:

 

Dovere

 

  • Lucia ha dovuto mille euro (dovere usato in modo autonomo richiede avere)
  • Lucia ha dovuto studiare (studiare richiede avere)
  • Lucia è dovuta uscire (uscire richiede essere)

 

Potere

 

  • Marisa ha potuto (potere usato in modo autonomo richiede avere)
  • Marisa ha potuto studiare (studiare richiede avere)
  • Marisa è potuta venire (venire  richiede essere)

 

Volere

 

  • Claudio ha voluto un gatto (volere usato in modo autonomo richiede avere)
  • Claudio ha voluto mangiare (mangiare richiede avere)
  • Claudio è voluto venire (venire richiede essere)

 

Sapere

 

  • Marisa ha saputo la verità (sapere usato in modo autonomo richiede avere)
  • Marisa ha saputo farlo (fare richiede avere)
  • Marisa è saputa arrivare (arrivare richiede essere)

 

Verbi servili col verbo essere

 

I verbi servili quando accompagnano il verbo essere, nei tempi composti si coniugano sempre col verbo avere. Esempio: Io avrei potuto essere il migliore

 

Verbi servili con i verbi riflessivi

 

Quando i verbi servili accompagnano un verbo riflessivo, nei tempi composti vogliono l’ausiliare essere, se il pronome precede il verbo. Se il pronome che accompagna i riflessivi è unito al verbo vogliono l’ausiliare avere. Ad esempio, il verbo lavarsi è riflessivo ed al passato prossimo si coniuga: io mi sono lavato; quando lavarsi è accompagnato da un verbo servile nei tempi composti vuole essere: io mi sono potuto lavare. Se il pronome è attacato al verbo si usa il verbo avere: io ho potuto lavarmi.

 

Verbi servili con l’imperfetto

 

Quando si esprime una ipotesi irreale riferita al passato, generalmente si usa il condizionale passato; con i verbi servili, invece al posto del condizionale si usa l’indicativo imperfetto. Esempi:

  • Dovevi salutare il tuo maestro (per significare: avresti dovuto salutare);
  • Volevamo avvisarvi del nostro arrivo (per significare: avremmo voluto avvisarvi).

 

 

 

 

 

 

Fonte:http://www.folliero.it/italiano/07_25_verbi_servili.doc

Autore del testo: Prof. Attilio Folliero – www.folliero.eu

Parola chiave google : Verbi servili tipo file : doc

 

 

Verbi servili

Se vuoi trovare velocemente le pagine inerenti un determinato argomento utilizza il seguente motore di ricerca :

 

 

 

home

 

 

 

 

Verbi servili

 

Termini d' uso e privacy

 


Verbi servili