Itinerari turistici Puglia cosa visitare e cosa fare a Puglia

 

 


Itinerari turistici Puglia

 

I testi seguenti sono di proprietà dei rispettivi autori che ringraziamo per l'opportunità che ci danno di far conoscere gratuitamente a studenti , docenti e agli utenti del web i loro testi per sole finalità illustrative didattiche e scientifiche.

Le informazioni di medicina e salute contenute nel sito sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo e per questo motivo non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione).

 

Itinerari turistici Umbria

 

Itinerari turistici Puglia cosa visitare cosa fare a Puglia

 

Una terra al plurale, un luogo che cela anime diverse: questa è la Puglia, il “tacco” dello Stivale, una regione incantevole, sospesa tra natura, storia, tradizione, gusto e spiritualità, da visitare dodici mesi l’anno. 
Chi ama il mare, qui avrà solo l’imbarazzo della scelta, potendo optare tra le scogliere di Otranto e di Santa Maria di Leuca, punto d’incontro tra lo Ionio e l’Adriatico, oppure tra Gallipoli la “Gemma del Salento” e il Gargano lo “Sperone d’Italia”, proteso nelle acque limpide del mare che ospita le splendide Isole Tremiti. 
Natura ancora protagonista con il Parco Nazionale delle Murge e quello del Gargano con la selvaggia Foresta Umbra, le saline ed i laghi, le profonde gravine di Laterza e le ampie doline di Altamura che, con i loro paesaggi suggestivi, caratterizzano la parte interna della regione. 
E per chi vuole fare un viaggio nella storia, la Puglia offre un ampio ventaglio di luoghi che raccontano le antichi origini di questa terra: dalla preistoria alla Magna Grecia, dall’età imperiale al rinascimento , ai fasti del barocco di Lecce e del Salento. 

Le province sono: Bari (capoluogo), Barletta Andria Trani, Brindisi, Foggia, Lecce, Taranto. 


COSA VEDERE


Per i più devoti, ma non solo, immancabile una tappa a San Giovanni Rotondo (Foggia), per una visita ai luoghi di San Pio da Pietrelcina, il convento dei frati cappuccini di Santa Maria delle Grazie, dove Padre Pio morì nel 1968, e la nuova chiesa progettata dal grande architetto Renzo Piano, inaugurata nel 2004. 
Per una full immersion nella storia e nella tradizione, invece, Alberobello è una fermata obbligatoria. Patria dei “trulli”, antiche e caratteristiche abitazioni in pietra, dal tetto conico, costruite artigianalmente senza collanti, talmente uniche nel loro genere da essere inserite nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco. 
Oltre ai trulli, la Puglia vanta un altro sito Unesco nella città di Andria, Castel del Monte, un capolavoro unico dell'architettura medievale fatto costruire da Federico II di Hohenstaufen nel XIII sec. Interessante sapere che l’8 è il “numero guida” del castello: 8 sono i lati della pianta del castello, 8 sono le sale del piano terra e del primo piano disposte in modo da formare un ottagono e 8 sono le imponenti torri, ovviamente a pianta ottagonale. 
San Domino, San Nicola, Capraia, Cretaccio e Pianosa sono le cinque isole dell’Arcipelago delle Tremiti, un paradiso in miniatura dove storia e natura si fondono perfettamente offrendo un meraviglioso panorama tutto da esplorare. 


COSA FARE


I due mari della Puglia offrono incredibili opportunità per chi predilige le vacanze all’insegna dello sport a diretto contatto con la natura. Per chi ama emozionarsi esplorando l’ambiente affascinante e misterioso del mare, le opportunità non mancano di certo. Le acque cristalline delle Isole Tremiti offrono un meraviglioso paesaggio, movimentato da insenature, grotte e profondi fondali, il tutto colorato da una fitta vegetazione e popolato da tante specie ittiche. Santa Maria di Leuca, a cavallo fra il mar Ionio e l’Adriatico, è un’altra meta da non perdere. I fondali, in alcuni tratti, raggiungono i 90 metri di profondità e le forme di vita che colonizzano questo tratto di mare creano un affascinante gioco di colori. 
Chi, invece, sceglie di divertirsi rimanendo sopra il livello dell’acqua, sono tanti i luoghi dove praticare windsurf o kitesurf e non solo durante la stagione estiva. 
Ma la Puglia non è solo mare. 
Per scoprire le meraviglie che la natura le ha donato o per conoscerne la storia e le tradizioni scegliendo un modo diverso di muoversi, un tour in bicicletta è l’ideale. Non bisogna essere dei ciclisti provetti per decidere di intraprendere un viaggio su due ruote, basta il desiderio di vivere un’esperienza alternativa. Gli itinerari sono tanti ed eterogenei: nella natura, pedalando lungo i sentieri dei Parchi del Gargano o delle Murge, nella storia, scoprendo le tante testimonianze che raccontano il passato di questa terra, o addentrandosi nell’entroterra alla scoperta di uno stile di vita lontano da quello frenetico delle grandi città.
Tante anche le feste patronali, le sagre e le rievocazioni storiche che si organizzano tutto l’anno in ogni parte della Puglia: Il Carnevale di Putignano, la Festa di San Nicola a Bari e la Disfida di Barletta sono quelle più rinomate. 


COSA ASSAGGIARE


Da sempre definita “povera”, per la semplicità dei suoi ingredienti, la cucina pugliese sa soddisfare ogni tipo di palato. Tre sono i punti di forza della cucina: il grano duro, le verdure e l’olio che, uniti alle carni e al pesce, danno sempre vita a piatti originali capaci di mantenere i sapori schietti e inconfondibili. 
Caposaldo della tavola regionale è la pasta fatta in casa con farina di grano duro o una miscela di grani duri e teneri: dalle recchietelle (orecchiette) – ormai simbolo regionale – nelle loro molteplici varianti, agli altrettanto famosi li strascinati, un tempo piatto principale delle famiglie più povere, oggi ricercati e serviti nei migliori ristoranti. E poi mignuicchie, fenescecchie, troccoli, sagne ‘ncannuate, cicatadde svariate e originali forme di pasta lavorate ancora secondo le antiche usanze. Ma è soprattutto il connubio tra pasta e verdura a riservare insospettabili sorprese come gli strascinati con cavoli e pancetta fritta e i spaghetti con fagiolini, pomodori e cacioricotta. 
La Puglia è, infatti, un grande orto profumato dove le verdure hanno colori e sapori unici. Unite alla pasta fatta in casa, al pesce freschissimo del mare, alle buone carni regalano al palato sensazioni indimenticabili. 
Per gli amanti del pesce, in questa terra, con 800 km di coste bagnate da due mari, non c’è che l’imbarazzo della scelta. Ce n’è per tutti i gusti: crudo, marinato, affogato in sontuose zuppe di pesce e persino accompagnato al cacio. 
Sono tante anche le tentazioni per i golosi, arricchite con frutta secca, miele, vino cotto, canditi e cioccolato. 
Tra le eccellenze che hanno meritato la tutela dei marchi DOP o IGT ricordiamo il pane di Altamura, noto per la sua fragranza, la Clementina del golfo di Taranto, dalla polpa dolce e succosa, la Bella della Daunia, oliva coltivata nel foggiano sin dal 1400, ed i famosi vini e oli extra-vergine di oliva, ognuno con caratteristiche diverse a seconda dell’area territoriale di produzione. 

 

 

Fonte testo : http://s1343.chomikuj.pl/File.aspx?id=1544&vid=445895000&tk=1469768&t=634706730770648780&d=60&k

=1344891&name=Puglia.doc&loc=PL

Autore del testo: non indicato nel documento di origine

Parola chiave google : Itinerari turistici Puglia tipo file : doc

 

Località e attrazioni da visitare in Puglia :

 

Parco Nazionale del Gargano 
Tra mare e natura incontaminata

 

Castello - Conversano
Castello Angioino - Mola di Bari
Castello - Monopoli
Castello Caracciolo - Sammichele di Bari
Castello  - Barletta
Forte a Mare - Brindisi
Castello ducale - Ceglie Messapica
Palazzo Ducale - Erchie
Castello Imperiali - Francavilla Fontana
Castello - Mesagne
Castello - San Pancrazio Salentino
Torre quadrata - San Pietro in Vernotico
Castello Dentice di Frasso - San Vito dei Normanni
Palazzo Baronale - Apricena
Palazzo Ducale - Ascoli Satriano 
Castello (Palazzo dei Duchi Guevara) - Bovino
Castello - Peschici
Castello - Sant'Agata di Puglia
Castello Ducale - Torremaggiore
Palazzo dei principi D'Avalos - Troia
Castello - Vieste
Castello (palazzo Granafei) - Cannole
Castello - Castro
Residenza Fortificata dei Gonzaga - Alessano
Castello - Copertino
Castello - Corigliano d'Otranto
Torre dell'Uomo Morto - Castrignano del Capo
Castello e rivellino - Gallipoli
Castello - Melendugno
Palazzo Marchesale Castriota - Melpignano
Castello - Otranto
Torre dei Montano - Salve
Castello di Caprarica - Tricase
Castello dei Principi gallone - Tricase
Castello di Casamassella - Uggiano La Chiesa
Palazzo Ducale dei Castromediano - Cavallino
Castello Carlo V - Lecce
Torre di belloluogo - Lecce
Castello - Morciano di Leuca
Castello Acquavia - Nardò
Castello - Noha
Castello - Otranto
Castello - Parabita
Castello di Acaya - Vernole
Castello_Torrione - Avetrana
Castello di San Crispieri - Faggiano
Palazzo Marchesale - Fragagnano
Castello - Ginosa
Castello Episcopio (museo della ceramica) - Grottaglie
Castello - Laterza
Castello Muscettola - Leporano
Castello - Massafra
Castello Stella Caracciolo - Palagianello
Castello de Falconibus - Pulsano
Palazzo Baronale - Sava
Castello Aragonese - Taranto
Castello - Torricella

 

 

Parco rupestre "Lama d'Antico, San Giovanni e San Lorenzo" - Fasano
Chiesa rupestre Santi Crisante e Daria - Oria
Chiesa di San Giovanni Evangelista - San Vito dei Normanni
Cripta rupestre "Cantina spagnola" - Laterza 
Chiesa rupestre di Masseria Jesce - Altamura
Chiesa Rupestre Santa Maria delle Grotte - Gravina in Puglia
Chiesa di Santa Maria degli Amalfitani - Monopoli
Chiesa Rupestre San Michele Arcangelo - Putignano
Chiesa Rupestre di Santa Croce - Andria
Chiesa rupestre di San Giovanni - Fasano
Chiesa Rupestre dei Santi Lorenzo e Euplo - Fasano
Chiesa rupestre di San Biagio - San Vito dei Normanni
Cripta Sant'Onofrio - Castrignano dei Greci
Piazza San Giorgio e frantoio ipogeo - Melpignano
Frantoio ipogeo Le Trappite - Salve
Chiesa Rupestre Santi Stefani - Lecce
Chiesa Rupestre delle Sante Marina e Cristina - Lecce
Frantoi ipogei - Specchia
Chiesa rupestre della Coelimanna - Supersano
Chiesa Rupestre Sant'Antonio del Fuoco - Laterza
Chiesa Rupestre di Santa Margherita - Mottola
Chiesa rupeste Sant'Angelo di Casalrotto - Mottola
Chiesa rupestre San Nicola - Mottola
Chiesa Rupestre Sant'Antonio Abate - Massafra
Chiesa Rupestre della Candelora - Massafra
Chiesa rupestre di San Nicola - Palagianello
Insediamento Rupestre Madonna della Scala - Massafra

Chiesa di San Paolo - Brindisi
Chiesa di S. Lucia o della Trinità - Brindisi
Chiesa di Santa Maria degli Angeli - Brindisi
Duomo - Brindisi
Castello Dentice di Frasso - Carovigno
Chiesa matrice di S. Maria Assunta - Ceglie Messapica
Chiesa dell'Annunziata - Ceglie Messapica
Chiesa di S. Anna - Ceglie Messapica
Chiesa di San Nicola di Patara - Cisternino
Chiesa Matrice - Erchie
Chiesa di S. Antonio Abate - Fasano
Chiesa di San Francesco da Paola - Fasano
Chiesa matrice del SS. Rosario - Francavilla Fontana
Chiesa di Santa Chiara - Francavilla Fontana
Chiesa del Carmine - Francavilla Fontana
Chiesa San Francesco da Paola - Oria
Chiesa S. Anna - Mesagne
Chiesa dell'Annunziata - Mesagne
Tempietto San Lorenzo - Mesagne
Chiesa di S. Giovanni Battista - Oria
Cattedrale di S. Maria Assunta - Ostuni
Chiesa di San Francesco d'Assisi - Ostuni
Chiesa di Santa Maria della Stella - Ostuni 
Chiesa matrice - San Pancrazio Salentino
Chiesa matrice di S. Maria Assunta - San Pietro in Vernotico
Chiesa di san Pietro Apostolo - San Pietro in Vernotico
Chiesa di San Vincenzo de' Paoli - Villa Castelli

 

Chiesa cattedrale di Santa Maria della Natività - Ascoli Satriano 
Chiesa dei Ss. Pietro e Paolo - Casalvecchio di Puglia
Duomo di San Pietro Apostolo - Cerignola
Chiesa delle Croci - Foggia
Chiesa di San Giovanni di Dio, già di S. Caterina dello Spirito Santo - Foggia
Cattedrale - Foggia
Chiesa di San Giovanni Battista - Foggia
Abbazia di S. Maria di Ripalta - Lesina
Cattedrale dell'Assunta - Lucera
Chiesa di San Francesco - Manfredonia
Chiesa di San Benedetto - Manfredonia
Chiesa di San Domenico - Manfredonia
Chiesa di S. Onofrio - San Giovanni Rotondo
Chiesa di Sant'Antonio Abate - San Marco in Lamis
Chiesa e monastero di San Lorenzo - San Severo
Chiesa cattedrale di S. Maria Assunta - San Severo
Chiesa della SS. Trinità - San Severo
Chiesa di San Giovanni Evangelista - Troia

 

Chiesa Matrice - Avetrana
Chiesa di S. Francesco d'Assisi - Carosino
Chiesa matrice di Santa Maria delle Grazie - Carosino
Chiesa Madre Maria santa Annunziata - Faggiano
Chiesa S. Maria di Costantinopoli - Faggiano
Chiesa Madre SS. Maria Immacolata - Fragagnano
Chiesa Maria Annunziata - Grottaglie
Chiesa del Carmine - Grottaglie
Chiesa di S. Francesco de Geronimo - Grottaglie
monastero di s. chiara - Grottaglie
Chiesa di santa Maria la Grande - Laterza
Chiesa matrice dell'Immacolata Concezione - Leporano
Chiesa di S. Pietro in Bevagna - Manduria
Chiesa di San Domenico - Martina Franca
Chiesa Purità - Martina Franca
Chiesa matrice - Maruggio
Duomo di S. Lorenzo o Chiesa Nuova - Massafra
Cappella Madonna di Costantinopoli - Mottola
Cappella Maria SS. Dell'Annunziata - Mottola
Chiesa dell'Immacolata - Mottola
Chiesa matrice - Mottola
Chiesa matrice di San Pietro Apostolo - Palagianello
Chiesa madre della Santissima Annunziata - Palagiano
Chiesa dell'Immacolata - Palagiano
Chiesa del Crocifisso - Pulsano
Chiesa S. Francesco d'Assisi - Sava
Chiesa di San Domenico maggiore - Taranto
Chiesa di San Michele Arcangelo - Taranto
Convento di S. Francesco d'Assisi - Taranto
Ex Convento di Sant'Antonio - Taranto
Chiesa di Sant'Andrea degli Armeni - Taranto

 

Chiese medievali

 

Catttedrale - Barletta
Chiesa Santo Sepolcro - Barletta
Cattedrale - Bisceglie
Cattedrale S.Sabino - Canosa di Puglia
Cattedrale di San Nicola Pellegrino - Trani
Chiesa di ognissanti - Trani
Chiesa di S. Benedetto - Brindisi
Chiesa di S. maria al Casale - Brindisi
Chiesa S.Giovanni al Sepolcro - Brindisi
 chiesa di S. PietroVetrano o Seppanibale - Fasano
Chiesa Santa Maria Maggiore - Monte sant'angelo
Abbazia di Santa Maria di Calena - Peschici
Cattedrale S.Maria Assunta - Troia
Cattedrale - Castro
Chiesa di Santa Maria della Croce (loc. Casaranello) - Casarano
Cattedrale S.Maria Annunziata - Otranto
Monastero di S. Maria della giustizia - Taranto
Cattedrale S.Cataldo - Taranto
Chiesa di S. Maria del Galeso - Taranto

 

 

Fonte: Redazione

http://www.viaggiareinpuglia.it/

Regione Puglia Assessorato al Mediterraneo Cultura e Turismo

 

Sito web da visitare per ulteriori informazioni sulla Puglia : http://www.viaggiareinpuglia.it/

 

Musei in Puglia

Museo archeologico nazionale di Ruvo di Puglia
I reperti conservati nel museo furono raccolti dall'archeologo Giovanni Jatta nei primi anni dell'Ottocento. Successivamente venne arricchita dall'omonimo nipote, e venne ceduta allo Stato nel Novecento. Il museo, costituito da quattro sale contenenti quasi esclusivamente materiale ceramico della Magna Grecia, è ospitato nel piano terra dell’ottocentesco Palazzo Jatta e raccoglie materiale proveniente dalla vasta e ricca necropoli peucetica di Ruvo di Puglia, vittima, nei secoli scorsi, di scavi abusivi che hanno distribuito oggetti in tutto il mondo.

Museo archeologico nazionale di Taranto
L'importante museo archeologico, fondato nel 1887 con l'intenzione di farne il Museo della Magna Grecia, ma è dedicato principalmente alla documentazione archeologica di Taranto e del resto della Puglia. Posto nell'ex convento di San Pasquale Baylon, è stato riaperto nel 2007: accanto alla sezione preistorica, inerente ai reperti Paleolitico e dell'età del Bronzo dell'intero territorio pugliese, si fregia di una delle più grandi collezioni di manufatti dell'epoca della Magna Grecia, tra cui i famosi Ori di Taranto. Questi ultimi costituiscono la più importante testimonianza di come la lavorazione dei metalli preziosi, e in particolare dell'oro, fosse una delle attività più sviluppate nella città magno-greca tra il IV e il I secolo a.C..

Museo archeologico provinciale Francesco Ribezzo di Brindisi

Il museo, che prende il nome dall'omonimo archeologo e glottologo (1875-1952), si trova in piazza Duomo a Brindisi. Include le sezioni preistorica, che raccoglie i reperti dell'intera provinciaepigrafica, con iscrizioni in latinoebraico e greconumismatica, comprendente monete di età classica, medioevale e modernastatuaria, con le statue romane rinvenute nel centro storico di Brindisi, più un antiquarium, con vasi apuli e attici, trozzelle, monete, e un ambiente dedicato ai bronzi di Punta del Serrone, con le due statue restaurate del console Lucio Emilio Paolo Macedonico e del civis romanus nelle vesti di togato, teste-ritratti, immagini femminili e altri bronzi rinvenuti in occasione degli scavi subacquei del 1992.

Museo archeologico provinciale Sigismondo Castromediano di Lecce
È uno dei musei archeologici di Lecce ed è intitolato al duca di Cavallino Sigismondo Castromediano, appassionato di archeologia, che ne volle l'istituzione nel 1868. È situato nel collegio Argento, dal nome del padre gesuita che lo fondò nel 1888 ed è stato acquistato dalla Provincia di Lecce nel 1967 e ristrutturato.
Il museo si divide in cinque sezioni: Didattica, con il plastico del Salento che riporta tutti i siti di rilevanza storico-artistica; Antiquarium, con vasi attici a figure nere e a figure rosse e vasi italici (VI e V secolo a.C.) e vari altri reperti archeologici: oggetti in bronzo, monete antiche e lapidi con iscrizioni messapiche; Topografia, con le antiche mappe del Salento; Pinacoteca, con tele di scuola veneta e napoletana (tra XIV e XVIII secolo) e anche alcune sculture romaniche e rinascimentali; Sala mostre, con opere di artisti contemporanei (tra XIX e XX secolo).
Nello stesso plesso è presente la Biblioteca Provinciale, con oltre 1000 scritti tra libri, riviste e giornali d'epoca. Oltre a essa è presente una grande sala studio.

Museo archeologico civico di Canosa
Fu istituito nel 1934 e collocato nel settecentesco Palazzo Casieri. Ospita circa 2000 reperti archeologici provenienti da scavi in Canosa e in tombe del V - III secolo a.C. Si trovano iscrizionisculture,bassorilievimarmimonetegioielliceramiche e vasi che risalgono a un vasto arco di tempo di circa 1500 anni (dal VI -V secolo a.C. al IX -X secolo d.C.): dal preistorico, dauno, romano, paleocristiano e bizantino-medioevale. In passato il museo è stato privato di alcuni pezzi di inestimabile valore, come ad esempio i preziosi ori della Tomba degli Ori. Questi gioielli sono attualmente custoditi presso Museo nazionale archeologico di Taranto, e sparsi nei maggiori musei italiani e europei (fra cui il Museo del Louvre).

Museo dell'Arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie-Nazareth
Il museo nasce nel 1975 per volontà dell'Arcivescovo Giuseppe Carata, al fine di dare una più adeguata sistemazione al materiale lapideo e scultorio proveniente da demolizioni operate nella Cattedrale ed in altre chiese della città di Trani. Nel corso degli anni il suo patrimonio si è notevolmente arricchito di opere e reperti di grande valore artistico e storico. L'Istituzione ha così, nel corso degli anni, sdoppiato le sue sedi, dedicando agli spazi di Palazzo Addazi l'esposizione della collezione pittorica e scegliendo l'attiguo Palazzo Lodispoto come nuova sede per il restante patrimonio artistico.

Museo diocesano Monsignor Aurelio Marena di Bitonto
Creato tra il 1969 e il 1970, il museo è ospitato sui tre piani della curia vescovile di Bitonto. Si tratta del museo dell'arcidiocesi di Bari-Bitonto, che raccoglie i beni artistici della cattedrale di Bitonto. La collezione è composta soprattutto da tele ma anche da vasi di Sevres, arredi sacri e sculture datate dal XIII secolo fino al Novecento. La ricca collezione ospitata nel museo diocesano sarà a breve trasferita presso l'ex seminario vescovile annesso alla chiesa di Chiesa di San Francesco della Scarpa. La struttura, articolata su due livelli e dotata di un giardino pensile, ospiterà oltre 2500 pezzi e sarà il museo diocesano più grande del mezzogiorno.

Pinacoteca Provinciale di Bari
Istituita nel 1928, era inizialmente ospitata nel locale Palazzo del Governo. Nel 1936 la sua sede fu trasferita nelle sale del Palazzo della Provincia, sul lungomare monumentale di Bari, dov'è tuttora custodito il suo ingente patrimonio artistico. Il materiale attualmente esposto comprende: una sezione medioevale; pittura pugliese tardo medioevale e di scuola napoletana alto medioevale; dipinti veneti del XV e XVI secolo provenienti da numerose chiese di tutta la Puglia; una sezione di dipinti di Corrado Giaquinto; un'importante raccolta di pittura napoletana e meridionale del XIX secolo; maiolica pugliese medioevale; presepi napoletani; capi d'abbigliamento antico; dipinti del XIX e XX secolo nonché opere d'arte contemporanea.

Pinacoteca De Nittis di Barletta
Nella pinacoteca, ospitata presso il barocco Palazzo della Marra, è esposta la collezione permanente delle opere del celebre impressionista barlettano cui è dedicata. Periodicamente vi vengono organizzate mostre temporanee di livello internazionale, in genere relative ad artisti di fine Ottocento coevi di De Nittis.

Galleria nazionale di Bitonto
È la prima galleria nazionale della Puglia ed è considerato il più importante nel suo genere in città e uno dei più ammirati e prestigiosi della regione. È nato il 18 aprile 2009 e ha sede nel Palazzo Sylos-Calò di Bitonto, gioiello rinascimentale cittadino risalente alla prima metà del XVI secolo. La raccolta è frutto di una ricerca da parte dei fratelli collezionisti Girolamo e Rosaria De Vanna, cui il museo è intitolato, i quali nel 2004 donarono allo Stato gran parte della loro ricchissima collezione privata, formata da 229 dipinti e 108 disegni di importanti artisti italiani e stranieri, databili tra il XVI e i primi del XX secolo, chiedendo la sistemazione delle opere nel prestigioso e rinascimentale palazzo Sylos-Calò, sede attuale della galleria. Per quanto concerne l'arte contemporanea, sono presenti opere provenienti anche dagli Stati Uniti.[57]Sono attualmente esposti 166 dipinti suddivisi in cinque sezioni.

Tesoro della Basilica del Santo Sepolcro di Barletta
Comprende diverse oreficerie sacre, in parte provenienti dalla Palestina e databili ai primi decenni del XIII secolo; tra questi una croce patriarcale binata, contenente la reliquia della Santa Croce, portata aBarletta nel 1291 dal Patriarca di Gerusalemme Randulphus.

 

Fonte : http://it.wikipedia.org/wiki/Puglia

Autore del testo: non indicato nel documento di origine

Parola chiave google : Itinerari turistici Puglia tipo file : doc

 

Itinerari turistici Umbria

Se vuoi trovare velocemente le pagine inerenti un determinato argomento come visitare Puglia guida turistica utilizza il seguente motore di ricerca :

 

 

 

home

 

 

 

 

Itinerari turistici Puglia

 

Termini d' uso e privacy

 


Itinerari turistici Puglia cosa visitare cosa fare e cosa vedere in Puglia