Pensieri e preghiere

 


Pensieri e preghiere

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di più leggi la nostra Cookie Policy. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.I testi seguenti sono di proprietà dei rispettivi autori che ringraziamo per l'opportunità che ci danno di far conoscere gratuitamente a studenti , docenti e agli utenti del web i loro testi per sole finalità illustrative didattiche e scientifiche.

Le informazioni di medicina e salute contenute nel sito sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo e per questo motivo non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione).

 

Pensieri e preghiere

 

Dieci pensieri

La grandezza suprema del cristianesimo viene dal fatto che esso non cerca un rimedio soprannaturale contro la sofferenza, ma un impiego soprannaturale della sofferenza.

S. Weil

La santità è proposta a tutti, grandi e piccoli, uomini e donne; è proposta come realmente possibile. Anzi, come doverosa. La santità è per tutti.

Paolo VI

Su questa terra ci sarebbe un posto dignitoso per tutti gli uomini se le nostre mani fossero meno egoiste e rapaci, se i nostri piedi non pestassero più terra di  quella che è necessaria.

P. Mazzolari

Solo la vita eterna è importante. Il cristiano è al mondo per dire questa parola. Solo la speranza di non morire giustifica l’esistenza della Chiesa e la predicazione del Vangelo.

L. Accattoli

Se la risurrezione di Cristo è vera (come lo è) e se è vera l’intera rivelazione cristiana antica e neotestamentaria (come lo è), allora i fatti della storia umana vanno visti nella stessa luce nella quale Cristo li ha veduti quando, sulla strada di Emmaus, spiegava le Scritture ai discepoli non credenti, rattristati e disattenti.

G. La Pira

L’ateismo, escludendo Dio, esclude una meta alla vita e quindi condanna la persona a una vita senza significato.

Seminando egoismo, si raccoglie disperazione.

Solo nel dono di sé, si fa esperienza di Dio. Nell’esperienza di Dio si illumina la vita e si trova il motivo della fraternità e una grande pace.

Beati quelli che sanno ascoltare in profondità, perché vedranno Dio! A noi sembra incredibile che Dio ci parli, eppure egli lo fa ininterrottamente.
Perché allora non udiamo la sua voce? Semplicemente perché non  stiamo in ascolto, non siamo sulla lunghezza d’onda della sua parola.

Card. L. J. Suenens

Senza Cristo non si capisce chi siamo e dove andiamo; non si capisce né la vita, né la morte.

B. Pascal

 

 

 

 

 

Una preghiera

Cantico delle creature di san Francesco d’Assisi

Altissimu, onnipotente bon Signore, Tue so' le laude, la gloria e l'honore et onne benedictione.

Ad Te solo, Altissimo, se konfano, et nullu homo ène dignu te mentovare.

Laudato sie, mi' Signore cum tucte le Tue creature, spetialmente messor lo frate Sole, lo qual è iorno, et allumini noi per lui. Et ellu è bellu e radiante cum grande splendore: de Te, Altissimo, porta significatione.

Laudato si', mi Signore, per sora Luna e le stelle: in celu l'ài formate clarite et pretiose et belle.

Laudato si', mi' Signore, per frate Vento et per aere et nubilo et sereno et onne tempo, per lo quale, a le Tue creature dài sustentamento.

Laudato si', mi Signore, per sor'Acqua. la quale è multo utile et humile et pretiosa et casta.

Laudato si', mi Signore, per frate Focu, per lo quale ennallumini la nocte: ed ello è bello et iocundo et robustoso et forte.

Laudato si', mi Signore, per sora nostra matre Terra, la quale ne sustenta et governa, et produce diversi fructi con coloriti fior et herba.

Laudato si', mi Signore, per quelli che perdonano per lo Tuo amore et sostengono infrmitate et tribulatione.

Beati quelli ke 'l sosterranno in pace, ka da Te, Altissimo, sirano incoronati.

Laudato s' mi Signore, per sora nostra Morte corporale, da la quale nullu homo vivente po' skappare: guai a quelli ke morrano ne le peccata mortali; beati quelli ke trovarà ne le Tue sanctissime voluntati, ka la morte secunda no 'l farrà male.

Laudate et benedicete mi Signore et rengratiate e serviateli cum grande humilitate.

 

Otto pensieri

L’odio è il più grande peccato.

Cristo mette a nudo la radice di ogni violenza: l’odio, che fa costruire le armi, che fa prendere e usare le armi. Non sono le armi che uccidono, ma è l’uomo che uccide con le armi. A Hiroshima, sul monumento che ricorda le duecentomila vittime della prima bomba atomica, è stato scritto: “Riposate in pace, perché noi non ripeteremo l’errore”. L’errore non è la bomba, ma l’odio, perché è l’odio che porta ad uccidere.

Se qualcuno pretende di accostarsi a Dio con risentimenti, astio, malanimo verso il fratello, sappia che non trova Dio disponibile all’incontro. Dio è Amore e in lui non esiste alcuna forma di odio e quindi chiunque coltiva l’odio si esclude da sé dalla comunione con Dio.

La verità che è il cardine del cristianesimo è questa: il nostro amore verso il Signore è misurato con la stessa misura del nostro amore verso il prossimo. E’ la qualità della fraternità che decide la qualità del rapporto con Dio.

Un credente vive prima di tutto nella sua famiglia la novità della fede. La famiglia è il centro di ogni problema e il centro della risoluzione di ogni problema. Se le famiglie sono malate, anche la società è malata; se le famiglie fossero nella pace, tutta la società sarebbe nella pace. E’ nella famiglia che si impara ad amare e, purtroppo, anche ad odiare.

Dio, condannando l’adulterio, sottolinea il valore della famiglia e della fedeltà. Ma questa è una caratteristica di Dio. Collegando famiglia e fedeltà, Gesù ci rivela che la famiglia è il volto umano di Dio, la sua manifestazione in terra.

Molti figli non arrivano a Dio, o ci arrivano con molta difficoltà, perché in famiglia non hanno fatto l’esperienza della paternità e maternità come espressione della bontà, generosità, altruismo, dedizione a Dio. Giovanni Bachelet, figlio di Vittorio assassinato dalle brigate rosse, ha detto più volte ai suoi familiari e a tutti: “Ora noi dobbiamo vivere il perdono che ci ha insegnato papà!”. L’esempio di un padre è vita per i figli.

Gli sposi, dopo un po’ di tempo, rischiano di affondare in un egoismo a due: sono i figli che li aiutano a superarlo. Insieme si donano ai figli, alla loro educazione: e per essi, insieme si dimenticano.

 

M. Quoist

 

Preghiera semplice di san Francesco

Signore, fa’ di me
uno strumento della Tua Pace:
dov’è odio, ch'io porti l'Amore,
dov’è offesa, ch'io porti il Perdono,
dov’è discordia, ch'io porti l'Unione,
dov’è dubbio, ch'io porti la Fede,
dov’è errore, ch'io porti la Verità,
dov’è disperazione, ch'io porti la Speranza,
dov’è tristezza, ch'io porti la Gioia,
dove sono le tenebre, ch'io porti la Luce.

O divino Maestro, fa’ che io non cerchi tanto
di esser consolato, quanto di consolare;
di essere compreso, quanto di comprendere;
di essere amato, quanto di amare.

Perché, dando, si riceve;
perdonando, si è perdonati;
morendo, si risuscita alla Vita.

 

Sette pensieri

 

Vides Trinitatem, si caritatem vides! Vedi La Trinità, se vedi la carità!

Sant’Agostino

Dio non ha le nostre ripugnanze: Dio non ha ripugnanze, perché Dio è amore.

F. Mauriac

Le cose umane si capiscono studiando, le cose di Dio si capiscono amando.

B. Pascal

L’occhio e l’ala di una farfalla bastano per annientare un ateo.

Diderot

Se Dio vedesse le rappresentazioni che gli uomini si fanno di lui, ne proverebbe sgomento.

E. Renan

Il mistero non è un muro, ma un orizzonte. Il mistero non è una mortificazione dell’intelligenza, ma uno spazio immenso, che Dio offre alla nostra sete di verità.
De Saint Exupéry

Un maomettano era con padre Gabric e guardava una Sorella, che fasciava con tanto amore le piaghe di un lebbroso. La Suora non parlava, ma agiva raccolta. Il maomettano si rivolse al padre e gli disse: “Per tutti questi anni ho creduto che Gesù fosse un profeta, ma oggi capisco che è Dio perché ha messo tanto amore nelle mani di questa Sorella”.
Madre Teresa di Calcutta

 

Una preghiera

ELEVAZIONE ALLA SS. TRINITÀ

Mio Dio, Trinità che adoro,
aiutatemi a dimenticarmi interamente,
per fissarmi in voi, immobile e quieta come se la mia anima fosse già nell'eternità;
che nulla possa turbare la mia pace o farmi uscire da voi, mio immutabile Bene,
ma che ogni istante mi porti più addentro nella profondità del vostro mistero.
Pacificate la mia anima,
fatene il vostro cielo, la vostra dimora preferita e il luogo del riposo;
che io non vi lasci mai solo, ma sia là tutta quanta, tutta desta nella mia fede,
tutta in adorazione, tutta abbandonata alla vostra azione creatrice.

O mio amato Cristo, crocifisso per amore,
vorrei essere una sposa del vostro Cuore;
vorrei coprirvi di gloria e vi chiedo di rivestirmi di Voi stesso,
di immedesimare la mia anima con tutti i movimenti della vostra Anima,
di sommergermi, d'invadermi, di sostituirvi a me,
affinché la mia vita non sia che un'irradiazione della vostra vita.
Venite nella mia anima come Adoratore, come Riparatore e come Salvatore.
O Verbo Eterno, Parola del mio Dio, voglio passare la mia vita ad ascoltarvi;
voglio farmi tutta docilità per imparare tutto da voi.
Poi, attraverso tutte le notti, tutti i vuoti, tutte le impotenze,
voglio fissare sempre Voi e restare sotto la vostra grande luce.
O mio Astro amato,
incantatemi, perché non possa più uscire dallo splendore dei vostri raggi.

O Fuoco consumatore, Spirito d'amore,
scendete sopra di me,
affinché si faccia della mia anima come un'incarnazione del Verbo,
ed io sia per Lui un'aggiunta d'umanità nella quale Egli rinnovi tutto il suo mistero.

E Voi, o Padre,
chinatevi sulla vostra piccola creatura,
copritela con la vostra ombra, e non guardate in lei che il Diletto
nel quale avete riposto tutte le vostre compiacenze.

O miei TRE, mio Tutto,
mia Beatitudine, Solitudine infinita, Immensità in cui mi perdo,
mi consegno a Voi come una preda.
Seppellitevi in me, perché io mi seppellisca in Voi,
in attesa di venire a contemplare, nella vostra luce,
l'abisso delle vostre grandezze.

 

Elisabetta della Trinità 21 novembre 1904

(1880 – 1906)

 

Fonte:

http://www.padrelinopedron.it/data/edicola/Padre%20Lino%20Pedron%20-%20Pensieri/10%20pensieri%20e%20una%20preghiera.doc

http://www.padrelinopedron.it/data/edicola/Padre%20Lino%20Pedron%20-%20Pensieri/8%20pensieri%20e%20una%20preghiera.doc

http://www.padrelinopedron.it/data/edicola/Padre%20Lino%20Pedron%20-%20Pensieri/7%20pensieri%20e%20una%20preghiera.doc

 

Autore del testo: non indicato nel documento di origine

Parola chiave google : Pensieri e preghiere tipo file : doc

 

 

 

Visita la nostra pagina principale

 

Pensieri e preghiere

 

Termini d' uso e privacy

 

 

 

 

Pensieri e preghiere