Badminton

 


Badminton

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di più leggi la nostra Cookie Policy. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.I testi seguenti sono di proprietà dei rispettivi autori che ringraziamo per l'opportunità che ci danno di far conoscere gratuitamente a studenti , docenti e agli utenti del web i loro testi per sole finalità illustrative didattiche e scientifiche.

Le informazioni di medicina e salute contenute nel sito sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo e per questo motivo non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione).

 

Badminton

 

IL BADMINTON

Il Badminton è un gioco sportivo da campo con uso di racchette molto leggere (peso variabile da gr. 85 a gr. 120 circa) con le quali ci si scambia al volo, al di sopra di una rete, un oggetto a forma di cono leggero e bilanciato, il VOLANO (lunghezza compresa tra 6,2 e 7,0 cm. e peso variabile da gr. 4,74 a gr. 5,50). Ogni volano è costituito da una base arrotondata in fondo realizzata in sughero ricoperto da un sottile strato di pelle sulla quale è infisso il cesto, ovvero 16 penne naturali o in materiale sintetico avvolte strettamente da due file di cotone.
L’obiettivo è conquistare punti colpendo il volano al volo con la propria racchetta per tentare di inviarlo oltre la rete e di farlo cadere nel campo avversario, evitando che cada nel proprio, oppure inducendo l’avversario all’errore.
Le partite possono essere disputate tra due o quattro giocatori dando luogo ad incontri di cinque specialità:

  • SINGOLARE (maschile o femminile);
  • DOPPIO (maschile, femminile o misto).

Il campo da gioco

Le dimensioni del campo variano se si gioca in singolare o doppio:

  • dimensione campo 13,40 x 6,10 m. per il doppio (utilizzo dell’intera area di gioco);
  • dimensione campo 13,40 x 5,18 m. per il singolare (non si utilizzano i due corridoi laterali larghi 0,46 m. ciascuno).

La rete è alta 1,55 m. nei punti di sostegno dei pali esterni e 1,52 m. al centro del campo.
Come nel gioco del tennis sono segnate sul campo delle aree rettangolari (campo di servizio destro e sinistro) all’interno delle quali deve essere inviato il servizio dal giocatore avversario che lo deve eseguire sempre in diagonale nel campo di servizio opposto (servizio effettuato da destra verso il campo di servizio di sinistra e viceversa).

Le regole principali

Punteggio tradizionale

  • Solo chi serve può fare punto. Chi serve e vince lo scambio ottiene un punto e serve di nuovo, ma se perde lo scambio il servizio passa all’avversario senza assegnazione di punto.
  • Normalmente le partite si disputano al meglio dei due giochi su tre.
  • Vince il gioco chi arriva per primo a 15 punti (nel singolare femminile, doppio femminile e misto si arriva a 11).
  • In caso di parità sul punteggio di 14-14 (10-10 nei giochi che arrivano a 11) il giocatore che per primo ha raggiunto 14 punti (10) può scegliere di chiedere un prolungamento del gioco di 3 punti arrivando a 17 (13) o chiudere a 15 (11).

Punteggio con il Rally Point System (3 x 21)
A  partire dal 1° Febbraio 2006 è entrato in vigore il seguente nuovo sistema di punteggio.

  • Ad ogni azione di gioco chiunque vinca lo scambio, servente o ricevente, ottiene un punto indipendentemente da chi abbia eseguito il servizio (come nella pallavolo, ogni volta che il volano viene messo in gioco con un servizio, o per averlo fatto cadere nel campo avversario o per un errore o un fallo di gioco del giocatore avversario durante lo scambio, viene assegnato un punto). Non esiste più il cambio servizio senza assegnazione del punto.
  • Se chi ha effettuato il servizio perde lo scambio, il servizio passa al giocatore avversario fino quando anche questi lo perde.
  • Il giocatore deve servire da destra quando non ha fatto punti o ne ha fatti in numero pari in quel gioco, deve servire da sinistra quando ha fatto un numero di punti dispari in quel gioco.    
  • Le partite si svolgono al meglio dei due giochi su tre.
  • Vince il gioco chi arriva per primo a 21 punti.
  • Con il punteggio di 20-20 vince il gioco il giocatore che fa due punti consecutivi.
  • Sul punteggio di 29-29 vince il gioco il giocatore che fa il 30° punto.
  • Il giocatore che vince il gioco serve per primo nel gioco successivo.

Il servizio

  • Si ha a disposizione un solo tentativo di servizio per scambio. Se durante l’esecuzione del servizio non si colpisce il volano è fallo e si regala punto e servizio al giocatore avversario.   
  • Il servizio deve essere effettuato obbligatoriamente dal basso.
  • Nell’esecuzione del servizio il volano deve essere colpito al di sotto della linea della vita (cintola) del servente.
  • Nel momento dell’impatto piatto corde della racchetta - volano, la testa della racchetta deve trovarsi al di sotto della mano del servente.
  • Il servizio si esegue con i piedi a terra dietro la linea di servizio e va indirizzato diagonalmente, oltre la rete, nel campo di servizio opposto.    

Falli di gioco
Ogni fallo di gioco comporta l’assegnazione di un punto e il diritto al servizio al giocatore avversario. Si verifica il fallo di gioco quando:

  • Vengono trasgredite le regole di esecuzione corretta del servizio.
  • Il volano cade al di fuori dei campi servizio o delle linee del campo di gioco.
  • Il volano viene colpito due volte in successione con la racchetta dallo stesso giocatore.
  • Il volano, durante il gioco, colpisce gli indumenti o il corpo del giocatore.
  • Un giocatore, mentre il volano è in gioco, tocca la rete o i suoi sostegni con la racchetta o con il corpo.
  • Un giocatore, con la racchetta o con il corpo, invade il campo avversario al di sopra o al di sotto della rete.

I Fondamentali tecnici individuali

Nel Badminton ogni colpo deve essere eseguito sempre al volo, cercando di alternare, sia di diritto che di rovescio, tiri lunghi, corti, smorzate, pallonetti e colpi tesi.
L’impugnatura e la posizione di attesa
Il volano può essere rinviato di diritto (con la faccia della racchetta che corrisponde al palmo della mano) o di rovescio (quella che corrisponde al dorso). Risulta quindi necessario differenziare una impugnatura per giocare i colpi di dritto ed una impugnatura per giocare i colpi di rovescio.
L’impugnatura base, chiamata universale, si acquisisce facilmente con il seguente metodo:

  1. Si prende la racchetta a metà fusto con la mano sinistra (per i destri, i mancini dovranno invertire le indicazioni) con il piatto delle corde perpendicolare al terreno.
  2. Si appoggia la mano destra sul piatto della racchetta e si fa scivolare la mano senza ruotarla verso l’impugnatura.
  3. Si stringe la mano appoggiandola alla base dell’impugnatura.

L’indice rimane leggermente staccato dalle altre dita. Il pollice appoggiato lateralmente sull’impugnatura a formare un anello con l’indice. Per un corretto assetto l’angolo formato tra avambraccio e racchetta deve essere di circa 135° - 150°.
Nell’produzione di tutti i colpi assume un’importanza fondamentale il movimento di rotazione interna dell’avambraccio (pronazione) nell’esecuzione dei colpi di diritto (si viene a formare una V tra pollice e indice della mano destra che impugna) e di rotazione esterna dell’avambraccio (supinazione) per i colpi di rovescio (la nocca del dito indice si viene a trovare sulla parte superiore dell’impugnatura in linea con il fusto della racchetta).
Rispetto al tennis, nell’uso della racchetta, in qualunque colpo, si utilizza maggiormente il lavoro del polso.
Mentre il volano è in gioco verso o nel campo avversario, il giocatore deve cercare di assumere una posizione di attesa, neutra, dalla quale si è in grado di eseguire velocemente qualsiasi tipo di colpo fondamentale evitando forzature e movimenti superflui.
La posizione di attesa corretta è  la seguente: piedi paralleli alla rete distanziati alla larghezza delle spalle, talloni leggermente sollevati, ginocchia leggermente piegate e busto avanti in bilanciamento, gli arti superiori rilassati con la testa della racchetta, tenuta con l’impugnatura universale, all’altezza degli occhi e gomiti staccati dal corpo. 

Classificazione e denominazione dei colpi fondamentali

Colpi da Fondo Campo:

1) SERVIZIO: è il fondamentale tecnico di base con cui si dà inizio al gioco ed è un colpo, come visto in precedenza, molto regolamentato.

I colpi da fondo campo, durante gli scambi, vengono solitamente eseguiti colpendo il volano sopra la testa con la stessa tecnica e si distinguono in base alla traiettoria, al punto di impatto e alla potenza applicata al volano.
2) CLEAR: è il colpo fondamentale, alto e lungo che scavalca l’avversario e cade nei pressi della linea di fondo; si può eseguire sia dall’alto colpendo il volano sopra la testa che dal basso colpendo il volano all’altezza del bacino. Serve a far arretrare l’avversario e a farlo giocare lontano dalla rete cercando di inviare il volano vicino alla linea di fondo del campo avversario. Si distingue il CLEAR DIFENSIVO con traiettoria più alta, dal CLEAR OFFENSIVO con traiettoria più bassa e tesa.

3) DROP: colpo dalla linea di fondo che fa cadere il volano nei pressi della rete nel campo avversario. Serve a far muovere in avanti l’avversario e costringerlo a colpire il volano sotto il livello della rete. Il DROP VELOCE ha la traiettoria più tesa e cade più lontano dalla rete rispetto al DROP LENTO.

4) SMASH: la schiacciata è il colpo risolutore del Badminton. E’ un tiro effettuato con forza cercando di colpire il volano in anticipo, cioè il più in alto possibile, per eseguire il colpo dall’alto verso il basso. Viene eseguito dal fondo del campo in direzione del centro o del fondo del campo avversario.   

Colpi a Rete:

Quando ci si trova in mezzo al campo o vicini alla rete i colpi vengono chiamati con termini diversi. Anche in questo caso la tecnica esecutiva è la stessa per tutti i colpi.

5) DRIVE: colpo teso, veloce, piatto che passa la rete con traiettoria parallela al terreno e che atterra al centro o in fondo al campo di gioco avversario. E’ un fondamentale molto utilizzato in doppio.

6) LOB: è un colpo eseguito dalla rete fino alla linea di fondo del campo avversario. Si tratta dell’equivalente del Clear dal basso ma giocato da posizione avanzata.

7) NET DROP: tiro debole che inizia e termina vicino alla rete dei rispettivi campi. Si tratta di un Drop molto corto che, se ben giocato, costringe l’avversario a un Lob difensivo o ad un rischioso Contro-Drop.      

I Fondamentali tecnici visti in palestra: il Servizio e il Clear

Elementi tecnici essenziali per l’esecuzione corretta del Servizio (per un destro)

  • Posizione di partenza laterale (sul fianco sinistro) con una linea immaginaria che unisce le punte dei piedi nella direzione verso la quale verrà effettuato il servizio.
  • Volano impugnato nella dita pollice, indice e medio della mano sinistra, che si trova avanti al corpo spostata verso destra sulla traiettoria della racchetta, tenendo la base rivolta verso il basso.
  • L’arto superiore destro, proteso dietro, ha il braccio rilassato verso il basso e la racchetta rivolta verso l’alto. Il gomito è libero staccato dal corpo.
  •  Il movimento inizia con lo spostamento progressivo del peso del corpo dal piede posteriore a quello anteriore.
  • Rotazione del piede destro che, a catena, si trasmette al ginocchio, al bacino e al busto per terminare quando le spalle saranno perpendicolari.
  • Il gomito avanza sfiorando il busto seguito dall’avambraccio verso il basso e avanti.
  • La racchetta viene portata indietro e, prima che il polso destro superi il fianco viene lasciato cadere il volano (senza lanciarlo) dalla mano sinistra.
  • Appena il polso destro raggiunge il bacino avviene l’impatto imprimendo forza prevalentemente con l’avambraccio sostenuto dall’aumento della presa sulla racchetta.
  • Dopo l’impatto la racchetta prosegue verso l’alto e termina verso la spalla sinistra.

Elementi tecnici essenziali per l’esecuzione corretta del Clear dall’alto (per un destro)

  • Ricerca, con uno spostamento veloce, del punto previsto per l’esecuzione del colpo.
  • Corpo orientato lateralmente rispetto alla traiettoria del volano.
  • L’arto superiore sinistro libero alto avanti con il gomito che indica il volano.
  • L’arto superiore destro, con la racchetta, è rilassato con il gomito verso il terreno e la racchetta verso l’alto.
  • Come per il servizio il movimento origina dal piede posteriore che spinge per trasferire il peso del corpo in avanti e prosegue con la rotazione dell’anca e successivamente delle spalle.
  • La rotazione delle spalle è attivata dal gomito sinistro che viene portato rapidamente verso il basso e indietro, mentre il gomito destro inizia a salire per puntare il volano.
  • L’avambraccio destro ruota ed impatta il volano in alto con un deciso aumento della presa sull’impugnatura.
  • Durante la fase di impatto il gomito non deve essere completamente disteso.
  • Dopo l’impatto il movimento non deve essere bruscamente interrotto ma prosegue avanti - basso verso la parte sinistra del corpo. 

 

Fonte: http://attivitarecupero.altervista.org/edfisica/1.doc

Autore del testo: non indicato nel documento di origine

Parola chiave google : Badminton tipo file : doc

 

Badminton

 

 

Visita la nostra pagina principale

 

Badminton

 

Termini d' uso e privacy

 

 

 

 

Badminton